Don’t Worry

0
610
John Callahan in Don`t Worry

Bevi Acqua.
(Donnie – Jonah Hill)

Ho iniziato a bere quando avevo 13 anni, e mi è piaciuto, molto. E non mi sono più fermato.
(John Callahan – Joaquin Phoenix)

Devi combatterci contro, o morirai
(Donnie – Jonah Hill)

John Callahan vive una vita sovente ai limiti del possibile. Quotidianamente ubriaco fino quasi alla nausea e con un talento unico nel prendere in giro se stesso e il mondo che lo circonda, una notte mentre insieme all`amico Dexter si reca da un party ad un`altro ha un grave incidente in macchina che lo obbliga a dover stare per sempre sulla sedia a rotelle e a disegnare solo tenendo unite le mani.

John Callahan vede la sua vita finita e in pezzi, almeno fino a quando non entra a far parte di un gruppo di recupero dall`alcool dove, vicino a persone che hanno avuto o ancora hanno problemi come i suoi se non peggiori, scopre di avere una bravura unica nel disegno grazie a bellissime vignette che gli faranno avere molti fan ma almeno altrettanti nemici.

previous arrow
next arrow
PlayPause
Slider

 

Commedia drammatica e biografia della vita di John Callahan diretta da uno dei maestri più noti del cinema contemporaneo, quel Gus Van Sant che si e fatto conoscere con Belli e dannati (1991) proseguendo poi con Will Hunting genio ribelle (1997), con la Palma d`oro a Cannes Elephant (2003), con Paranoid Park (2007), con Milk (2009), con L`amore che resta (2011) e con Promised Land (2013). Il presente lavoro rientra nella categoria degli biografici, una delle due preferite da Van Sant insieme a quella del racconto della vita delle persone che vivono ai margini della società. Anzi, da un certo punto di vista e dopo averlo visto potremmo dire che questo prodotto le rappresenta entrambe, soprattutto considerando la situazione di John Callahan, ottimo Joaquin Phoenix nel rappresentarlo, dopo l`incidente. Il regista è molto bravo a raccontare la vita del fumettista, anche se la prima parte della storia forse è un po` lenta e fatica a carburare, decollando improvvisamente nella seconda parte, che equivale a quando Callahan inizia a disegnare davvero in modo professionale. Emergere dal baratro si può, quindi, e la vita del protagonista lo racconta in modo dettagliato e senza ombra di dubbio, aggiungendo anzi che spesso l`inferno non è quel che ci è successo, ma come stavamo prima. Per quello che riguarda gli altri attori a parte il protagonista, tutti fanno il loro lavoro perfettamente, a partire dalla bellissima e irresistibile Rooney Mara proseguendo per un davvero particolare ma espressivo Jonah Hill, un delirante Jack Black e tanti altri ancora. A conti fatti, possiamo dire che non siamo di fronte alla migliore pellicola di Van Sant in senso assoluto, ma che comunque si tratta di un prodotto certamente da vedere.

Don’t Worry

Genere: Biografici, Commedia, Drammatici

Cast: Joaquin Phoenix, Rooney Mara, Jonah Hill, Jack Black, Beth Ditto, Olivia Hamilton, Udo Kier, Kim Gordon, Carrie Brownstein, Emilio Rivera

Un film di: Gus Van Sant

Durata: 114 minuti

Data di uscita: 29 agosto 2018

REVIEW OVERVIEW
Da Vedere
Previous articleThe Equalizer 2 – Senza Perdono
Next articleMary Shelley – Un amore immortale
Fin dalla tenera età Daniele cresce a pane, libri e film che divora al cinema e in televisione ogni volta che ha un momento libero dagli studi. E' in questo periodo che decide che da grande farà il critico cinematografico. Laureato in Scienze della Comunicazione e in Economia della Comunicazione, si occupa di Web a 360° tramite DreamyourMind ed è docente per Corsi, IFTS e Master Universitari. E' giurato di premi italiani ed esteri legati al web come PWI, Mediastars, W3 Awards, Communicator Awards, Davey Awards e partecipa a gestire Web Totale oltre scrivere per Linkiesta. Molto attivo nell’associazionismo, in particolare in quello legato al mondo della Comunicazione e in quello di Confindustria. Membro del Board of Director di Arpico, è ora attivo il suo progetto Connekt che punta a mettere in rete artisti, investitori, imprenditori, filmmaker, startup e venture capital. Tra i progetti Gourmicious, startup nel settore enogastronomico. Infine, è online su Amazon il suo primo racconto breve intitolato Il Filo di Arianna.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here