District 9

0
803
Wikus Van De Merwe in District 9

Christopher Johnson’s Son: Quante lune ha il nostro pianeta?
Christopher Johnson: Sette.
Christopher Johnson’s Son: Questo pianeta ne ha solo una. Non vedo l`ora di vedere di nuovo il nostro pianeta … è più grande di questo, non è vero?
Christopher Johnson: Abbastanza.
Christopher Johnson’s Son: Ora andiamo a casa?
Christopher Johnson: Non a casa, no. Qui è dove dobbiamo andare.
[mostra a suo figlio una brochure MNU con scritto “Sanctuary Park Alien Relocation Camp” alias District 10]
Christopher Johnson: Vedi quella tenda lì? Potrebbe essere la nostra.
Christopher Johnson’s Son: Voglio andare a casa!
Christopher Johnson: Non possiamo andare a casa. Non più.
(Christopher Johnson & Christopher Johnson’s Son)

Gli alieni sono sbarcati nel nostro pianeta negli anni `80, fermandosi con una grossa astronave proprio sopra a Johannesburg. I milioni di alieni stipati al suo interno, affamati, sporchi e senza un posto dove andare, sono stati sistemati per 20 anni dagli esseri umani presso una baraccopoli creata ad hoc per loro, chiamata Distretto 9.

Qui esseri intelligenti vengono trattati come bestie; qui ogni regola e ordine è saltato; da qui gli alieni fanno incursioni in città cercando cibo e altre vettovaglie, e alimentando così l`odio e la xenofobia degli abitanti della capitale sudafricana. Quando Wikus Van De Merwe giunge sul posto con l`ordine di spostarli altrove, questi vorrebbero solo tornare a casa loro. Il loro pianeta.

Creato come un documentario, si presenta a tutti gli effetti come tale, anche se non è incentrato come potrebbe sembrare a prima vista sull`apartheid verso gli alieni, ma al contrario sull`apartheid verso gli esseri umani. Questo anche perchè paradossalmente ambientato nella nazione, il Sudafrica, dove questa parola ha tratto origine e che questa condizione di separazione permanente – questo il significato reale del termine in questione – la ha vissuta sulla sua pelle tra bianchi e persone di colore. Solo che questa volta sono in maggioranza le persone di colore a mettere in pratica il razzismo verso una razza diversa, gli alieni. Visto con gli occhi dei giorni nostri, diviene una fotografia perfetta scattata sui campi profughi presenti ormai in tutto il mondo, con ogni sorta di illegalità che viene lì commessa, tra gioco d`azzardo, scommesse, prostituzione e chi più ne ha più ne metta. Ma questo thriller fantascientifico è molto, molto di più. Si tratta di una storia profonda sulle relazioni umane e sui rapporti che chiunque di noi dovrebbe avere con il prossimo, sia questi un asiatico, un occidentale, o semplicemente un essere che vive all`interno della natura, o addirittura della galassia intera. Con chiunque, e tra chiunque serve amore, e se non ne diamo, non ne possiamo nè potremo mai avere. Bravissimo Sharlto Copley nel difficile ma fondamentale ruolo di Wikus Van De Merwe, protagonista della pellicola insieme all`alieno Christopher Johnson. Vedere Sharlto trasformarsi ora dopo ora in un alieno fa impressione, anche se ci si sente a lui sempre più vicini minuto dopo minuto. Spettacolare ma totalmente realistica la tecnologia usata dagli alieni, un prodotto della mente del visionario Neill Blomkamp unico ed incredibile ma comunque mentalmente accettabile. Se vi piace la fantascienza, o semplicemente amate cogliere le sfumature tra i rapporti umani, non perdetevi questo piccolo grande gioiello che, seppur con qualche logica sbavatura, andrebbe visto da chiunque.

District 9

GenereFantascienza, Thriller

Cast: Sharlto Copley, David James, Jason Cope, Vanessa Haywood, Nathalie Boltt, Sylvaine Strike, Elizabeth Mkandawie, John Summer, William Allen Young, Greg Melvill-Smith, Nick Blake, Morena Busa Sesatsa, Themba Nkosi, Mzwandile Nqoba, Barry Strydom, Jed Brophy, Louis Minnaar, Marian Hooman, Vittorio Leonardi, Mandla Gaduka, Johan van Schoor, Stella Steenkamp

Un film di: Neill Blomkamp

Durata: 120 minuti

Data di uscita: 25 settembre 2009

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here