Liberaci dal male

0
833
Ralph Sarchie in Liberaci dal male

Esistono due tipi di male in questa vita, Ufficiale Sarchie.
Il male secondario, quello che fanno gli uomini.
Ed il male primario, che è qualcosa di completamente diverso
(Padre Joe Mendoza – Édgar Ramírez)

2010. Tre marines in guerra in Iraq per caso si trovano in una stanza sotterranea, dove entrano in contatto con qualcosa che nessun essere umano vorrebbe mai avvicinare. Quattro anni dopo a New York iniziano a succedere avvenimenti strani ed inquietanti che non sembrano avere nulla di razionale anche nella loro lucida crudeltà. Esiste un legame di qualche tipo tra questi due lontani angoli del globo?

Ralph Sarchie è un sergente della polizia della città statunitense che nella sua vita ne ha viste e vissute tante, e questo ha contribuito a indurirne il carattere e a rendere difficili i rapporti con sua moglie Jen e la loro bambina Christina a cui vuole comunque molto bene. Quando però gli viene affidata insieme al collega Butler un’indagine che non sembra avere nulla di naturale, Sarchie si troverà costretto ad allearsi con il ribelle sacerdote Joe Mendoza per trovare una spiegazione a tutto quello che gli sta succedendo. Perchè le forze maligne che hanno ormai radicato la loro presenza in città rischiano di colpire anche ciò che gli è più caro, distruggendo tutto quello per cui ha sempre lottato in pochi attimi.

Il regista Scott Derrickson ci aveva già abituato a con The Exorcism of Emily Rose (2005) e Sinister (2013) a pellicole che vanno a trattare il tema dell’esorcismo in modo diverso dal solito: diretti, realistici e concreti, questi sono i lavori del giovane Scott e anche in questo caso non si fa eccezione. La pellicola si configura come un thriller a forte tinte horror per scene ai limiti della tollerabilità, ma mai esagerate o irreali. Il buon risultato ottenuto dalla storia va anche imputato ad una scelta degli attori molto azzeccata: sia Eric Bana che Edgar Ramirez riescono a coprire perfettamente il loro ruolo, con delle parti che sembrano ritagliate su misura per loro. Particolarmente convincenti sono le espressioni di Eric nel momento in cui capisce di non avere a che fare con un male comune e quelle di Edgar quando si trova a far uscire tutta la sua umanità di sacerdote borderline. Buoni gli effetti speciali e non disprezzabili gli elementi sorpresa della storia, che come detto non abbandonano mai però il senso di realtà e del possibile che questo film lascia. In fondo, il punto focale della storia non sono gli esorcismi, ma la via che ognuno di noi deve seguire per liberarsi dal male che ha dentro: siamo esseri umani, e facciamo cose brutte, ma esiste una strada per liberarci da questo, una strada che richiede coraggio, energia e volontà, una strada che non tutti hanno la forza di seguire ma una strada che è quella giusta per tornare persone integre e vere. Se cercate esorcismi in cui poter credere e a cui voler riconoscere il senso del dubbio anche da parte dei più scettici di questo tipo di situazioni e discipline, se volete avere paura e sentire l’adrenalina dentro di voi senza mai scendere nel ridicolo o se più semplicemente amate il mondo del terrore, quello più vero e reale, allora questo è il film che fa per voi.

[review]

[two_fifth]

Liberaci dal male - Locandina[/two_fifth]

[three_fifth_last]Liberaci dal male

Genere: Thriller, Horror

Cast: Eric Bana, Edgar Ramirez, Olivia Munn, Sean Harris, Joel McHale, Dorian Missick, Antoinette LaVecchia, Scott Johnsen, Valentina Rendón, Daniel Sauli, Olivia Horton, Chris Coy, Mike Houston, Sean Bennett, Lolita Foster, Sean Nelson, Lulu Wilson, Raiden Integra

Un film di: Scott Derrickson

Durata: 118 minuti

Data di uscita: 20 Agosto 2014[/three_fifth_last]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here