Cristian e Palletta contro tutti

0
44
Pietro Sermonti e Libero De Rienzo incontrano Il grottesco Rocco Ciarmoli e altre bizzarre avventure

La botta di culo che ti fa svoltare prima o poi arriva
(Cristian – Libero De Rienzo)

Il film di Antonio Manzini, autore del caso letterario Rocco Schiavone, protagonista di una serie di romanzi gialli, divenuti subito best seller è al cinema, dopo la presentazione alla stampa in un incontro introdotto da Serena Dandini, alla presenza del cast.

Cristian, interpretato da Libero De Rienzo, non ha un lavoro e non ha voglia di trovarlo, anche perché non sa fare niente. L’amico Palletta prova un’onesta carriera come aiutante carrozziere. Ai due amici sfigati finalmente sembra capitare l’occasione della vita ma anche questa occasione si rivela una trappola micidiale. Cristian decide addirittura che la soluzione sia recuperare la pipì di un giaguaro nelle sperdute campagne pugliesi per portare a buon fine una missione pericolosissima.  Dovrà fare i conti con i boss del quartiere Silvanello e Sergione, affidarsi al guru della droga John Benzedrina, convincere l’amico Palletta a seguirlo nell’impresa, affrontare la donna cannone, dire almeno una volta la verità alla sua fidanzata Teresa e uscirne vincitore, senza farsi sbranare.

Libero De Rienzo e Pietro Sermonti sono un’efficace coppia comica che riassume l’aspetto coatto di ragazzi di borgata un po’ bonaccioni, che tirano a campare, con un sottotesto d’attualità sul precariato lavorativo che lascia poche speranze se non quelle della “svolta”. Sui personaggi veste bene l’insieme di disavventure che vivranno, soprattutto on the road, inclusa la seduzione da parte di un donnone non proprio attraente, i problemi con i delinquenti e la difficoltà a trovare un giaguaro, restando incolumi.

Nel cast annoveriamo con piacere attori non sempre noti al grande pubblico o non sempre protagonisti ma, anche per questo, degni di menzioni, pensiamo al fratello meticoloso, studente di medicina, opposto comportamentale di Cristian, interpretato da Francesco Mastroianni, già apprezzato come interprete, nel ruolo di Caifa, anche di teatro musicale nel clamoroso revival di Jesus Christ Superstar. Molto interessante anche il cast in Puglia, come già l’accento caricaturale e una connotazione da giovane pugliese figlia della tradizione, donato da Margherita Vicario alla ragazza di Cristian e Giselda Vodoli, sobria zia che nasconde un segreto di famiglia, fino alla madre della ragazza, interpretata da Tiziana Schiavarelli, attrice popolare pugliese che torna, come altri attori selezionati, grazie al supporto delle collaborazioni che vedono spesso la Puglia, che hanno portato, per esempio, Uccio de Santis recitare in Loro chi? (2015). Molto riuscita la caratterizzazione di Rocco Ciarmoli nei panni di un grottesco gestore di un circo, dal linguaggio tutto suo.

Una cifra stilistica è data dalla fotografia che migliora nelle scene con le luci e i paesaggi della Puglia, assolati campi di pomeriggio o al tramonto dove gli smarriti protagonisti sono persi alla ricerca del fantomatico giaguaro. Regione che sembra la frontiera, ormai da un po’, di produzioni cinematografiche e, in modo intradiegetico alle storie dei film, frontiera di avventura dei personaggi. Questo set di fatto divide il film in due, aprendone gli scenari e portandolo nel vivo dell’avventura.

La storia sembra più servire al gioco registico degli stili, che vede pure il momento onirico nella fumata di uno stupefacente e successive visioni allucinate. mentre un mascherino nero che chiude in inquadratura tonda alcune scene sembra lo strumento del regista per far capire che sta manovrando il film e dirigendo inquadrature. A un certo punto sembra che l’epilogo sia cucito in modo volutamente poco chiaro, forse per volontà di lasciarlo aperto.

Un film interessante anche se in parte acerbo, dove sarà il futuro a dire le evoluzioni di questo regista.

[review]
[two_fifth]

cristian-e-palletta-libero-de-rienzo-pietro-sermonti[/two_fifth]

[three_fifth_last] Cristian e Palletta contro tutti

GenereCommedia

Interpreti: Libero De Rienzo, Pietro Sermonti, Margherita Vicario, Rocco Ciarmoli Dario D’ambrosi, Tullio Sorrentino, Tiziana Schiavarelli, Gino Nardella, Mario Patanè, Toni Malco, Pierluigi Cuomo, Kelly Palacios, Giselda Volodi, Francesco Mastroianni

Durata: 90 minuti

Un film di: Antonio Manzini

Data di uscita: 9 giugno 2016

[/three_fifth_last]

Previous articleCell, promo video e date
Next articleL`uomo che vide l`infinito
Andrea è laureato in Teorie e tecniche del linguaggio cinematografico. Segue e scrive di cinema e teatro, dopo aver coltivato e amato quest'ultimo personalmente, studiando teatro e canto e partecipando a spettacoli e Festival, in Italia e non solo. Ha scritto per varie testate tra cui Best Movie e Saltinaria, Cinespresso e Amazing Cinema. Nel suo percorso si occupa anche della promozione e organizzazione di eventi culturali, teatrali, musicali e turistici. Tra questi ci sono stati Musicultura, MArtelive, e il Levante International Film Fest.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here