Creed II

0
660
Adonis Johnson a terra in Creed II

Ivan Drago: [Drago si siede a un tavolo di fronte a Rocky nel ristorante di Adrian] Per colpa tua … Perdo tutto. Mio paese. Rispetto. Hai mai visto cani randagi in Ucraina? Vanno per giorni senza cibo. Le persone gli sputano addosso, non sono niente. Senza casa. Solo voglia di sopravvivere … di combattere. Ho un figlio. Tutto ciò che sa … [alza i pugni] … è questo.
(Ivan Drago – Dolph Lundgren)

Rocky Balboa: sul ring, hai delle regole. Fuori, non hai niente. La vita ti colpisce con tutti questi facili colpi. Le persone come me vivono nel passato. Hai persone che hanno bisogno di te ora. Hai tutto da perdere, questo ragazzo non ha niente da perdere.
Adonis Johnson: non ho scelta.
Rocky Balboa: È la stessa cosa che ha detto tuo padre, ed è morto proprio qui, nelle mie mani. Ascoltami, questo ragazzo … è pericoloso.
Adonis Johnson: Ma non pensi che io possa batterlo …?
(Rocky Balboa e Adonis Johnson – Sylvester Stallone e Michael B. Jordan)

Dopo la vittoria e la conseguente notorietà, la vita del giovane Adonis Johnson si divide barcamenandosi tra gli allenamenti per affrontare la sfida più importante della sua vita, e tanti, forse troppi impegni personali.

Con lui il suo allenatore di sempre, l`idolo Rocky Balboa, pronto (forse) ancora a stargli vicino nello scontro con qualcuno che proviene da chi, in passato, ha fatto scomparire suo padre dalle scene e fatto sudare lo stesso Rocky. Che sia per la nostra famiglia che ogni giorno combattiamo sfide almeno all`apparenza impossibili?!?!???

previous arrow
next arrow
PlayPause
Slider

 

Dramma sportivo diretto seguito di una ormai lunga serie iniziata con Rocky (1976) e proseguita con Rocky II (1979), Rocky III (1982), Rocky 4 (1985), Rocky 5 (1990) e gli ultimi nati Rocky Balboa (2006) e Creed – Nato per combattere (2015). Iniziamo con il dire subito una cosa: il film funziona e lo fa in modo americano ma ottimo, riuscendo a legare tanti dei fili mai annodati del passato che abbiamo visto scorrere nella vita di Rockybravo come sempre nella parte Sylvester Stallone – e di tutta la galassia di volti noti e meno noti che gli gira intorno. Come nell`ultima pellicola il protagonista è Adonis Johnsonbuona la prova di Michael B. Jordan – e la sua carriera mischia alcuni elementi di quella di Rocky con altri legati a quella del padre morto Apollo Creed. Ma i punti dove questo lavoro emerge sono altri, a cominciare dal rapporto padre-figli da sviluppare, rapporto qui evidente in diverse situazioni legate sia alla famiglia di Rocky che a quella di Adonis a doppio mandato che ancora a quella di Ivan Drago. Sì, avete capito bene, proprio Mr. Io ti spiezzo in due Dolph Lundgren che direttamente dalla Russia entra in gioco nella trama insieme a suo figlio Viktor. Ed è proprio la coppia dell`ex Unione Sovietica a rubare per larghi tratti le scene e ad attirare le simpatie del pubblico in sala, tanto è la sopresa per le loro azioni quanto le espressioni che un bravissimo Lundgren mette in campo ripetutamente. Accanto a tutto questo la boxe, sport maschio e duro ma tutto sommato onesto e trasparente nella sua durezza, capace in questo senso di conquistare anche i cuori sensibili vista l`anima che gli artisti di questa disciplina mettono in campo in ogni singolo match. Presente poi l`immancabile siparietto sulla Russia made in USA, dove ci si diverte a presentare i difetti relazionali tra gli esponenti delle oligarchie locali e il popolo in fin dei conti tenuto allo scuro di (quasi) tutto quello che conta. Nello sviluppo del rapporto padre-figli ci si ricordi anche di considerare la strada verso la maturità che fanno tutti i protagonisti o quasi che da giovani diventano adulti, a partire da Adonis e dalla sua compagna fino ad arrivare a Viktor e, perchè no, allo stesso Rocky e alla sua famiglia rappresentata oggi da suo figlio e i suoi. Una piacevole sorpresa che tutto sommato non ci aspettavamo e che insegna molte lezioni di vita, anche a tutti coloro che danno per scontato che storie come queste possano essere morte in principio: beh, ragazzi, raramente abbiamo visto una pellicola tanto viva e capace di dare belle sensazioni come questa ultimanente. Da Vedere.

Creed II

Genere: Drammatici, Sportivi

Interpreti: Michael B. Jordan, Sylvester Stallone, Tessa Thompson, Wood Harris, Russell Hornsby, Florian Munteanu, Andre Ward, Phylicia Rashad, Dolph Lundgren, Raul Torres, Darin Ferraro, Brigitte Nielsen

Un film di: Steven Caple Jr.

Durata: 130 minuti

Data di uscita: 24 gennaio 2019

REVIEW OVERVIEW
Da Vedere
Previous articleL’uomo dal cuore di ferro
Next articleLa Favorita
Fin dalla tenera età Daniele cresce a pane, libri e film che divora al cinema e in televisione ogni volta che ha un momento libero dagli studi. E' in questo periodo che decide che da grande farà il critico cinematografico. Laureato in Scienze della Comunicazione e in Economia della Comunicazione, si occupa di Web a 360° tramite DreamyourMind ed è docente per Corsi, IFTS e Master Universitari. E' giurato di premi italiani ed esteri legati al web come PWI, Mediastars, W3 Awards, Communicator Awards, Davey Awards e partecipa a gestire Web Totale oltre scrivere per Linkiesta. Molto attivo nell’associazionismo, in particolare in quello legato al mondo della Comunicazione e in quello di Confindustria. Membro del Board of Director di Arpico, è ora attivo il suo progetto Connekt che punta a mettere in rete artisti, investitori, imprenditori, filmmaker, startup e venture capital. Tra i progetti Gourmicious, startup nel settore enogastronomico. Infine, è online su Amazon il suo primo racconto breve intitolato Il Filo di Arianna.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here