Un uomo tranquillo

0
629
Nels Coxman in Un uomo tranquillo

Sono davvero onorato di ricevere il premio come cittadino dell`anno. Sono solo un uomo tranquillo che ama fare la cosa giusta. Quando giorno dopo giorno fai sempre la stessa strada ti vengono in mente le altre strade che avresti potuto prendere, ma sono stato fortunato, ho trovato da subito quella giusta e lì sono rimasto.
(Nels Coxman – Liam Neeson)

Brock ‘Wingman’ Coxman: Ci sei tu dietro queste sparizioni?
Nels Coxman: Beh, mi conosci, sono un uomo tranquillo.
(Brock ‘Wingman’ Coxman e Nels Coxman – William Forsythe e Liam Neeson)

ColoradoUSANels Coxman è una persona semplice, un bravo cittadino che tiene all`ordine e al rispetto delle regole e che per lavoro guida lo spazzaneve della zona, professione che gli fa vincere il premio di cittadino dell`anno. Tutto purtroppo cambia nella sua vita improvvisamente quando viene a sapere che suo figlio è morto.

Sconvolto, l`uomo scopre che ad ucciderlo è stato un boss della droga locale. Questo scatena dentro di lui una forte voglia di vendicarsi di quelli che hanno ucciso il giovane e quindi, armato della sua forza ed energia e anche di pistola, fucile e altro ancora, decide di smantellare la gang degli assassini del figlio.

previous arrow
next arrow
PlayPause
Slider

 

Azione e dramma si sviluppano e si inseguono in questo thriller che trae la sua forza visiva da qualcosa di inaspettato, vale a dire le situazioni comiche e al limite del paradossale che si sviluppano attraverso dialoghi irreali e prese in giro tra i protagonisti e da questi verso il pubblico pagante, che non puo esimersi dal ridere molto, molto divertito. Anche una commedia, quindi, quella di Hans Petter Moland che raggiunge buoni risultati, anche se non paragonabili alle splendide sensazioni che lasciava qualche anno fa Kraftidioten (2014), pellicola norvegese dalla stessa trama e diretta sempre dal medesimo regista scandinavo. E si tratta forse di una delle rare volte dove si è portati a ridere di gusto su quello che è un vero e proprio dramma dove protagonista è una pietra miliare del cinema americano come Liam Neeson, che di film di questo genere a dire il vero ne ha fatti molti – forse anche troppi – ma che con le risate durante un po` tutta la storia acquista nuova vita ed energia, come se ringiovanisse di 10 anni o anche oltre. Tante le storie nella storia, tutte interessanti e utili: si va dalla storia gay da tenere segreta fino ai rapporti tra bianchi, nativi americani – nella storia erroneamente chiamati indiani – e uomini di colore, passando per i rapporti padre/figlo, quelli marito/moglie e quelli ricchi/poveri. E tutto questo si svolge in metri e metri di neve, conferendo paradossalmente un gelo amichevole e attrattivo per lo spettatore, che si perde nelle sconfinate bellezze della natura a discapito dei momenti girati in auto oppure in casa, e rimane affascinto dal complesso gioco di scatole cinesi che lo portano dove si sarebbe mai aspettato di arrivare, almeno nella maniera in cui ci arriva. Bella poi l`idea di collocare dopo ogni morte il nome e soprattutto il soprannome della vittima, accompagnato da un tipo di icona che ne racconta la provenienza culturale e/o religiosa. Non adatto a tutti per le forti scene di sangue, verra apprezzato in particolare da chi ha visto la vecchia pellicola dal quale trae origine, e da tutti coloro che amano l`azione con un elemento di sincera e reale presa in giro. Per questi, da vedere.

Un uomo tranquillo

Genere: Azione, Drammatici, Thriller

Interpreti: Liam Neeson, Emmy Rossum, Laura Dern, William Forsythe, Tom Bateman, Julia Jones, Raoul Max Trujillo, Domenick Lombardozzi, Elysia Rotaru, Aleks Paunovic

Un film di: Hans Petter Moland

Durata: 85 minuti

Data di uscita: 21 febbraio 2019

REVIEW OVERVIEW
Da Vedere
Previous articleParlami di Te
Next articleUn valzer tra gli scaffali
Fin dalla tenera età Daniele cresce a pane, libri e film che divora al cinema e in televisione ogni volta che ha un momento libero dagli studi. E' in questo periodo che decide che da grande farà il critico cinematografico. Laureato in Scienze della Comunicazione e in Economia della Comunicazione, si occupa di Web a 360° tramite DreamyourMind ed è docente per Corsi, IFTS e Master Universitari. E' giurato di premi italiani ed esteri legati al web come PWI, Mediastars, W3 Awards, Communicator Awards, Davey Awards e partecipa a gestire Web Totale oltre scrivere per Linkiesta. Molto attivo nell’associazionismo, in particolare in quello legato al mondo della Comunicazione e in quello di Confindustria. Membro del Board of Director di Arpico, è ora attivo il suo progetto Connekt che punta a mettere in rete artisti, investitori, imprenditori, filmmaker, startup e venture capital. Tra i progetti Gourmicious, startup nel settore enogastronomico. Infine, è online su Amazon il suo primo racconto breve intitolato Il Filo di Arianna.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here