Bones and All

0
104
Maren e Lee in Bones and All

( – )

Virginia, anni `80. La giovane Maren sembra fare una vita normale a scuola con le sue compagne quando, improvvisamente e durante una festa di una di queste, Maren fa qualcosa che costringe lei e suo padre a scappare dalla città per andare a vivere altrove.

Nel nuovo posto dove vivono una mattina Maren si sveglia e scopre che suo padre se ne è andato, lasciandole un lungo messaggio vocale, dove le racconta il perché di questo gesto, mettendola di fronte al suo passato, nel quale spicca una madre che Maren non ha mai conosciuto. La giovane decide quindi di intraprendere un viaggio tra uno Stato e l`altro degli States alla ricerca della donna, viaggio nel quale incontra Lee, che sarà quello che le cambierà la vita.

Dramma romantico che il nostro italianissimo Luca Guadagnino, al suo primo film negli States, ha vestito di horror in maniera peraltro non invasiva e quasi naturale, normale, vista anche la trama del libro omonimo di Camille DeAngelis da cui questo prodotto è tratto. Dopo il grande successo in Italia e all`Estero di Chiamami col tuo nome (2018), non bissato dal test del rifacimento del Suspiria (2019) del maestro Dario Argento in una veste nuova e rifocalizzata, Guadagnino era atteso ad una sfida che lo ha ripagato quasi totalmente della scommessa che ha deciso di fare. In questo senso, fondamentale la scelta di confrontarsi di nuovo con la dura realtà quotidiana, andando ad assegnare alla vita di tutti i giorni di Marenbrava Taylor Russell nel ruolo – e tutto sommato anche di Leestraordinarioça va sans direTimothée Chalamet – qualcosa che fa diventare il loro normale qualcosa di terrificante all`occhio dello spettatore. Ma attenzione, solo all`occhio di questo, che per la nuova coppia la loro “caratteristica” ha tutte le parvenze di una differente normalità. Sta proprio qui l`eccezionalità di questa pellicola, che per la prima volta permette a chi guarda lo specchio di provare ad identificarsi davvero con persone che sembrano normali, ma che tali non sono. Sentire gli odori come loro, avere i loro desideri fuori dalla norma, essere capaci di controllarli e misurarli senza necessariamente cadere vittima del bisogno momentaneo o della necessità di quel momento: se trasferite queste sensazioni provate dai protagonisti nella vita reale di ognuno di quelli che stanno ora leggendo, capirete facilmente quanto a (quasi) tutti noi potrebbe servire imparare a fare un tipo di azione omologa – come forza e personale rappresentatività – di quelle che sta imparando a fare Maren e che invece sa fare Lee in maniera organizzata e strutturata.

previous arrow
next arrow
PlayPause
Slider

 

Bravi come detto i protagonisti, ma bravissimi come e quanto loro anche i personaggi di contorno, tra i quali spiccano un monumentale Mark Rylance e degli ottimi David Gordon Green, Michael Stuhlbarg e Chloë Sevigny. Belle le ambientazioni della campagna degli Stati Uniti, e in questo la pellicola rappresenta anche un novello viaggio on the road inside the States pensato da menti moderne per un periodo storico tutto sommato antico. Se dobbiamo trovare un difetto al prodotto, questo sta proprio nella sua perfezione: si vede che esiste uno studio alla base, e questo fa perdere una parte di quella sensazione di magia che solo i capolavori o comunque i prodotti che entrano nelle ossa sanno dare. Perché questo specifico Guadagnino conquista e si fa ammirare, ma fallisce ad entrare dentro l`anima, e forse qui sta il suo vero limite. Da Vedere.

Bones and All - LocandinaBones and All

Genere: Drammatici, Horror, Romantici

Interpreti: Kendle Coffey, Taylor Russell, André Holland, Ellie Parker, Madeleine Hall, Christine Dye, Mark Rylance, Timothée Chalamet, Sean Bridgers, Anna Cobb, David Gordon Green, Michael Stuhlbarg, Jake Horowitz, Marshall Jackson, Marcia Dangerfield, Jessica Harper, Burgess Byrd, Chloë Sevigny, Max Soliz, Francesca Scorsese, Mark Angel, Hannah Aileen Barlow, John E. Brownlee, Jill Coughlin, Tyler Craig, Laura Dejean, Richard Doone, Shawn P. Farrell, Brady Gentry, Ron Gorley, Alphaeus Green Jr., Dustin Hannika Jr., Sue Hopkins, Jackson Janowicz, Rachel J. Jones, Angel Kerns, Karen Koester, Pete Law, Mion Lee, Dori Lucas, Gary Maloney, Anita S Martin, Cory Medley-White, Claudio Encarnacion Montero, Erik Moth, Kevin E. Murphy, Tom O’Brien, Karen Olchovy, Roger Petan, Missy Piper, David Pittinger, Erin Reardon, Claudia Richardt, Brian D. Schroeder, Anna Sheridan, Greg Siewny, Robert P. Thitoff, Jim Waldfogle, Steven Terry Walker, Ming Wang, Diane Wasnak

Durata: 130 minuti

Un film di: Luca Guadagnino

Data di uscita: 23 Novembre 2022

REVIEW OVERVIEW
Da Vedere
SHARE
Previous articleOmicidio nel West End
Next articlePinocchio
Fin dalla tenera età Daniele cresce a pane, libri e film che divora al cinema e in televisione ogni volta che ha un momento libero dagli studi. E' in questo periodo che decide che da grande farà il critico cinematografico. Laureato in Scienze della Comunicazione e in Economia della Comunicazione, si occupa di Web a 360° tramite DreamyourMind ed è docente per Corsi, IFTS e Master Universitari. E' giurato di premi italiani ed esteri legati al web come PWI, Mediastars, W3 Awards, Communicator Awards, Davey Awards e partecipa a gestire Web Totale oltre scrivere per Linkiesta. Molto attivo nell’associazionismo, in particolare in quello legato al mondo della Comunicazione e in quello di Confindustria. Membro del Board of Director di Arpico, è ora attivo il suo progetto Connekt che punta a mettere in rete artisti, investitori, imprenditori, filmmaker, startup e venture capital. Tra i progetti Gourmicious, startup nel settore enogastronomico. Infine, è online su Amazon il suo primo racconto breve intitolato Il Filo di Arianna.