Big Eyes

0
19
Margaret Ulbrich e Water Keane in Big Eyes

Walter: “Devo farti una domanda: come mai questi grandi occhi strani?”
Margaret: “Oh, vedi io penso che si vedano tante cose negli occhi… Gli occhi sono lo specchio dell’anima.”
Walter: “Si ma tu li fai come fossero frittelle, sono troppo sproporzionati!”
Margaret: “Si, gli occhi sono il modo in cui esprimo le mie emozioni, li ho sempre disegnati così. Da piccola un’operazione mi ha lasciata sorda per un periodo e così mi sono ritrovata a fissare con lo sguardo, mi affidavo agli occhi della gente.”
(Margaret Keane e Walter Keane – Amy Adams e Christoph Waltz)

Margaret Ulbrich è ancora giovane quando, con una figlia a carico, decide di lasciare suo marito per una nuova vita, che per lei rappresenterà nella sua visione del futuro quella della pittrice. E’ proprio questo il momento in cui conosce il suo futuro secondo marito Walter Kane, il quale si occuperà di commercializzare ogni sua opera, e in particolare quello che diventerà il suo vero e proprio marchio di fabbrica, cioè il viso di bambini dagli occhi molto grandi.

Margaret è felice, o almeno così le sembra di essere, e tutto questo va avanti fino a che la donna non si rende conto di una realtà a cui finora è sempre voluta sfuggire: suo marito Walter Kane va raccontando in giro a chiunque che i quadri che stanno avendo un enorme ed inaspettato successo, i suoi quadri, sono opera sua e non di Margaret come sono in realtà.

Tutta la vita di Walter Kane sembra essere costruita su una sorta di bugia, e sarà il turno di Margaret smascherare tutto questo portando paradossalmente ancora maggiore notorietà alle sue opere pittoriche.

Incredibile storia vera dedicata a quella che è conosciuta come una delle più famose diatribe pittoriche degli ultimi 50 anni, quella tra Margaret UlbrichWalter Kane. Questa volta ciò con cui si cimenta il maestro Tim Burton è qualcosa di insolito anche per lui, abituato a raccontare storie dal taglio decisamente diverso. Il risultato è quantomeno lusinghiero, e a dare una spinta proprio a questo contribuiscono gli splendidi dipinti della protagonista del film oltre alla recitazione sopra le righe di Amy Adams e del solito Christoph Waltz. Bravo, bravo e ancora bravo il secondo, come sempre del resto: le sue espressioni eccentriche sono naturali e lo rendono estremamente antipatico, come è giusto che sia. Ancora migliore la prima: bella, sofferente, sensibile, innocente e piena di energia e voglia di vivere, voglia che riversa in quegli occhioni tanto belli quando disperatamente soli e bisognosi di affetto, tanto quanto lei. Tanto freddo e asettico è Kane, tanto è piena di vita e sentimenti Margaret, e la differenza tra i due è subito tangibile e forte, costruendo una parete divisoria che lo spettatore è in grado di identificare molto prima dei due stessi protagonisti. Molti bravi anche i 4 co-protagonisti del film, interpretati da Danny HustonKrysten RitterJason Schwartzman e Terence Stamp, attori che hanno tutti un’ottima esperienza cinematografica, che gli permette di trasformare i cammei che interpretano in dei piccolissimi capolavori cinematografici. Tra i momenti più spettacolari del film quello in cui Margaret vede o immagina di vedere sul viso di ogni persona che la circonda invece degli occhi reali quelli da lei creati nei suoi dipinti: qui riconosciamo il vero Tim Burton, quello che ci ha fatto letteralmente impazzire con i suoi effetti speciali unici e magici. Tutto questo e anche molto di più è Big Eyes, una pellicola che non dovreste perdervi per nulla al mondo. Provare per credere.

[review]

[two_fifth]Big Eyes - Locandina

[/two_fifth]

[three_fifth_last] Big Eyes

Genere: Biografici

Cast: Amy Adams, Christoph Waltz, Danny Huston, Krysten Ritter, Jason Schwartzman, Terence Stamp, Jon Polito, Stephanie Bennett, Heather Doerksen, Andrew Airlie, Elisabetta Fantone, Emily Fonda, James Saito, Vanessa Ross, Steven Wiig, Jill Morrison, Emily Bruhn

Un film di: Tim Burton

Durata: 104 minuti

Data di uscita: 1 Gennaio 2015

[/three_fifth_last]

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here