Oltre la notte

0
50
Katja Sekerci in Oltre la notte

Katja Sekerci: [attaccando Edda in tribunale] Guardami, stronza! Io ti ucciderò!
(Katja Sekerci – Diane Kruger)

Germania. Nuri, marito di Katja, e suo figlio Rocco muoiono a causa di un attentato, e Katja resta in primis sconvolta, e successivamente cerca di capire cosa sia successo e come uscire fuori da quella situazione. L`aiuto migliore gli arriverà da Danilo Fava, avvocato amico di suo marito che la aiuta e sostiene nel processo contro chi lo ha ucciso.

Sì, perché i due colpevoli sono chiari per tutti, ma in questo caso il problema è il tempo che passa, anche perché i tempi legali non coincidono purtroppo con quelli di fare giustizia che sono abbinati ai due giovani coniugi colpevoli del tutto e appartenenti ad un movimento neonazista. Katja resisterà fino ad allora?

Non ci sono mezze misure per descrivere questo dramma poliziesco del maestro turco-tedesco Fatih Akin, già creatore di due piccoli capolavori come La sposa turca (2004) e Soul Kitchen (2010). Spesso Akin ha dichiarato di sentirsi in tutto e per tutto tedesco e di non voler fare del cinema etnico in Germania, ma a conti fatti i suoi migliori prodotti hanno tutti più o meno direttamente a che fare con la comunità da cui lui, tedesco di 2a generazione, proviene. Il risultato che questa volta ne viene fuori è un film duro come pochi altri, soprattutto se si ha la forza e la voglia di immedesimarsi con la sua protagonista Katja, interpretata bene dalla bella e brava Diane Kruger. Un po` come successo in un altro dei piccoli/grandi capolavori dell`ultimo periodo, alias La Fratellenza (2017), ci viene presentato il percorso esistenziale della protagonista, che da madre normale, tranquilla e felice inizia a trasformarsi sempre più in una persona assetata di vendetta in primis verso chi ha ucciso la sua famiglia con una bomba, e poi verso se stessa. Il paragone con quello che succede nella vita di molti kamikaze di matrice musulmana non è poi azzardato, anche considerando la provenienza del marito di Katja e quello del regista stesso, che sembra infatti voler comunicare come quando si perde tutto, le scelte rimaste restano poche, e tendono verso un desiderio forte di scomparire insieme a chi ci ha fatto del male. Perchè uccidere il prossimo, infatti, se anche facendolo la nostra tristezza interiore non si cancella? Quello che vogliamo, in casi come questo, è solo sparire, cancellare la nostra vita e con lei tutto quello che questa rappresenta, per andare dove, si spera, coloro che ci hanno lasciati si trovano. Interessante in questo senso l`immagine che viene data dei tribunali e della giustizia tedesca, che come in molti altri posti del mondo funziona poco e male. A conti fatti, dare una risposta alla violenza e all`orrore è sempre difficile, anche perchè questa risposta genererebbe altro orrore, in un crescendo che rischia di arrivare a non avere fine. Da Vedere.

[review]

[two_fifth][/two_fifth]

[three_fifth_last] Oltre la notte

Genere: Drammatici, Polizieschi

Interpreti: Diane Kruger, Denis Moschitto, Johannes Krisch, Samia Muriel Chancrin, Numan Acar, Ulrich Tukur, Rafael Santana, Hanna Hilsdorf, Ulrich Brandhoff, Jessica McIntyre, Siir Eloglu, Yannis Economides

Un film di: Fatih Akin

Durata: 106 minuti

Data di uscita: 15 Marzo 2018

[/three_fifth_last]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here