Animali Notturni

0
2
Susan Morrow in Animali Notturni

Susan Morrow: Cosa ti spinge a scrivere?
Edward Sheffield: Ritengo che sia un modo per tenere vive le cose. Per preservare quello che è destinato a morire. Sento che scrivendole, dureranno per sempre.
(Susan Morrow e Edward Sheffield – Amy Adams e Jake Gyllenhaal)

Pensi mai che la tua vita sia diversa da come la volevi?
(Susan Morrow – Amy Adams)

Quando ami qualcuno dovresti fare attenzione. Potrebbe non capitarti più.
(Edward Sheffield – Jake Gyllenhaal)

Susan, goditi l’assurdità del nostro mondo. È molto meno doloroso. Credimi, il nostro mondo è molto meno doloroso del mondo reale.
(Carlos – Michael Sheen)

Susan Morrow è ricca, è sposata con il bellissimo Walker, è proprietaria di una galleria d`arte famosa e vive la vita di una persona dell`alta società. Quando però riceve dal suo ex-marito scrittore Edward Sheffield una copia del suo nuovo romanzo e inizia a leggerlo, le cose cambiano.

Giorno dopo giorno Susan è catturata dalla storia lì scritta, che la riporta indietro di 19 anni ai tempi del suo matrimonio proprio con Sheffield. Un tempo, quello, in cui Susan scappava dalle apparenze in cui era nata, un tempo in cui era alla ricerca dell`amore vero, un tempo finito per sempre.

Sessualità pesante, esagerata e sgradevole quella in apertura del dramma romantico di Tom Ford, e sinceramente funzionale solo ad attirare l’attenzione dello spettatore. In un prodotto come questo nel complesso molto ben confezionato, non serviva essere così esagerati per comunicare quanto sono in decadenza gli Stati Uniti. Il resto del nudo, di matrice più artistica e funzionale alla trama e considerando la tendenza sessuale del regista, fa tutt’altro effetto. Nella storia Amy Adams è come sempre bellissima e allo stesso tempo fredda e distaccata a tal punto da sembrare abbastanza diversa dalla stessa Amy Adams che ci ha fatto innamorare in Lei (2014) e in Arrival (2017). Anche l’affascinante Armie Hammer recita in maniera fortemente distante, e questo sembra rappresentare la volontà di Ford nel rappresentare il distacco di una coppia che sembra non avere più nulla da dirsi. Ufficio, affari, palestra e tanto altro ancora, quando le cose non vanno tutto è funzionale a cercare di fare altro piuttosto che stare insieme. Persino il sesso sembra non interessare più i protagonisti, oppure viene usato insieme come mero strumento di distrazione puramente fine a se stesso. Tutto questo è solo la rappresentazione di una grande solitudine interiore, in particolare quando si hanno i soldi per fare ciò che si vuole e non si hanno problemi economici; se davvero questo è il messaggio che il regista voleva comunicare, a parte lo sgorbio iniziale, questi ci riesce in pieno. Altro concetto importante affrontato in questa pellicola è quello di un passato che si vuole dimenticare e cancellare, ma che a volte ritorna in modo duro e doloroso, come un libro dalla carta tagliente capace di far uscire fuori il sangue dalla nostra anima. Ulteriore punto in questione è la bugia raccontata all’interno di una coppia stabile, qualcosa che sarebbe capace di insinuare il seme del dubbio riguardo il nostro compagno/a dentro il cuore di chiunque. Una delle cose più interessanti di tutta la pellicola è il continuo spostamento tra la trama del libro e la trama vera e propria, che con il passare dei minuti si fondono in modo sempre più percepibile fino a diventare, di fatto, una cosa sola, anche grazie all`intelligente virata di Gyllenhaal dal libro alla realtà. Bravo questi in un ruolo in grado di esaltare le sue capacità di uomo capace di soffrire ed esprimere al meglio questo tipo di stati d’animo. Bravi anche Michael Shannon nel ruolo del poliziotto Bobby AndesIsla Fisher nella parte di Laura Hastings; Laura Linney poi è una Anne Sutton splendida, almeno quanto Aaron Taylor-Johnson risulta perfetto nel rappresentare il cattivo ragazzo Ray Marcus. Buona la fotografia e buone le luci (e il buio) del film. Focus particolare sui metodi che usa la polizia americana, metodi che sovente vanno oltre le regole e il consentito. Essere perfetti non serve, essere ricchi non serve, essere famosi non serve nella vita, se si sceglie la persona giusta per come appare invece per come è davvero, e se non si è in grado di credere in se stessi, di essere felici con se stessi e con il prossimo. Se non si è in grado di sapere cosa si vuole dalla vita. Se non si è in grado di amare.

[review]

[two_fifth][/two_fifth]

[three_fifth_last] Animali Notturni

Genere: Drammatici, Polizieschi, Romantici

Interpreti: Amy Adams, Jake Gyllenhaal, Michael Shannon, Aaron Taylor-Johnson, Isla Fisher, Karl Glusman, Armie Hammer, Laura Linney, Andrea Riseborough, Michael Sheen, India Menuez, Toni French, Ellie Bamber, Amanda Fields, Carson Nicely, Lee Benton, Kristin Bauer van Straten

Un film di: Tom Ford

Durata: 116 minuti

Data di uscita: 17 novembre 2016

[/three_fifth_last]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here