American Pastoral

0
29
Seymour Levov e Dawn Levov in American Pastoral

Moglie perfetta, casa perfetta, figlia perfetta. Qualcuno da lassù gli sorrideva. E pensavo che per lui sarebbe sempre stato così. Era lo Svedese.
(David Strathairn – Nathan Zuckerman)

Seymour Levov, detto da tutto lo Svedese, sembra avere tutto dalla vita: è bello, affascinante, gestisce la ditta di famiglia ricevuta in eredità dal ricco padre ebreo insieme ai soldi che questa produce e ha sposato una donna bellissima, la ex Miss New Jersey Dawn Levov, che gli ha dato quella bambina che avrebbe sempre voluto avere.

La sua vita va quindi a gonfie vele, almeno fino a che sua figlia Merry, ormai 16enne, è accusata di aver compiuto un attentato che ha ucciso una persona. Seymour e Dawn, persi nel dolore e nei sensi di colpa, mentre Merry sembra volatizzatasi chissà dove provano a capire che cosa sia davvero successo e lo Svedese in particolare, esempio perfetto del Sogno Americano, faticherà ad andare avanti cercando di capire in cosa ha sbagliato a crescere Merry.

Dramma con caratteristiche da poliziesco che vede l’esordio alla regia di Ewan McGregor, che è anche il protagonista principale della storia. Basato su uno dei più famosi lavori del Premio Pulizer Philip Roth, questa pellicola si rivela un prodotto estremamente forte certamente non adatto a palati fini. Fantastica la scena iniziale dell`attentato, dove esplode non solo uno sconosciuto ufficio postale ma anche la bandiera degli Stati Uniti che sopra questo viene issata, simbolo di un modello di vita e di una logica esistenziale che giorno dopo giorno diventa sempre meno appetibile per la gente comune. Tutta la trama si gioca sui rapporti familiari ed in particolare sulla relazione padre-figlia. O almeno, così dovrebbe essere in base ai racconti del regista che abbiamo avuto la fortuna di incontrare di persona a Roma qualche giorno fa insieme alla sempre più bella Jennifer Connelly. In realtà ad avermi colpito particolarmente non è stata tanto questa prima relazione, forse un pò telefonata e qualcosa che un pò tutti potevamo aspettarci, quanto la relazione madre-figlia e il rapporto moglie-marito. E non è un caso che vado a mettere la madre-moglie prima degli altri 2 personaggi: ho trovato Jennifer divina sia nell`interpretare il ruolo di Dawn Levov che nel gestire la sua parte delle relazioni familiari. Brava, espressiva e con un livello di interazione portato all`eccesso, è proprio lei a dare la spinta principale all`empatia che il film riesce a produrre, aiutata poi certo dai bravi Ewan McGregorDakota Fanning. In particolare, la seconda riesce ad essere maggiormente efficace quando interagisce con gli altri trovandosi ancora a casa sua, quindi nella parte iniziare della storia, mentre perde un pò di forza dopo che viene ritrovata dal padre; questo potrebbe però essere qualcosa di studiato a tavolino, per rendere meglio l`idea della differenza di stato mentale della ragazza tra il prima e il dopo. Ben centrato il periodo storico e molto forte il messaggio politico che la pellicola è in grado di dare. Sono sicuro che ne rimarrete sinceramente colpiti, ponendovi allo stesso modo molte domande riguardo la vostra vita personale che, forse, in passato erano passate un po sottotraccia. Da Vedere.

[review]

[two_fifth]American Pastoral - Locandina

[/two_fifth]

[three_fifth_last] American Pastoral

Genere: Drammatici, Polizieschi

Attori: Ewan McGregor, Jennifer Connelly, Dakota Fanning, David Strathairn, Uzo Aduba, Valorie Curry, Rupert Evans, Molly Parker, Peter Riegert, Mark Hildreth, Emily Peachey, Hannah Nordberg, Ocean James, David Whalen

Durata: 126 minuti

Un film di: Ewan McGregor

Data di uscita: 20 ottobre 2016

[/three_fifth_last]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here