Questione di tempo

0
66
Tim e Mary in Questione di tempo

Lezione numero uno… puoi viaggiare nel Tempo quanto vuoi, ma non puoi costringere una persona ad amarti.
(Tim – Domhnall Gleeson)

Dopo l’ennesima festa di Capodanno in Tim, 21 anni, viene messo a conoscenza da suo padre del segreto che custodiscono tutti gli uomini della loro famiglia: tutti logo hanno la capacità di viaggiare nel tempo e che anche lui l’ha ereditata. Tim, dapprima incredulo e superata un’iniziale titubanza, decide di tentare e con sua grande sorpresa il miracolo accade: questo potere esiste davvero! Ma subito dopo viene una spontanea una domanda: come usarlo senza fare danni a se stessi e a l prossimo? L’obiettivo di Tim è trovare una ragazza, e il ragazzo decide di provare ad usare la sua nuova forza proprio per questo.

Dopo alcuni vani tentativi con un’amica della sua stravagante sorella Kit Kat e trasferitosi a Londra per lavoro, Tim incontra quasi per caso Mary ed è amore a prima vista. Riuscirà il ragazzo a conquistare Mary e a farne la donna della sua vita?

Esprime e trasmette la bellezza della vita esattamente come questa è, nella sua totale naturalezza. Questo è stato il primo pensiero che il film del regista Richard Curtis, già sul grande schermo con Love Actually – L’amore davvero (2003) e I love Radio Rock (2009), mi ha lasciato. Una commedia romantica a tratti un po’ amara che esplora il senso dell’amore e della vita. Una fotografia della quotidianità di ciascuno dove il viaggio nel tempo, che potenzialmente permette di rivivere momenti della propria vita passata e cambiare ciò che ci è accaduto, diventa quindi solamente uno strumento utile per poter parlare delle persone e degli accadimenti con cui tutte queste hanno a che fare quotidianamente: la vita, l’amore, la sofferenza. Come il regista ci consiglia di riuscire a scoprire come trarre il meglio della vita? Semplicemente apprezzando ogni singolo momento della nostra esistenza e vivendo ogni giorno come se fosse unico. E lo scorrere del tempo diventa quello che davvero governa il vivere di ogni cellula umana, un tempo che sa essere impietoso persino con chi ha la facoltà di poterlo in un certo qual modo governare. Rachel McAdams interpreta egregiamente la ragazza della porta accanto dimostrandosi perfetta nei panni di Mary. Da non trascurare anche l’interpretazione e l’ironia di Domnhall Gleeson – attore già visto in Anna Karenina (2013) e Harry Potter e i doni della morte: Parte 2 (2011) – nella parte del protagonista Tim vero e essenziale, drammatico e divertente allo stesso tempo, e di Bill Nighy, vera e propria icona del cinema anglosassone che anche questa volta non tradisce le attese con una recitazione a cavallo tra l’amaro e lo scanzonato. Buona la fotografia e le immagini, molto curati i dettagli e assolutamente geniale la colonna sonora, che colpirà particolarmente al cuore proprio noi italiani con l’uso delle inattese note de Il mondo di Jimmy Fontana che creano un’amarcord che colpisce al cuore. Un film, in sintesi, capace di divertire, di far innamorare e di lasciare dentro le nostre anime un’analisi vera e reale del valore che il tempo dovrebbe avere nella vita di noi tutti.

[review]
[two_fifth]
locandina-questione-di-tempo[/two_fifth]

[three_fifth_last]Questione di tempo

Genere: Commedia, Romantici

Cast: Domnhall Gleeson, Rachel McAdams, Bill Nighy, Tom Hollander, Margot Robbie, Lindsay Duncan, Lydia Wilson, Richard Cordery, Joshua McGuire, Will Merrick, Vanessa Kirby, Richard Griffiths

Un film di: Richard Curtis

Durata: 124 minuti

Data di uscita: 7 Novembre 2013 (Italia)
[/three_fifth_last]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here