A Quiet Passion

0
96
Emily Dickinson in A Quiet Passion

Questa è la mia lettera al mondo che non mi ha mai scritto.
(Emily Dickinson – Cynthia Nixon)

Inganniamo noi stessi e poi gli altri.
(Emily Dickinson – Cynthia Nixon)

Le poesie sono la mia consolazione per l’eternità che ci circonda.
(Emily Dickinson – Cynthia Nixon)

Emily Dickinson: Come puoi continuare ad amarmi?
Vinnie Dickinson: Sei così facile da amare.
(Emily Dickinson e Vinnie Dickinson – Cynthia Nixon e Jennifer Ehle)

La chiarezza è una cosa; l’ovvietà è un’altra.
(Emily Dickinson – Cynthia Nixon)

Emily Dickinson nasce ad Ambers nel Massachusetts nel 1803, e da subito si mostra come una ragazza unica nel suo genere. Durante le scuole superiori se ne va dal College di Mount Holyoke dove studiava per il suo chiaro rifiuto di dichiarare di essere di religione cristiana. Tornata a vivere nella casa di suo padre Edward, Emily inizia ad uscire sempre meno, e si appassiona alla scrittura e in particolare alla poesia.

Osteggiata per la sua scelta di diventare una poetessa – all`epoca scrivere era un lusso dedicato quasi esclusivamente agli uomini – riesce a far pubblicare alcuni suoi lavori da un editore che però ne cambia in parte il contenuto e quindi il senso. Estrema nel suo essere se stessa, Emily, anche a causa di una nefrite, rimarrà in casa con la sorella Vinnie fino alla sua morte, nel 1886.

previous arrow
next arrow
PlayPause
Slider

 

Biografia drammatica firmata da Terence Davis che ricostruisce alcuni dei momenti più importanti di quella che viene unanimamente considerata a livello globale una delle poetesse più sensibili e rappresentative di tutti i tempi. La pellicola ha un inizio leggero e misurato, dando per tutta la prima parte ampio spazio a battute e risate, e portando lo spettatore che non conosce la vera storia della Dickinson a pensare che, tutto sommato, si possa trattare di una commedia amara. Niente di più sbagliato. Non era facile creare un film bello, profondo e pieno di humor – a suo modo si intende – su un`autrice per propria scelta ha vissuto gran parte della propria vita reclusa nella sua casa, ma Davis è riuscito in queste piccola/grande impresa, creando qualcosa di diverso che per tanti versi è un gioiello low profile. La parola versi non è usata a caso quando si parla di Emily Dickinson, perchè oltre al fattore comico questa storia è in primis una poesia permanente di 2 ore, nelle quali tante delle migliori opere dell`autrice vengono recitate dalla voce fuoricampo appartenente ad Emily stessa. In questo senso, brava ad interpretarla la protagonista Cynthia Nixon che colpisce anche per la capacita di rappresentare cinematograficamente la grave malattia che ha portato la poetessa alla morte a 55 anni. Ma la vera rivelazione è Catherine Bailey alias Vryling Buffam, civetta e sboccata in un modo perfettamente in linea con gli stili di comunicazione tra sessi e intersesso in voga nel 1800. Emily è una donna moderna nata nell`epoca sbagliata, protagonista di una storia che, ambientata negli USA, arriva a toccare temi quali il femminismo, l`ipocrisia, il razzismo verso gli afroamericani, il rapporto con la religione, e la relazione tra esseri umani e l`amore, e lo fa senza perdere mai di vista la leggerezza citata all`inizio, anche di fronte a questioni che sarebbero dure da digerire per chiunque. Belli i costumi ricostruiti alla perfezione su modello degli States di quel tempo, stupende le ambientazioni sia in esterna che in interna, fenomenali i dialoghi capaci di raccontare la vita di una donna, vita che passa come un sogno che si impossessa della sua vita, facendole perdere la propria identità. Unica salvezza i figli, per quelle che li avevano. Non sarà mai, purtroppo, il caso di Emily.

A Quiet Passion

Genere: Biografici, Drammatici

Interpreti: Cynthia Nixon, Jennifer Ehle, Duncan Duff, Keith Carradine, Jodhi May, Joanna Bacon, Catherine Bailey, Emma Bell, Benjamin Wainwright, Annette Badland, Rose Williams

Un film di: Terence Davies

Durata: 125 minuti

Data di uscita: 14 giugno 2018

REVIEW OVERVIEW
Da Non Perdere
Previous articleSearching, promo video e date
Next articleLa Truffa dei Logan
Fin dalla tenera età Daniele cresce a pane, libri e film che divora al cinema e in televisione ogni volta che ha un momento libero dagli studi. E' in questo periodo che decide che da grande farà il critico cinematografico. Laureato in Scienze della Comunicazione e in Economia della Comunicazione, si occupa di Web a 360° tramite DreamyourMind ed è docente per Corsi, IFTS e Master Universitari. E' giurato di premi italiani ed esteri legati al web come PWI, Mediastars, W3 Awards, Communicator Awards, Davey Awards e partecipa a gestire Web Totale oltre scrivere per Linkiesta. Molto attivo nell’associazionismo, in particolare in quello legato al mondo della Comunicazione e in quello di Confindustria. Membro del Board of Director di Arpico, è ora attivo il suo progetto Connekt che punta a mettere in rete artisti, investitori, imprenditori, filmmaker, startup e venture capital. Tra i progetti Gourmicious, startup nel settore enogastronomico. Infine, è online su Amazon il suo primo racconto breve intitolato Il Filo di Arianna.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here