Un amico straordinario

0
347
Daniel Striped Tiger e Fred Rogers in Un amico straordinario

Lloyd Vogel: Com’è essere famosi?
Fred Rogers: “Fama” è una parola di quattro lettere. Ciò che conta è cosa ne facciamo.
(Lloyd Vogel e Fred Rogers – Matthew Rhys e Tom Hanks)

Andrea Vogel: Stai bene?
Lloyd Vogel: Sto profilando il signor Rogers.
Andrea Vogel: Lloyd, per favore, non rovinare la mia infanzia.
(Andrea Vogel e Lloyd Vogel – Susan Kelechi Watson e Matthew Rhys)

Fred Rogers: Stiamo cercando di dare al mondo modi positivi per gestire i loro sentimenti.
Lloyd Vogel: Sì, ad esempio?
Fred Rogers: Ci sono molte cose che puoi fare. È possibile suonare contemporaneamente tutti i tasti più bassi di un piano.
(Fred Rogers e Lloyd Vogel – Tom Hanks e Matthew Rhys)

1998. Lloyd Vogel è un giornalista di New York a cui Esquire chiede di scrivere un pezzo su Fred Rogers, il conduttore del programma per bambini Mister Rogers’ Neighborhood. Lloyd, sposato e con un figlio appena nato, si reca ad incontrare il pastore protestante Rogers e ne resta spiazzato.

Vogel e Rogers fanno amicizia, e Vogel trova in Rogers la persona giusta in grado di aiutarlo ad andare oltre ai conflitti che ha con il padre che ha abbandonato lui e la sorella, e in generale ad essere migliore verso il prossimo. Questo cambierà la sua vita, facendolo riavvicinare alla moglie, occuparsi del bambino e fare pace con suo padre.

previous arrow
next arrow
PlayPause
Slider

 

Dramma biografico costruito attorno ad una figura quasi mitologica per la storia della televisione americano: si tratta infatti del famosissimo Fred Rogers – qui interpretato in modo buono dalla superstar Tom Hanks – celebre negli States per aver creato un programma seguitissimo dai bimbi e dalle loro mamme dal titolo Il quartiere del Signor Rogers (1968-2001). Tom Hanks riesce a rendere bene nella pellicola la gentile, calma e disponibile personalità di Rogers, non scordandosi allo stesso tempo di veicolare l’estrema sincerità di cui il protagonista ha sempre fatto suo cavallo di battaglia. Grazie agli occhi del giornalista investigativo Lloyd Vogel, co-protagonista ben reso sul grande schermo da parte di Matthew Rhys, scopriamo però anche che Rogers aveva delle debolezze, esattamente come chiunque di noi, e che a conti fatti Fred Rogers ha rappresentato null’altro che una finestra aperta sull’America che non aveva voce, e in particolare su una parte di essa, quella dei bambini, troppo spesso costretta a subire comportamenti violenti e angherie da parte di genitori troppo egoisti e cattivi per poter essere davvero chiamati tali. Inutile negare che tutti quanti siamo stati bambini, e molti nella loro vita hanno vissuto momenti non proprio felici: a ricordarcelo ci pensa appunto Lloyd Vogel che rappresenta proprio il luogo ideale verso il quale la finestra rappresentata invece da Roberts si trova aperta. La televisione dona a Rogers la forza di raggiungere ogni famiglia o quasi, in un’epoca dove questo media era ancora visto come qualcosa di nuovo, unico e speciale, e di essere perciò una finestra davvero a tutto tondo. Particolare la scelta di far muovere i protagonisti della storia in modo surreale, utilizzando dei diorami geografici che un po’ ricordano proprio l’epoca in cui Rogers visse. Se un appunto vogliamo fare a questo prodotto è nella sua eccessiva normalità, ma non è detto che questo sia necessariamente un difetto, visto che mancano storie normali nel cinema di oggi. Da vedere per genitori e nonni e, perché no, anche per i loro figli, che a fine spettacolo si chiederanno chi sia davvero il personaggio presentato e andranno magari a cercare altre notizie su di lui.

Un amico straordinario

Genere: Biografici, Drammatici

Interpreti: Tom Hanks, Matthew Rhys, Chris Cooper, Susan Kelechi Watson, Maryann Plunkett, Enrico Colantoni, Wendy Makkena, Tammy Blanchard, Noah Harpster, Carmen Cusack, Kelley Davis, Christine Lahti, Maddie Corman, Daniel Krell, Jon L Peacock, Gretchen Koerner, Gavin Borders, Mark August, Tressa Glover, Jessica Hecht, Di Zhu, Diane Monroe, Maxine Roach, Lesa Terry, Tahirah Whittington, Nigel Swinson, Kayla Fan, Alexander Ment, Madeline Ment, Olivia Irene Ruiz, Kiesse Yengo-Passy, Marcel Kottmann, John Castagliola, Preston Lopez, Reginald Bannerman, Spencer Lott, Haley Jenkins, Marc Petrosino, Kathleen Kim, Mike Ancas, Greg Black, Tom Bonello, Chris Breen, Gregory Bromfield, Francesca Calo, William Caraballo, Lloyd Crago, Kitty Crystal, Amy Lyn Elliott, Joe Fishel, Jim Fitzgerald, Heather Habura, Robert Edward Healy III, Josh Heileman, Nate Heller, Liz Higgins, Lauren Hopkins, Benjamin Norman Howland, Matthew Iacono, Bill Isler, Kevin L. Johnson, Nathaniel Johnson, William Kania, Trudi Kennedy, Rosie Koster, James Lloyd, Scott Lockhart, Shannon Smith Lucas, Jack Marnoni, Michael Masini, Scott Matheny, Kirsten McCain, Patrick McDade, Phil Nardozzi, Mark Newara, David Newell, Jackson Nunn, Trevor Stevie Ray Ontiveros, Keith Otto, Alex Perez, Katrina E. Perkins, Jivan Xander Ramesh, Scott Rapp, Jordan Rhone, Fred Rogers, Joanne Rogers, Edlyn Sabrina, Laurie Sheppard, Erika Shrout, Ryan Sobota, Rebecca Watson, Stephen West-Rogers, Ted Williams, Frank Wilson, Raymond Wormack

Un film di: Marielle Heller

Durata: 109 minuti

Data di uscita: 5 marzo 2020

REVIEW OVERVIEW
Da Vedere
Previous articleGli anni più belli
Next articleBirds of Prey e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn
Fin dalla tenera età Daniele cresce a pane, libri e film che divora al cinema e in televisione ogni volta che ha un momento libero dagli studi. E' in questo periodo che decide che da grande farà il critico cinematografico. Laureato in Scienze della Comunicazione e in Economia della Comunicazione, si occupa di Web a 360° tramite DreamyourMind ed è docente per Corsi, IFTS e Master Universitari. E' giurato di premi italiani ed esteri legati al web come PWI, Mediastars, W3 Awards, Communicator Awards, Davey Awards e partecipa a gestire Web Totale oltre scrivere per Linkiesta. Molto attivo nell’associazionismo, in particolare in quello legato al mondo della Comunicazione e in quello di Confindustria. Membro del Board of Director di Arpico, è ora attivo il suo progetto Connekt che punta a mettere in rete artisti, investitori, imprenditori, filmmaker, startup e venture capital. Tra i progetti Gourmicious, startup nel settore enogastronomico. Infine, è online su Amazon il suo primo racconto breve intitolato Il Filo di Arianna.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here