47 Ronin

0
709
Kai in 47 Ronin

Io verrò a cercarti,
attraverso mille mondi e diecimila vite,
finchè non ti avrò trovata.
(Kai – Keanu Reeves)

C’era un tempo, tanti, tanti anni fa dove il Giappone era un paese totalmente feudale, nel quale però l’onore e l’integerrima morale dei samurai era costantemente pronta a scontrarsi con l’avidità e la mancanza di scrupoli del mondo circostante, anche quando questo dialogava direttamente con realtà che di umano hanno sempre avuto ben poco. Questi uomini sono quelli a cui dobbiamo il Giappone moderno, e questo è il contesto in cui si inserisce questa storia che trae origine dal più antico racconto tradizionale della storia nipponica.

Il giovane Kai ha sempre desiderato appartenere a questo mondo fatto di lealtà e rispetto, ma la sua natura di mezzosangue lo ha sempre fatto considerare dalla società circostante una specie di reietto, una persona con cui, nel bene e nel male, non si dovevano avere rapporti di alcun tipo. Questo non è mai stato però il caso di Mika, figlia del Governatore dell’Area e futura erede di tutti i suoi beni che da sempre è innamorata di proprio di Kai. Quando però il padre di Mika viene messo da parte da un tiranno che vuole prendere il suoi posto aiutato da una potente Strega, tutti i samurai della zona guidati da Ôishi vengono privati dell’onore e diventano dei reietti ronin. Dopo 1 anno, però, Ôishi è pronto per avere la sua vendetta tramite un’azione che contiene in se i semi della follia, e che per essere portata a termine ha bisogno proprio dell’aiuto di Kai: in palio c’è il recupero della dignità persa da tutto il casato, anche a costo della vita dei 47 ronin coinvolti. Si dia quindi inizio alle danze.

Perfetto film d’azione che sfiora il mondo della fantasy grazie alla partecipazione della bellissima e terrificante Rinko Kikuchi nel ruolo della Strega in grado di controllare gli avvenimenti di quell’area del Paese del Sol Levante. Effetti speciali di alto profilo anche grazie ad un 3D di buon livello e una trama mai banale rendono questa pellicola molto accattivante per tutti gli amanti dell’Oriente e delle filosofie di quella parte del mondo. Molto particolare poi il ruolo di Kai interpretato da uno splendido Keanu Reeves, in grado di trasmettere davvero i sentimenti presenti in una persona che, in fuga da un passato che non ha mai chiesto lui di vivere, si ritrova a svolgere ruoli inferiori alle proprie capacità solo per rendere grazie a colui che lo ha salvato, seguendo in pieno gli assiomi di rispetto e stile tipici della cultura giapponese. Splendide ed estremamente realistiche le lotte tra i protagonisti, bravissimi Hiroyuki Sanada nel ruolo di  Ôishi e Ko Shibasaki in quello di Mika. Ho la sensazione che non potrete evitare di sentirvi tanto, tanto vicini a Kai e alla sua lotta per poter essere come gli altri, perché è proprio la stessa battaglia che tutti noi conduciamo in segreto ogni giorno dalla mattina alla sera. Sottovoce, come richiede il codice dei samurai.

[review]

[two_fifth]

47 Ronin - Locandina[/two_fifth]

[three_fifth_last] 47 Ronin

Genere: Azione

Cast: Keanu Reeves, Hiroyuki Sanada, Tadanobu Asano, Rinko Kikuchi, Kô Shibasaki, Rick Genest, Cary-Hiroyuki Tagawa, Haruka Abe, Yorick van Wageningen, Togo Igawa, Yuriri Naka, Jin Akanishi, Shihoko Nagai, Akira Koieyama, Tomoko Komura, Chillie Mo, Aaron Ly, Brian Hirono, Derek Siow

Un film di: Carl Rinsch

Durata: 118 minuti

Data di uscita: 13 marzo 2014

[/three_fifth_last]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here