Home / Drammatici / Woman in Gold
Woman in Gold

Woman in Gold

Il tuo solo nemico è la paura.
(Adele Bloch Bauer – Antje Traue)

Devo fare quel che posso per far sopravvivere i miei ricordi, perchè la gente dimentica – specialmente i giovani.
(Maria Altmann – Helen Mirren)

Il Ritratto di Adele Bloch-Bauer del maestro Gustav Klimt è il dipinto più noto di tutta l’Austria ed è ospitato in maniera non corretta nella città di Vienna dallo Stato, poiché tanti anni prima sequestrato dai nazisti ad una famiglia ebrea.

Di quella famiglia faceva parte Maria Altmann che vive ormai da diversi anni in America. Quando la sorella di Maria muore alla fine degli anni ’90, Maria scopre lo stato del quadro dalle sue lettere e, visto che l’Austria ha appena attivato un piano di restituzione delle opere d’arte rubate durante la Seconda Guerra Mondiale, decide di partire supportata dall’avvocato Randy Schoenberg per la capitale dello stato di lingua tedesca. Fine ultimo del viaggio è la restituzione dell’opera alla legittima proprietaria Maria. Ma a Vienna non sembrano poi così disposti a dare indietro l’opera.

Dramma che vede nel ruolo della protagonista Maria Altmann la grande Helen Mirren coadiuvata nella parte dell’avvocato Schoenberg il bravo Ryan Reynolds. La trama è chiara e semplice nel suo sviluppo, ma anche se l’interpretazione della protagonista e del suo principale appoggio è di ottimo livello, nel complesso il film risulta simile a tanti altre pellicole dello stesso genere. Questo perché non si riesce a creare l’interazione con lo spettatore, che fatica ad entrare nel vivo della storia e a sentirsi partecipe della trama. E l’interazione di cui parlavo sarebbe in un film del genere molto importante, soprattutto quando la trama va a trattare tematiche legate alla persecuzione degli ebrei da parte dei nazisti. Sono gli attori quindi a creare la trama con la loro recitazione, e non è invece la trama a far capire agli attori come devono recitare. La storia si guarda comunque volentieri e pur non dando l’empatia che uno si aspetterebbe, è comunque piacevole ed interessante per scoprire cose nuove su tutti quelli che si sono salvati dalla Seconda Guerra Mondiale. Estremamente interessante invece la parte che spiega meglio le logiche di funzionamento della burocrazia austriaca e quindi i motivi per cui è difficile per la donna riprendersi il quadro. Nel complesso il film si colloca tra sufficiente e buono.

Il tuo solo nemico è la paura. (Adele Bloch Bauer – Antje Traue) Devo fare quel che posso per far sopravvivere i miei ricordi, perchè la gente dimentica – specialmente i giovani. (Maria Altmann – Helen Mirren) Il Ritratto di Adele Bloch-Bauer del maestro Gustav Klimt è il dipinto più noto di tutta l’Austria ed …

Review Overview

AMAZING STARS

Buono

Summary : Dramma con Maria Altmann alias Helen Mirren protagonista con Ryan Reynolds. La trama è chiara e semplice e risulta simile a tanti altre pellicole. Non si crea molta interazione con lo spettatore per cui è difficile entrare nel vivo della storia. La storia si guarda comunque volentieri.

User Rating: 2.5 ( 1 votes)
61
Woman in gold - Locandina

Woman in Gold

Genere: Drammatici

Attori: Helen Mirren, Ryan Reynolds, Daniel Brühl, Katie Holmes, Tatiana Maslany, Max Irons, Charles Dance, Antje Traue, Elizabeth McGovern, Frances Fisher, Moritz Bleibtreu, Tom Schilling, Allan Corduner, Henry Goodman, Nina Kunzendorf, Alma Hasun

Un film di: Simon Curtis

Durata: 109 minuti

Data di uscita: 15 ottobre 2015

About Daniele Buzzurro

Fin dalla tenera età Daniele cresce a pane, libri e film che divora al cinema e in televisione ogni volta che ha un momento libero dagli studi. E' in questo periodo che decide che da grande farà il critico cinematografico. Laureato in Scienze della Comunicazione e in Economia della Comunicazione, si occupa di Web a 360° tramite DreamyourMind ed è docente per Corsi, IFTS e Master Universitari. E' giurato di premi italiani ed esteri legati al web come PWI, Mediastars, W3 Awards, Communicator Awards, Davey Awards e partecipa a gestire Web Totale oltre scrivere per Linkiesta. Molto attivo nell’associazionismo, in particolare in quello legato al mondo della Comunicazione e in quello di Confindustria. Membro del Board of Director di Arpico, è ora attivo il suo progetto Connekt che punta a mettere in rete artisti, investitori, imprenditori, filmmaker, startup e venture capital. Tra i progetti Gourmicious, startup nel settore enogastronomico. Infine, è online su Amazon il suo primo racconto breve intitolato Il Filo di Arianna.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

Scroll To Top

Utilizziamo cookie tecnici e cookie profilanti per personalizzare i contenuti e gli annunci del sito internet, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più, clicca qui.

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close