Home / Commedia / Trafficanti
Trafficanti

Trafficanti

Che ne sai della guerra? Vi diranno che è una questione di patriottismo, di democrazia … o qualche merda su l’altro che odia la nostra libertà. Ma vuoi sapere di cosa si tratta veramente? Cosa vedi? Un ragazzo dell’Arkansas che sta facendo il suo dovere patriottico di difendere il suo paese? Io vedo un casco, guanti ignifughi, giubbotti antiproiettile e un M16. Vedo 17.500 dollari. Questo è quello che costa preparare un soldato americano. Oltre due milioni di soldati hanno combattuto in Iraq e in Afghanistan. Costa al contribuente americano 4,5 miliardi di dollari ogni anno solo solo pagare l’aria condizionata di quelle guerre. Ed è questo ciò di cui parla davvero la guerra. La guerra è una economia. Chiunque ti dice il contrario o ne fa parte o è stupido.
(David Packouz – Miles Teller)

David PackouzEfraim Diveroli si conoscono dai tempi della Scuola Secondaria. Anzi, a dirla proprio tutta, erano già allora una coppia molto affiatata, che finì il proprio divertimento arrestata per futili motivi. Ora David Packouz, che convive con la splendida Iz incinta di qualche mese, cerca di sbarcare il lunario con qualche lavoro che trova qua e là. Per Efrem, invece, le cose sono molto diverse.

Il ragazzo si occupa di traffico di armi a livello internazionale e ha bisogno del giusto partner che lo aiuti a far crescere la società in modo veloce e profittevole. Una persona seria, quindi, di cui potersi fidare, che Efraim riconosce in David. Il duo si testa con una missione in Iraq che ha miracolosamente successo e il loro affiatamento inizia a crescere sempre di più. Insieme al loro business, però, crescono anche i rischi e le difficoltà.

Partendo da uno scetticismo iniziale, resto invece stupito da questa pellicola dai connotati drammatici e comici allo stesso tempo, tratta da una storia realmente accaduta durante la Presidenza di George W. Bush negli Stati UnitiTodd Phillips riesce questa volta a raccontare la galassia del traffico delle armi da fuoco più o meno legale verso gli stessi USA in una maniera mai fatta prima, che fa divertire e riflettere allo stesso tempo. Sembrano lontani per il regista i tempi della trilogia de Una notte da leoni (2009) dove la commedia era l’unico focus nella trama. Il mix tra parte seria e parte meno seria della storia quindi regge e funziona molto bene, merito anche di un cast allestito in modo perfetto, sia per i protagonisti che per le figure di contorno, compresi quelli che appaiono appena. Jonah Hill è un Efraim Diveroli meraviglioso che, con quel cognome un po italiano, anche se nella trama ebreo ricorda neppure troppo da lontano la mafia. Gli fa da sparring partner Miles Teller alias David Packouz, attore ormai polivalente e adatto davvero a moltissimi ruoli, presentandosi come una delle migliori scoperte del mondo del cinema di Hollywood degli ultimi 5 anni, perlomeno dalla parte maschile. Intorno a loro ruotano la bellissima Iz alias Ana de Armas e soprattutto alcuni mostri sacri come Bradley Cooper oppure personaggi notissimi nello star system americano come il miliardario Dan Bilzerian nella parte di se stesso. Notevole lo studio sulle armi da fuoco presenti nel film, che in questo senso permetterà a molti profani di avere una introduzione a quel mondo che potranno approfondire in maniera personale in quel gran calderone che è Internet. Anche la lunghezza del film, che può spaventare in prima istanza, non deve trarre in inganno, visto che passa davvero alla velocità della luce o quasi. Nel complesso, quindi, una pellicola che consiglio di vedere, in particolare per le persone di età compresa tra i 18 e i 35 anni desiderose di una serata allegra su un tema difficile sviscerato comunque in modo intrigante e leggero.

Che ne sai della guerra? Vi diranno che è una questione di patriottismo, di democrazia … o qualche merda su l’altro che odia la nostra libertà. Ma vuoi sapere di cosa si tratta veramente? Cosa vedi? Un ragazzo dell’Arkansas che sta facendo il suo dovere patriottico di difendere il suo paese? Io vedo un casco, …

Review Overview

AMAZING STARS

Da Vedere

Summary : Dramma e commedia allo stesso tempo, tratto da una storia vera durante la Presidenza di George W. Bush negli Stati Uniti. Todd Phillips racconta la galassia del traffico delle armi da fuoco più o meno legale verso gli USA. Cast allestito in modo perfetto. Da vedere.

User Rating: 3.5 ( 1 votes)
79
Trafficanti - Locandina

 Trafficanti

Genere: Commedia, Drammatici, Polizieschi

Attori: Jonah Hill, Miles Teller, Ana de Armas, Bradley Cooper, Barry Livingston, Shaun Toub, JB Blanc, Ashley Spillers, Barbra Roylance, Brenda Koo, Ashli Haynes, Roman Mitichyan, Mehdi Merali, Julian Sergi, Jasmine Golden, Lucas Di Medio

Durata: 114 minuti

Un film di: Todd Phillips

Data di uscita: 15 settembre 2016

About Daniele Buzzurro

Fin dalla tenera età Daniele cresce a pane, libri e film che divora al cinema e in televisione ogni volta che ha un momento libero dagli studi. E' in questo periodo che decide che da grande farà il critico cinematografico. Laureato in Scienze della Comunicazione e in Economia della Comunicazione, si occupa di Web a 360° tramite DreamyourMind ed è docente per Corsi, IFTS e Master Universitari. E' giurato di premi italiani ed esteri legati al web come PWI, Mediastars, W3 Awards, Communicator Awards, Davey Awards e partecipa a gestire Web Totale oltre scrivere per Linkiesta. Molto attivo nell’associazionismo, in particolare in quello legato al mondo della Comunicazione e in quello di Confindustria. Membro del Board of Director di Arpico, è ora attivo il suo progetto Connekt che punta a mettere in rete artisti, investitori, imprenditori, filmmaker, startup e venture capital. Tra i progetti Gourmicious, startup nel settore enogastronomico. Infine, è online su Amazon il suo primo racconto breve intitolato Il Filo di Arianna.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

Scroll To Top

Utilizziamo cookie tecnici e cookie profilanti per personalizzare i contenuti e gli annunci del sito internet, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più, clicca qui.

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close