Home / Drammatici / Ustica
Ustica

Ustica

Non sono gli storici a scrivere la storia. È la ragion di stato.
(Corrado di Acquaformosa – Marco Leonardi)

Il 27 giugno 1980 un DC9 dell’ITAVIA proveniente da Bologna e diretto a Palermo precipita nel tratto di mare compreso fra le isole di Ustica e Ponza. Nessun allarme, nessuna richiesta d’aiuto: l’aeromobile sparisce dai radar e si inabissa nella Fossa del Tirreno. Nello schianto muoiono 81 persone, fra cui 14 bambini. Solo 35 corpi vengono recuperati e solo su alcuni di loro si effettua l’esame autoptico. A quasi 40 anni dalla tragedia, nessuna delle ipotesi formulate dalle inchieste ufficiali è mai stata confermata.

Fra bugie, interessi internazionali, trame politiche e soprattutto tantissimo dolore, la strage di Ustica rimane senza spiegazioni e senza colpevoli. I relitti e i pochi corpi restituiti dal mare raccontano la storia di un’esplosione in volo, con una violenta depressurizzazione della cabina e oltre 7.000 metri di caduta, prima dello schianto in mare. Quanto alle cause dell’esplosione, nessuna delle tre ipotesi avanzate nel corso degli anni è mai stata validata: un cedimento strutturale, che vedrebbe dunque nella compagnia Itavia l’unico responsabile della tragedia; una bomba nella toilette di coda, che validerebbe l’idea di un attacco terroristico, ad opera di chi non è chiaro; un missile aria-aria che per errore colpisce il DC9, il che suggerirebbe la presenza di altri velivoli, presumibilmente militari, nell’area e sulla rotta del volo ITAVIA.

Il nuovo film di Renzo Martinelli, co-prodotto dallo stesso regista, ricostruisce gli eventi di quella sera attraverso la vita di Corrado di Acquaformosa (Marco Leonardi), deputato al Parlamento Italiano e membro della commissione d’inchiesta sulla strage, e quella di Roberta Bellodi (Caterina Murino), giornalista siciliana la cui figlia ha perso la vita nella tragedia. I fatti narrati sono frutto di tre anni di lavoro da parte di due ingegneri aeronautici su centinaia di migliaia di pagine di perizie, testimonianze, documenti raccolti in decenni d’inchiesta. Una ricostruzione plausibile, basata su un’attenta analisi documentale, come dichiara lo stesso regista.

“Ustica” è un film che parla di dolore, sì, ma anche di impotenza, di ragion di stato, di giochi di potere, di intrighi politici e diplomatici. Attorno ad una versione ‘possibile’ delle cause della strage del DC9 ITAVIA si intrecciano altre tragedie, altri drammi, il peggiore dei quali è la sensazione d’una regia occulta, d’una manipolazione spregiudicata e angosciosa, d’un potere contro cui non si può vincere e che decreta il diritto di vivere, morire, tacere o parlare.

Forse poco adatto al grande schermo, il nuovo film di Martinelli ha qualcosa del videogioco, soprattutto negli inseguimenti fra velivoli militari ricreati in 3D. La velocità supersonica del MIG ha come contraltare la lentezza quasi morbosa delle ricerche, del racconto del dolore, dello svolgersi dell’inchiesta. E i silenzi, indispensabili per metabolizzare tragedie che a distanza di decenni hanno ancora il potere di coinvolgere e commuovere.

Non sono gli storici a scrivere la storia. È la ragion di stato. (Corrado di Acquaformosa – Marco Leonardi) Il 27 giugno 1980 un DC9 dell’ITAVIA proveniente da Bologna e diretto a Palermo precipita nel tratto di mare compreso fra le isole di Ustica e Ponza. Nessun allarme, nessuna richiesta d’aiuto: l’aeromobile sparisce dai radar …

Review Overview

AMAZING STARS

Discreto

Summary : "Ustica" è l’ultimo docu-film di Martinelli, nato da 3 anni di lavoro e perizie sui documenti relativi alla strage aerea del 27 giugno 1980, che a oggi non ha spiegazioni né colpevoli.

User Rating: 2.5 ( 1 votes)
60

Ustica - Locandina

 Ustica

Genere: Drammatici

Attori: Caterina Murino, Marco Leonardi, Lubna Azabal, Tomas Arana, Federica Martinelli; Paco Reconti, Yassine Fadel, Joe Capalbo, Jonis Bascir, Shelag Gallivan, Dani Samvis e l’amichevole partecipazione di Enrico Lo Verso

Durata: 106 minuti

Un film di: Renzo Martinelli

Data di uscita: 31 Marzo 2016

About Stefania Rivetti

Laureata in lingue e letterature straniere con un master in marketing e uno in comunicazione d'impresa, appassionata di filologia, arte, archeologia, divoratrice compulsiva di libri. Fotografa per passione, curiosa per natura, ama il teatro, in particolare l'opera, e il cinema.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

Scroll To Top

Utilizziamo cookie tecnici e cookie profilanti per personalizzare i contenuti e gli annunci del sito internet, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più, clicca qui.

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close