Home / Drammatici / Una donna fantastica
Una donna fantastica

Una donna fantastica

Il mio nome è Marina Vidal. Vi crea quale problema?
(Marina Vidal – Daniela Vega)

Marina Vidal è giovane e suo modo attraente; sogna di fare la cantante lirica, lavoro per il quale sta prendendo lezioni mentre svolge lavori saltuari per mantenersi. Intrattiene una relazione con Orlando, uomo più vecchio di lei che ormai da qualche anno la ama come mai nessuno prima di lui.

Questo idillio si interrompe improvvisamente la notte che Orlando ha un malore; portato all`ospedale subito, l`uomo muore per un aneurisma. Da quel momento in poi la vita di Marina, nome legale Daniel, inizia a fare i conti con la società che intorno, che la giudica in quanto transgender e la accusa neppure troppo velatamente di colpe non sue. Ma Marina è forte, e si mette in gioco nella lotta: ce la farà ad uscirne al meglio?

Dopo il grande successo mondiale di Gloria (2013), il regista Sebastian Lelio prova a ripetersi con questo secondo lavoro, dramma che va a toccare il tema dell`amore da un`altro punto di vista, quello delle nuove donne che una volta erano uomini. Lelio prova ad analizzare quali sono i loro sentimenti, cosa prova e cosa sente una donna come Marina ma sostanzialmente fallisce nel suo obiettivo, e il motivo è principalmente l`aver scelto di raccontare una non-storia, che non ha sotto una vera e propria trama, specchiandosi invece dentro se stessa con una bellissima estetica sì, ma solo in maniera didascalica e descrittiva delle immagini, non del senso che queste voglio dare. La pellicola fatica a comunicare qualcosa, se non la banalità di un tipo diverso di normalità che conosciamo ormai tutti un po`ovunque e che fatica a sorprenderci ormai, a meno di non provenire da uno di questi Paesi nel mondo dove lo status di Marina significherebbe morte certa. Il percorso di Marina quindi non può sorprendere come fece quello di Gloria nella trama del 2013, in quel caso sì qualcosa di davvero enorme. Una fotografia splendida, delle immagini meravigliose e un trucco femminile usato alla perfezione sono invece gli aspetti positivi di questo lavoro, che rappresenta comunque a suo modo una gioia per gli occhi. Peccato che il cinema deve essere gioia per l`animo, altrimenti si specchia solo dentro se stesso. Bravissima Daniela Vega nella parte di Marina Vidal, un ruolo non facile ma che cucito addosso a lei la veste a pennello. Nel complesso, una grande occasione persa di dire qualcosa di vero e capace di rimanere dentro anche a chi si sente lontano da mondi come quello di Marina. Mediocre.

Il mio nome è Marina Vidal. Vi crea quale problema? (Marina Vidal – Daniela Vega) Marina Vidal è giovane e suo modo attraente; sogna di fare la cantante lirica, lavoro per il quale sta prendendo lezioni mentre svolge lavori saltuari per mantenersi. Intrattiene una relazione con Orlando, uomo più vecchio di lei che ormai da qualche …

Review Overview

AMAZING STARS

Mediocre

Summary : Dramma che va a toccare il tema dell`amore da un`altro punto di vista e, raccontando una non-storia, fallisce nel suo obiettivo. Fotografia splendida, immagini meravigliose e una bravissima Daniela Vega, ma il cinema deve essere gioia dell`animo. Grande occasione persa.

User Rating: 2.25 ( 2 votes)
38
 Una donna fantastica

Genere: Drammatici

Interpreti: Luis Gnecco, Aline Küppenheim, Amparo Noguera, Francisco Reyes, Daniela Vega, Néstor Cantillana, Alejandro Goic, Sergio Hernández

Un film di: Sebastian Lelio

Durata: 104 minuti

Data di uscita: 19 Ottobre 2017

About Daniele Buzzurro

Fin dalla tenera età Daniele cresce a pane, libri e film che divora al cinema e in televisione ogni volta che ha un momento libero dagli studi. E' in questo periodo che decide che da grande farà il critico cinematografico. Laureato in Scienze della Comunicazione e in Economia della Comunicazione, si occupa di Web a 360° tramite DreamyourMind ed è docente per Corsi, IFTS e Master Universitari. E' giurato di premi italiani ed esteri legati al web come PWI, Mediastars, W3 Awards, Communicator Awards, Davey Awards e partecipa a gestire Web Totale oltre scrivere per Linkiesta. Molto attivo nell’associazionismo, in particolare in quello legato al mondo della Comunicazione e in quello di Confindustria. Membro del Board of Director di Arpico, è ora attivo il suo progetto Connekt che punta a mettere in rete artisti, investitori, imprenditori, filmmaker, startup e venture capital. Tra i progetti Gourmicious, startup nel settore enogastronomico. Infine, è online su Amazon il suo primo racconto breve intitolato Il Filo di Arianna.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

Scroll To Top

Utilizziamo cookie tecnici e cookie profilanti per personalizzare i contenuti e gli annunci del sito internet, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più, clicca qui.

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close