Home / Commedia / Un profilo per due
Un profilo per due

Un profilo per due

Ho un lavoretto per te: devi insegnare a mio padre ad usare il computer.
(Sylvie – Stéphane Bissot)

Hai esagerato, che figura ci faccio, finire a letto così, la prima sera!
(Pierre – Pierre Richard)

Nel cara tradizione letteraria non c’è racconto degli equivoci più coinvolgente del Cyrano de Bergerac, opera scritta da Edmund Rostand che ha percorso i tempi, sia nel mondo della letteratura che nel mondo cinematografico, trasposto più volte su grande schermo e di cui vanno annoverate almeno le versioni interpretate prima dal premio Oscar José Ferrer (datata 1950) e poi da un grande Gerard Depardieu (datata 1990).
Innumerevoli anche le versioni alternative proposte al cinema, ovvero quei lungometraggi che cambiando contesto utilizzavano il medesimo plot narrativo, giusto per tirar su un degno film dalla leggera presa; va ricordato in riguardo Roxanne (1987) di Fred Schepisi, dove uno Steve Martin dotato di naso immondo si innamora di Daryl Hannah, e per conquistarla decide di utilizzare il bellimbusto Rick Rossovich e farlo parlare in versi poetici.
Oggi è questa commedia francese diretta da Stéphane Robelin a porre il medesimo plot, ed al posto del naso spropositato utilizza la vecchiaia come difetto del romantico protagonista; un protagonista interpretato da un veterano della commedia quale è Pierre Richard, noto per cult transalpini come La capra (1981) e Due fuggitivi e mezzo (1986), il quale qua è un anziano vedovo che viene accudito dal giovane Alex – il Yannis Lespert di Cena tra amici (2012) – fidanzato della nipote, il quale istruisce l’uomo all’utilizzo del suo personal computer.
La cosa prende così la mano al vecchio solitario che d’improvviso, grazie alle sincere parole che scrive, riesce a contattare una ragazza tramite una chat line, coinvolgendola in una storia a distanza.
I guai cominciano quando lei, il cui nome è Flora (Fanny Valette), decide di volerlo incontrare faccia a faccia ed all’anziano uomo non resta altro che architettare la prima cosa che gli viene in mente: mandare Alex al suo posto.
Ovvio che non mancheranno a presentarsi equivoci a profusione.
Simpatico, leggero e delicato, questo film riesce a rendere onore al plot creato da Rostand col suo scritto, aggiornandolo ai tempi di oggi, grazie alla presenza di internet, e sfruttando appieno i suoi affiatati protagonisti; il migliore del lotto è Richard, che regala un’interpretazione ricca di piccole sfumature malinconiche e divertenti allo stesso tempo.
Inoltre Robélin gestisce al massimo il suo materiale, spargendo nel suo lungometraggio momenti esilaranti proprio nel mezzo di una trama sentimentale alquanto melensa; e non importa se la storia presenta anche alcune parentesi gratuite (tutta la faccenda della fidanzata di Alex e la prsenza dell’ex di lei), perchè la pellicola riesce con molto mestiere a creare un’ora e quaranta di divertimento intelligente e coinvolgente, con fare tranquillo e per nulla volgare (anche se di risate dal sapor popolare non mancano).
In chiusura: per gli amanti del cinema di genere occhio alla presenza finale di Macha Meril, famosa ai cultori horror per la sua partecipazione a Profondo rosso (1975) di Dario Argento.

Ho un lavoretto per te: devi insegnare a mio padre ad usare il computer. (Sylvie – Stéphane Bissot) Hai esagerato, che figura ci faccio, finire a letto così, la prima sera! (Pierre – Pierre Richard) Nel cara tradizione letteraria non c’è racconto degli equivoci più coinvolgente del Cyrano de Bergerac, opera scritta da Edmund Rostand …

Review Overview

AMAZING STARS

Buono

Summary : Commedia romantica francese che rilegge in chiave moderna Cyrano de Bergerac e regala un’ora e quaranta di divertimento intelligente e coinvolgente senza essere volgare. Migliore è Pierre Richard con una interpretazione ricca di piccole sfumature malinconiche e che fanno ridere.

User Rating: 2.85 ( 1 votes)
61
 Un profilo per due

Genere: Commedia, Romantici

Interpreti: Pierre Richard, Yaniss Lespert, Fanny Valette, Stéphanie Crayencour, Stéphane Bissot, Macha Méril, Gustave Kervern, Pierre Kiwitt, Anna Bederke, Philippe Chaine

Un film di: Stéphane Robelin

Durata: 99 minuti

Data di uscita: 31 Agosto 2017

About Mirko Lomuscio

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

Scroll To Top

Utilizziamo cookie tecnici e cookie profilanti per personalizzare i contenuti e gli annunci del sito internet, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più, clicca qui.

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close