Home / Drammatici / L’altra metà della storia

L’altra metà della storia

Ciò che si ricorda non è mai ciò a cui abbiamo davvero assistito.
(Tony Webster – Jim Broadbent)

Tony Webster: Fu un incidente!
Veronica Ford: Legalmente sì. Moralmente no.
(Tony Webster e Veronica Ford – Jim Broadbent e Charlotte Rampling)

Quante volte raccontiamo la nostra vita, la adattiamo, la abbelliamo, facciamo tagli ad arte e creiamo una nuova realtà? E quando tutto sembra sfuggire, come facciamo a sapere che le nostre vite sono intrecciate per sempre?
(Tony Webster – Jim Broadbent)

Il 70enne Tony Webster è da qualche tempo divorziato dalla moglie Margaret con la quale ha avuto anni prima una figliaSusie, a sua volta ora incinta grazie alla pratica dell`inseminazione artificiale. Una mattina una lettera da parte di uno studio di notai lo porta a conoscenza del fatto che Sarah Ford è morta, e gli lascia in eredità un vecchio diario.

Il diario della donna, madre della sua ragazza del liceo Veronica, è attualmente gestito da quest`ultima che Tony non incontra ormai da 50 anni. Tony vorrebbe avere il diario, ma Veronica glielo nega. Perchè Tony tiene così tanto a prendere possesso del diario? Perchè Sarah Ford lo ha scritto e vuole lasciarlo a lui? E cosa è successo tanti anni prima tra i due ragazzi davvero?

Dopo il folgorante successo di Lunchbox (2013), l`indiano Ritesh Batra torna dietro la macchina da presa per dirigere questa volta attori europei in un dramma dagli elementi mistery. Protagonista assoluto della trama è Tony Ford, una persona autoreferenziale che è rimasta sola proprio per la sua quotidiana scelta inconsapevole di stare al centro dell`attenzione nei rapporti con qualsiasi donna, sia questa una moglie, una figlia o, perchè no, un`amante. Tony, sufficiente la prova di Jim Broadbent nella sua versione matura, è arrivato al punto di cambiare mentalmente il suo passato, non ricordando più cose davvero successe e facendo finta che ne siano accadute altre, nella realtà mai davvero successe. Per rappresentare questo cambio nei ricordi di Tony il regista usa dei frequenti flashback sulla vita del ragazzo nella parte finale dei suoi studi, e questa è la parte che funziona meglio, anche grazie alla recitazione perfetta di due piccoli mostri sacri spesso troppo poco considerati da Hollywood come Emily Mortimer alias Sarah Ford – impossibile scordare la sua Chloe nel capolavoro Match Point (2006) – e Matthew Goode alias Mr. Hunt, professore nella classe di Tony, unita a quella della nuova scoperta Freya Mavor alias la giovane Veronica. Se quindi il passato gira ed emoziona, paradossalmente è il presente a non decollare: Charlotte Rampling è ormai inadatta per certi ruoli – non inganni in questo senso il successo che avuto in 45 anni (2015) – e come detto Jim Broadbent onora il suo compito ma senza lasciare grandi sensazioni. Pensando proprio all`ultimo film della Rampling, poi, ci si rende conto di quante cose ci siano in comune tra la presente pellicola e quella, a cominciare dalla lettera presente in entrambe. Troppe le cose che restano non dette nel presente film, come non sapere mai davvero cosa ci sia scritto nel diario di Sarah, e non si capisce se questa sia stata una precisa scelta del regista finalizzata a farci rimanere con molte domande irrisolte, oppure se emerge come una mancanza effettiva nella trama. Sta di fatto che, comunque, per lo spettatore potrebbe trattarsi di una forte mancanza. Bella, bellissima invece la fase della nascita della figlia di SusieOttima la fotografia e le immagini, anche grazie ai riferimenti continui alle macchine fotografiche presenti a vario titolo nella storia.

Ciò che si ricorda non è mai ciò a cui abbiamo davvero assistito. (Tony Webster – Jim Broadbent) Tony Webster: Fu un incidente! Veronica Ford: Legalmente sì. Moralmente no. (Tony Webster e Veronica Ford – Jim Broadbent e Charlotte Rampling) Quante volte raccontiamo la nostra vita, la adattiamo, la abbelliamo, facciamo tagli ad arte e …

Review Overview

AMAZING STARS

Sufficiente

Summary : Ritesh Batra dirige attori europei in un dramma con elementi mistery. Temi l`egoismo, la autoreferenzialità, i rapporti genitori/figli, l`inseminazione artificiale e la modifica del passato e dei ricordi in funzione del presente. Bravissimi Emily Mortimer e Matthew Goode.

User Rating: 2.35 ( 1 votes)
54
 L’altra metà della storia

Genere: Drammatici, Mistery

Interpreti: Jim Broadbent, Charlotte Rampling, Harriet Walter, Michelle Dockery, Matthew Goode, Emily Mortimer, James Wilby, Edward Holcroft, Billy Howle, Freya Mavor, Joe Alwyn, Manjinder Virk

Un film di: Ritesh Batra

Durata: 108 minuti

Data di uscita: 12 ottobre 2017

About Daniele Buzzurro

Fin dalla tenera età Daniele cresce a pane, libri e film che divora al cinema e in televisione ogni volta che ha un momento libero dagli studi. E' in questo periodo che decide che da grande farà il critico cinematografico. Laureato in Scienze della Comunicazione e in Economia della Comunicazione, si occupa di Web a 360° tramite DreamyourMind ed è docente per Corsi, IFTS e Master Universitari. E' giurato di premi italiani ed esteri legati al web come PWI, Mediastars, W3 Awards, Communicator Awards, Davey Awards e partecipa a gestire Web Totale oltre scrivere per Linkiesta. Molto attivo nell’associazionismo, in particolare in quello legato al mondo della Comunicazione e in quello di Confindustria. Membro del Board of Director di Arpico, è ora attivo il suo progetto Connekt che punta a mettere in rete artisti, investitori, imprenditori, filmmaker, startup e venture capital. Tra i progetti Gourmicious, startup nel settore enogastronomico. Infine, è online su Amazon il suo primo racconto breve intitolato Il Filo di Arianna.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

Scroll To Top

Utilizziamo cookie tecnici e cookie profilanti per personalizzare i contenuti e gli annunci del sito internet, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più, clicca qui.

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close