Home / Animazione / The Boy and the Beast
The Boy and the Beast

The Boy and the Beast

E’ stato un bene averti incontrato, è servito a chiarirmi le idee. Ho capito che il mondo è più vasto di quanto potessi immaginare.
(Kyuta)

Il piccolo Kyuta ha perso la madre da poco e non vede più il padre da tempo. Ma invece che accettare di essere affidato a dei parenti, il ragazzo scappa e, dopo essersi perso nel centro di Tokio, viene avvicinato da qualcosa che tutto sembra tranne un essere umano. Incuriosito, Kyuta lo segue e si ritrova in un mondo parallelo al nostro, abitato da strani animali.

La creatura si presenta a Kyuta come Kumatetsu, e decide che Kyuta deve diventare il suo apprendista come maestro di spada. Kyuta così cresce e dopo diversi anni insieme a Kumatetsu trova il modo di tornare a Tokio. E proprio lì ritroverà un mondo di cui ricordava davvero poco. Cosa fare quindi, tornare alla vita normale, o restare con Kumatetsu?

Anime giapponese di alto livello che rientra a pieno titolo nella famiglia dei film di animazione. La pellicola, che sembra adatta un po’ per tutte le età, in realtà dopo un’attenta analisi risulta centrata su due categorie ben precise. La prima e più scontata, quella dei ragazzi tra i 9 e i 19 anni di età. In questa fascia è possibile immedesimarsi in pieno con il protagonista durante tutto lo scorrere temporale reale della storia. La seconda, forse meno identificabile della prima, è quella dei genitori di quest’ultimi, che potranno apprezzarne la comunicazione di valori importanti per i propri ragazzi e per loro stessi. Ma di che valori stiamo parlando esattamente? Il maestro Mamoru Hosoda, dopo il grandissimo successo di Wolf Children (2013), vuole riprendere alcuni dei temi sviluppati anche allora, questa volta però usando un fuoco differente e arrivando a conclusioni diverse. Sono di nuovo usati come personaggi un misto di uomini e bestie, con le seconde di nuovo più sensibili dei primi, perché non vittime del buco nero dell’anima di troppi esseri umani. E ancora al centro dei ragazzi, anzi questa volta 1 ragazzo, Kyuta, di cui seguiamo il passaggio dallo status di bambino a quello della maturità; una fase delicata per tutti, e in particolare per la cultura giapponese che, in comune con quella italiana, ha una fascia di anziani particolarmente elevata. Onestà, rigore morale, serietà e totale assenza di secondi fini sono comunque la scatola in cui tutto questo si inserisce, e lo fa in modo egregio. Animazioni perfette e un senso dell’estetica particolarmente sviluppato completano la bellezza di questo lavoro, che comunque si presenta aperto come detto a visioni multiple, risultando non troppo sofisticato da essere di nicchia. Da vedere!

E’ stato un bene averti incontrato, è servito a chiarirmi le idee. Ho capito che il mondo è più vasto di quanto potessi immaginare. (Kyuta) Il piccolo Kyuta ha perso la madre da poco e non vede più il padre da tempo. Ma invece che accettare di essere affidato a dei parenti, il ragazzo scappa …

Review Overview

AMAZING CINEMA

Da Vedere

Summary : Anime giapponese di alto livello adatto ad ogni età. Il maestro Mamoru Hosoda, dopo il successo di Wolf Children sviluppa i temi del passaggio dalla fase di bambino a quella della maturità, dell'onestà e del rigore morale. Animazioni perfette.

User Rating: 3.8 ( 1 votes)
74
The Boy and the Beast - Locandina
The Boy and the Beast

Genere: Animazione

Voci: Aoi Miyazaki, Kôji Yakusho, Shôta Sometani, Haru Kuroki, Kappei Yamaguchi, Kazuhiro Yamaji, Lily Franky, Mamoru Miyano,Masahiko Tsugawa, Momoka Ono, Sumire Morohoshi, Suzu Hirose, Yo Oizumi, Keishi Nagatsuka, Kumiko Asou

Durata: 110 minuti

Un film di: Mamoru Hosoda

Data di uscita: 10-11 Maggio 2016

About Daniele Buzzurro

Fin dalla tenera età Daniele cresce a pane, libri e film che divora al cinema e in televisione ogni volta che ha un momento libero dagli studi. E' in questo periodo che decide che da grande farà il critico cinematografico. Laureato in Scienze della Comunicazione e in Economia della Comunicazione, si occupa di Web a 360° tramite DreamyourMind ed è docente per Corsi, IFTS e Master Universitari. E' giurato di premi italiani ed esteri legati al web come PWI, Mediastars, W3 Awards, Communicator Awards, Davey Awards e partecipa a gestire Web Totale oltre scrivere per Linkiesta. Molto attivo nell’associazionismo, in particolare in quello legato al mondo della Comunicazione e in quello di Confindustria. Membro del Board of Director di Arpico, è ora attivo il suo progetto Connekt che punta a mettere in rete artisti, investitori, imprenditori, filmmaker, startup e venture capital. Tra i progetti Gourmicious, startup nel settore enogastronomico. Infine, è online su Amazon il suo primo racconto breve intitolato Il Filo di Arianna.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

Scroll To Top

Utilizziamo cookie tecnici e cookie profilanti per personalizzare i contenuti e gli annunci del sito internet, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più, clicca qui.

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close