Home / Commedia / Starbuck – 533 figli e non saperlo

Starbuck – 533 figli e non saperlo

Étienne: “Cosa ci guadagni?”
David: “Avere la soddisfazione di aiutarti a cambiare la tua vita!
(Étienne – Patrick Martin e David Wozniak / Starbuck – Patrick Huard)

L’ex-giovane David Wozniak conduce quotidianamente una vita che definire sconclusionata è un puro eufemismo. A 42 anni il franco canadese lavora nella macelleria di famiglia dove porta la carne con un pulmino, è patito di calcio alla follia avendo a casa sua palloni, figurine e anche un biliardino e cerca di fare un po’ soldi per pagare un forte debito coltivando marjiuana con però scarsi risultati. Last but not least, non si fa vivo quasi mai con la fidanzata Valérie, una ragazza con la testa sulle spalle che fa la poliziotta. Insomma, un bambino mai davvero cresciuto.

Ma tutto improvvisamente cambia quando proprio Valérie gli comunica di essere incinta: la notizia è per David quasi uno shock, che ha però un valore prossimo allo zero nel sua già complicata vita quando una sera, tornando a casa, trova ad aspettarlo un legale che lo informa che lui, David Wozniak, è padre di 533 figli di cui non ha mai saputo l’esistenza, e che tra loro 142 hanno iniziato una causa volta a riuscire a sapere chi è il loro vero padre biologico, ai tempi solito firmarsi con lo pseudonimo di Starbuck.

Ma chi è Starbuck se non lo stesso David che, da ragazzo, effettuava donazioni di sperma in cliniche specializzate per racimolare qualche banconota? E come si comporterà ora il nostro eterno ragazzo?

Starbuck per certi versi spiazza: di base è certamente una commedia ottimamente interpretata dal comico Patrick Huard grazie alla sua duttilità espressiva e dalla sua spalla, l’amico avvocato interpretato dal bravo Antoine Bertrand che gli sta vicino durante la lo svolgimento della causa. Ma non è solo questo: le battute ci sono spesso e sono anche pesanti, ma si ha una percezione di leggerezza che fa andare avanti il film in maniera veloce lasciando lo spettatore davvero in attesa di sapere che cosa succederà nella pagina successiva. Nella storia si parla inoltre di temi socialmente centrali nel mondo di oggi, come la fertilità femminile, il problema della povertà sia in senso assoluto che rapportata ai giovani trentenni e quarantenni che faticano a trovare lavoro o a ricollocarsi sullo stesso, la difficoltà ad accettare di essere padre da parte dei maschi, la voglia di rimanere bambini e la fuga dalle responsabilità che la crescita inevitabilmente comporta. Per questo dico che Starbuck lascia senza parole, proprio perchè riesce, rimanendo saldamente una commedia, a comunicare quei disagi presenti nella vita di più o meno tutti noi. Non sarà il film del secolo, ma è uno di quei film che non mancherei mai di vedere al cinema.

Étienne: “Cosa ci guadagni?” David: “Avere la soddisfazione di aiutarti a cambiare la tua vita! (Étienne – Patrick Martin e David Wozniak / Starbuck – Patrick Huard) L’ex-giovane David Wozniak conduce quotidianamente una vita che definire sconclusionata è un puro eufemismo. A 42 anni il franco canadese lavora nella macelleria di famiglia dove porta la …

Review Overview

AMAZING STARS

Da Vedere

Summary : Spiazzante come solo una commedia ironica e leggera sa essere. Divertente nel trattare temi delicati come la fertilità, la povertà, la difficoltà a trovare lavoro, la voglia di rimanere bambini e la fuga dalle responbilità di essere genitori.

User Rating: 3.95 ( 1 votes)
75

Locandina del film Starbuck - 533 figli e non saperlo con Patrick Huard

Starbuck – 533 figli e non saperlo

Genere: Commedia

Voci: Patrick Huard, Julie LeBreton, Antoine Bertrand, Dominic Philie, Marc Bélanger, Igor Ovadis, David Michaël, Patrick Martin, David Giguère, Sarah-Jeanne Labrosse, Pierre Mailloux, Patrick Labb, Marie-France Lambert

Un film di: Ken Scott

Durata: 109 minuti

Data di uscita: 29 Agosto 2013 (Italia)

About Daniele Buzzurro

Fin dalla tenera età Daniele cresce a pane, libri e film che divora al cinema e in televisione ogni volta che ha un momento libero dagli studi. E' in questo periodo che decide che da grande farà il critico cinematografico. Laureato in Scienze della Comunicazione e in Economia della Comunicazione, si occupa di Web a 360° tramite DreamyourMind ed è docente per Corsi, IFTS e Master Universitari. E' giurato di premi italiani ed esteri legati al web come PWI, Mediastars, W3 Awards, Communicator Awards, Davey Awards e partecipa a gestire Web Totale oltre scrivere per Linkiesta. Molto attivo nell’associazionismo, in particolare in quello legato al mondo della Comunicazione e in quello di Confindustria. Membro del Board of Director di Arpico, è ora attivo il suo progetto Connekt che punta a mettere in rete artisti, investitori, imprenditori, filmmaker, startup e venture capital. Tra i progetti Gourmicious, startup nel settore enogastronomico. Infine, è online su Amazon il suo primo racconto breve intitolato Il Filo di Arianna.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

Scroll To Top

Utilizziamo cookie tecnici e cookie profilanti per personalizzare i contenuti e gli annunci del sito internet, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più, clicca qui.

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close