Home / Animazione / Paddington 2

Paddington 2

Sei davvero sicuro di essere pronto per il posto di lavoro, Paddington?
(Henry Brown – Hugh Bonneville)

Stanno accadendo cose misteriose in tutta la città.
(Mary Brown – Sally Hawkins)

Dopo il successo universale di Paddington (2014), torna il simpatico orsetto in montgomery azzurro e cappello rosso, nascondiglio perfetto per i suoi deliziosi panini alla marmellata, che ormai è parte integrante della famiglia Brown, composta dall’eccentrica mamma Mary (Sally Hawkins), dal “cauto” e serio papà Henry (Hugh Bonneville), dai due figli Judy e Jonathan e dalla vispa ed inossidabile Miss Bird (Julie Walters).

La nuova avventura di Paddington prevede il comprare un regalo speciale in occasione dei cento anni della zia Lucy, l’amorevole orsa che lo ha curato e cresciuto nella giungla peruviana e che gli ha permesso di trasferirsi a Londra. E’ proprio nel negozio di antiquariato dello stravagante Signor Gruber (Jim Broadbent) che Paddington trova il presente perfetto: un bellissimo libro pop-up che raffigura i luoghi più importanti della città, un modo per portare un po` di Londra alla zia Lucy, che non hai mai avuto la possibilità di vedere. Così l’ orsetto, con la sua solita ingenuità e sbadataggine, decide di darsi da fare cercando un lavoretto nel quartiere dove tutti lo amano, Windsor Gardens, per potersi guadagnare i soldi necessari a comprare il libro animato, una volta proprietà dell’affascinante Madame Kozolska. Ma è proprio quando è riuscito a racimolare la giusta cifra, che un ladro misterioso s’introduce furtivamente nel negozio facendo sparire il raro cimelio che nasconde un tesoro: è così che la colpa ricade sul povero Paddington, che viene ingiustamente incarcerato. Saranno gli affettuosi e valorosi Brown con l’aiuto dei nuovi amici carcerati dell’orso, tra cui spicca il cuoco duro ma dal cuore d’oro Nocche (Brendan Gleeson), a scovare l’astuto ladro, in realtà l’attore narcisista Phoenix Buchanon, interpretato magistralmente da Hugh Grant, e a riabilitare il suo nome.

Il regista Paul King ha creato un film divertente e pieno di buoni sentimenti, valori che nel mondo di oggi sembrano ormai perduti, senza scadere in melense leziosità che avrebbero potuto accomunarlo ad altre storie per bambini: questa pellicola commuove e fa sorridere per la reale ingenuità, gentilezza e compassione con cui l’orsetto affronta il mondo, riuscendo a migliorare davvero le persone che lo circondano.

Il film, incentrato sempre sulla tolleranza e accettazione dei diversi (è il caso del piccolo orso immigrato a Londra, che nel primo capitolo della storia viene accettato dalla società nonostante le evidenti diversità, e anche dei carcerati, che nel corso della presente trama hanno la possibilità di cambiare e di dimostrare che sono delle persone migliori rispetto a quello che si pensava), come una lente d’ingrandimento mostra dei temi piuttosto contemporanei. Non bisogna giudicare un libro dalla sua copertina, perchè quello che si può rivelare “buono” non lo è, e viceversa.

Anche la fama e il successo non sono così importanti: è la lezione che impara Mr. Brown, che in preda a una crisi di mezza età per non aver ottenuto la promozione sperata, inizia a tingersi i capelli e a fare yoga, o quella del “cattivo”, Phoenix Buchanon, attore di teatro del West End una volta sulla cresta dell’onda, che spinto dal suo egoismo e voglia di rivalsa a tutti i costi, troverà la sua fortuna poi proprio in carcere, in un finale che è  sempre positivo e mai troppo duro neanche per i cattivi.

Le ambientazioni ricostruite e reali sono eccezionali: si va dalla giungla peruviana alla fiera di Madame Kozolska, passando per molti posti magici di Londra, quali la Tower Bridge, la cattedrale di St. Paul, lo Shard e la mitica stazione di Paddington, a scene d’azione spericolate come l’inseguimento finale sui due treni a vapore.

Anche le tecniche di illustrazione e animazione sono molto apprezzate, perchè riescono a mescolare l’innovazione a un sapore “vecchio stile” di una qualità quasi artigianale, perfettamente in linea con lo spirito del prodotto.

Questo è un film assolutamente da vedere non solo per i più piccoli, che per una volta non apprezzano solo gli effetti speciali ma anche la storia in sè, poichè riporta con la mente a un tipo di cinema che non si vede più, facendo piacevolmente illudere, almeno per un’ora e mezzo, che realmente il mondo può essere governato dalla gentilezza e dai buoni principi.

Sei davvero sicuro di essere pronto per il posto di lavoro, Paddington? (Henry Brown – Hugh Bonneville) Stanno accadendo cose misteriose in tutta la città. (Mary Brown – Sally Hawkins) Dopo il successo universale di Paddington (2014), torna il simpatico orsetto in montgomery azzurro e cappello rosso, nascondiglio perfetto per i suoi deliziosi panini alla …

Review Overview

AMAZING STARS

Da Vedere

Summary : Film divertente e pieno di buoni sentimenti, valori che nel mondo di oggi sembrano ormai perduti, che riporta ad un tipo di cinema che non si vede più, facendo piacevolmente illudere, almeno per un'ora e mezzo, che realmente il mondo può essere governato dalla gentilezza e dai buoni principi.

User Rating: 3.6 ( 1 votes)
77
Paddington 2

Genere: Animazione, Avventura, Commedia

Interpreti: Brendan Gleeson, Sally Hawkins, Francesco Mandelli, Hugh Grant, Jim Broadbent, Julie Walters, Hugh Bonneville, Samuel Joslin, Madeleine Harris, Tom Davis, Ben Whishaw, Imelda Staunton, Peter Capaldi, Ben Miller

Un film di: Paul King

Durata: 97 minuti

Data di uscita: 9 novembre 2017

About Carola Jasmins

Carola Jasmins, artista italo-canadese, che vive tra Londra, Roma e Toronto, è un'appassionata di cinema da sempre. E' stata ballerina per molti anni, esibendosi in famosi teatri romani; durante gli studi in architettura, coltiva il suo amore per la musica studiando canto e cominciando a scrivere brani musicali. Oggi, cantante e compositrice, collabora con diversi artisti realizzando dischi internazionali soprattutto in inglese per il Buddha Bar, Radio Monte Carlo, la Sony ecc. e sperimenta diversi generi musicali, come il pop, la dance, la lounge, l'elettronica e il jazz. Presto uscirà il suo progetto musicale personale.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

Scroll To Top

Utilizziamo cookie tecnici e cookie profilanti per personalizzare i contenuti e gli annunci del sito internet, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più, clicca qui.

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close