Home / Film / Necropolis – La città dei morti

Necropolis – La città dei morti

“Siamo sul fondo delle catacombe, non c’è niente sotto di noi.”

La giovaneScarlett ha poche vere passioni, ma sono cose che le prendono tutta la vita. Senza nessuno vicino, la ragazza è un’archeologa nota nel settore per la sua voglia spasmodica di continuare il percorso del padre, interrotto prematuramente mentre era vicino a scoprire qualcosa circa la Pietra Filosofale.

Una pericolosa missione in IRAN la porta a trovare il tassello mancante alla sua ricerca, e si ritrova presto ad essere nella magica Parigi dove incontra George, bel ragazzo capace di decifrare le scritte in aramaico per il quale ha un debole. Ma ora non c’è tempo per i sentimenti: Scarlett è convinta di aver trovato la porta nascosta che conduce all’oscura camera dei segreti, e ci si arriva proprio passando sotto ai km e km di cunicoli che stanno nei bassifondi della capitale francese. Tutti pronti all’avventura?

Storia a tinte horror che mette al centro il racconto di Scarlett, interpretata da una bravissima Perdita Weeks (questa ragazza ha un nome che è tutto un programma!), e delle sue incredibili esperienze alla ricerca della Pietra Filosofale, quel leggendario manufatto alchemico che, secondo la tradizione, è capace di curare qualsiasi male e di donare la vita eterna a chi lo usa. Nel film ci sono forse troppe interviste e questo rende il tutto meno scorrevole di quanto sarebbe potuto essere, ma è estremamente affascinante pensare che sotto Parigi esista un dedalo di gallerie così vasto che nessuno ne conosce davvero tutte le derivazioni. Il finale della storia (che non riveliamo per evitare spoiler) lascia qualche punto interrogativo su quale fosse davvero il senso che il regista volesse dare a tutto il film, ma la claustrofobia che i protagonisti sentono durante la loro discesa è davvero reale e si riesce a trasmettere al pubblico in maniera chiara e diretta. Luce quasi assente quindi, e a questo uniamo un’aria rarefatta e la completa ignoranza di quello che sarà il punto di approdo rende i protagonisti di questa pellicola folli e coraggiosi allo stesso tempo. Ma di questi tempi mi fa piacere pensare che questa sia una grossa fortuna! Come non notare, infine, quello che è l’altro caposaldo del film, un viaggio nella psiche dei protagonisti, ognuno del quale ha almeno uno scheletro nell’armadio da nascondere, scheletro con cui volente o nolente si troverà in qualche modo costretto a fare i conti. Di rado saranno carezze e baci. Film da non perdere per gli appassionati del genere.

“Siamo sul fondo delle catacombe, non c’è niente sotto di noi.” La giovaneScarlett ha poche vere passioni, ma sono cose che le prendono tutta la vita. Senza nessuno vicino, la ragazza è un’archeologa nota nel settore per la sua voglia spasmodica di continuare il percorso del padre, interrotto prematuramente mentre era vicino a scoprire qualcosa …

Review Overview

AMAZING STARS

Buono

Summary : Intrigante viaggio tra l'Iran e i cunicoli sotto Parigi alla disperata ricerca della Pietra Filosofale. Forse troppe interviste, ma il senso di claustrofobia e di aria rarefatta che si percepisce durante il film sembra reale. Per appassionati del genere.

User Rating: 2.75 ( 1 votes)
67

Necropolis - La città dei morti - Locandina

Necropolis – La città dei morti

Genere: Horror, Thriller

Cast: Ben Feldman, Edwin Hodge, Perdita Weeks, James Pasierbowicz

Un film di: John Erick Dowdle

Durata: 93 minuti

Data di uscita: 11 Settembre 2014

About Daniele Buzzurro

Fin dalla tenera età Daniele cresce a pane, libri e film che divora al cinema e in televisione ogni volta che ha un momento libero dagli studi. E' in questo periodo che decide che da grande farà il critico cinematografico. Laureato in Scienze della Comunicazione e in Economia della Comunicazione, si occupa di Web a 360° tramite DreamyourMind ed è docente per Corsi, IFTS e Master Universitari. E' giurato di premi italiani ed esteri legati al web come PWI, Mediastars, W3 Awards, Communicator Awards, Davey Awards e partecipa a gestire Web Totale oltre scrivere per Linkiesta. Molto attivo nell’associazionismo, in particolare in quello legato al mondo della Comunicazione e in quello di Confindustria. E' ora attivo il suo progetto Connekt che punta a mettere in rete artisti, investitori, imprenditori, filmmaker, startup e venture capital. Infine, è online su Amazon il suo primo racconto breve intitolato Il Filo di Arianna.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

Scroll To Top

Utilizziamo cookie tecnici e cookie profilanti per personalizzare i contenuti e gli annunci del sito internet, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più, clicca qui.

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close