Home / Drammatici / Michael Clayton
Michael Clayton

Michael Clayton

Io non faccio miracoli, faccio le pulizie. Il calcolo qui è semplice: meno casino c’è, più facile è per me pulire.
(Michael Clayton – George Clooney)

Quando faceva il pubblico ministero, Michael Clayton non avrebbe mai pensato di iniziare a fare il lavoro che invece stava facendo ormai da anni. Dipendente di un facoltoso studio legale, Clayton ha il delicato compito di coprire e pulire – perché così si dice in gergo tecnico – la verità, cioè i problemi, i danni economici e quelli materiali dei clienti più ricchi e importanti. Michael è il migliore nel suo genere, un vero e proprio esperto nella falsificazione dei fatti e della realtà che però, anche se fa questo lavoro da 15 anni, ha sempre scelto di non diventare socio dello studio.

Michael ha un figlio ed è costretto giocoforza a continuare a fare il suo lavoro per pagare i debiti contratti a causa di un investimento andato fallito e della sua dipendenza dal gioco. Ma tutto questo cambia quando, un po’ per caso, si salva da morte certa subito dopo che si trova a gestire il caso di una multinazionale della chimica che è messa sotto osservazione per un prodotto fortemente cancerogeno che ha immesso nel mercato.

Siamo di fronte ad un legal thriller dal sapore classico che prende di mira le multinazionali e i loro comportamenti spesso cinici e meschini di fronte al pubblico finale. Tutto il film gira intorno alla figura del protagonista principale che da forza e anche titolo all’opera, personaggio interpretato perfettamente da un George Clooney le cui espressioni riescono a bucare lo schermo come mai prima. Clooney non parla molto, ma riesce davvero a dire tantissimo pur non aprendo mai la bocca, grazie ad una mimica facciale meravigliosa. Splendida la scena della sua discesa dalla macchina per guardare affascinato uno splendido cavallo, macchina che esplode pochi secondi dopo. E’ lui a gestire i ritmi della trama, a volte lenti e a volte molto, molto veloci, ritmi di cui però ad un certo punto da vittima inconsapevole che acquista via via coscienza arriva ad essere strumento attivo di rivalsa e redenzione, grazie anche ad Arthur Edens. Questi è un grandissimo Tom Wilkinson, socio dello studio che da un lato impazzisce quando si rende conto che la sua vita è stata regalata alla difesa di questa multinazionale dalle attività criminali, e che dall’altro quasi sembra tornare bambino quando al telefono parla con il figlio di Michael Clayton. Oltre a loro, un bravo Sydney Pollack e una convincente Tilda Swintoncattiva come pochi nei panni di Karen Crowder completano un cast di alto livello. Di Tilda affascinante la scena dove lei, per preparare un’intervista televisiva, ripete ossessivamente davanti allo specchio le risposte da dare per memorizzarle, in una sorta di prova ex ante destinata a perdersi nel nulla. Campagne splendide fanno da contraltare alla desolazione delle strade newyorchesi, abbandonate al loro destino così come diversi degli attori in campo. Da non perdere, infine, il lunghissimo finale che arriva in parallelo con i titoli di coda, dove il viso di Clooney di nuovo parla tanto senza dire niente. Da vedere.

Io non faccio miracoli, faccio le pulizie. Il calcolo qui è semplice: meno casino c’è, più facile è per me pulire. (Michael Clayton – George Clooney) Quando faceva il pubblico ministero, Michael Clayton non avrebbe mai pensato di iniziare a fare il lavoro che invece stava facendo ormai da anni. Dipendente di un facoltoso studio …

Review Overview

AMAZING STARS

Da Non Perdere

Summary : Legal thriller dal sapore classico che attacca le multinazionali della chimica e il male che fanno alle persone. Il film gira intorno a George Clooney le cui espressioni bucano lo schermo. Bravissimi Tilda Swinton e Tom Wilkinson. Belle le campagne e le strade newyorchesi.

User Rating: 4.5 ( 1 votes)
82
Michael Clayton - Locandina

Michael Clayton

Genere: Drammatici, Thriller

Cast: George Clooney, Sydney Pollack, Tilda Swinton, Tom Wilkinson, Austin Williams, Sean Cullen, Michael O’Keefe, Ken Howard, Merritt Wever, David Lansbury, Bill Raymond, Denis O’Hare, Alberto Vazquez

Un film di: Tony Gilroy

Durata: 125 minuti

Data di uscita: 5 ottobre 2007

About Daniele Buzzurro

Fin dalla tenera età Daniele cresce a pane, libri e film che divora al cinema e in televisione ogni volta che ha un momento libero dagli studi. E' in questo periodo che decide che da grande farà il critico cinematografico. Laureato in Scienze della Comunicazione e in Economia della Comunicazione, si occupa di Web a 360° tramite DreamyourMind ed è docente per Corsi, IFTS e Master Universitari. E' giurato di premi italiani ed esteri legati al web come PWI, Mediastars, W3 Awards, Communicator Awards, Davey Awards e partecipa a gestire Web Totale oltre scrivere per Linkiesta. Molto attivo nell’associazionismo, in particolare in quello legato al mondo della Comunicazione e in quello di Confindustria. E' ora attivo il suo progetto Connekt che punta a mettere in rete artisti, investitori, imprenditori, filmmaker, startup e venture capital. Infine, è online su Amazon il suo primo racconto breve intitolato Il Filo di Arianna.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

Scroll To Top

Utilizziamo cookie tecnici e cookie profilanti per personalizzare i contenuti e gli annunci del sito internet, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più, clicca qui.

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close