Home / Teatro / Mamma Mia! al Teatro Sistina
Mamma Mia! al Teatro Sistina

Mamma Mia! al Teatro Sistina

Mamma mia, here I go again
My my, how can I resist you?
Mamma mia, does it show again
My My, just how much I’ve missed you?
(Mamma Mia – Abba)

Dopo la presentazione (qui articolo e video) cui sono seguite un po’ di date d’apertura in Italia, arriva al Teatro Sistina il musical basato sulle canzoni degli Abba, che al cinema è stato interpretato nel 2008 da Meryl Streep, Pierce Brosnan, Colin FirthStellan Skarsgard, Julie Walters, Amanda Seyfried e Dominic Cooper. Questa è una nuova versione italiana, adattata da Massimo Romeo Piparo.

Si torna a cantare e ballare su di un’isola greca del Mar Mediterraneo dove Sofia sta organizzando il suo matrimonio. Lei però desidera conoscere suo padre, per questo invita alle nozze i tre uomini che sua madre Donna ha avuto nel periodo del suo concepimento, per scoprire chi sia di loro.

L’orchestra dal vivo, oculatamente inserita in uno degli edifici della scenografia, è certamente un valore aggiunto allo spettacolo e fa la differenza. Va detto che la sera della prima al Teatro Sistina del 6 dicembre, durante i brani ricchi di strumenti musicali, l’orchestra copriva le voci del canto, non facilitando la comprensione dei nuovi testi italiani che, comunque, sembrano ben adattati nel mantenere sia il significato originale sia nell’accordarsi con la musica.

Sabrina Marciano, reduce da varie belle prove tra cui i musical Billy Elliot e Tutti insieme appassionatamente, assume meritatamente il ruolo di Donna, dandole il suo brio nelle scene più movimentate, come nel tema Mamma Mia!, insieme alla dolcezza di madre, come nel brano Slipping Through my Fingers, e la profondità di una donna ferita nei sentimenti, come in The Winner Takes it All.

Gli interpreti uomini sono personaggi più nazional-popolari destinati ad essere un traino pubblicitario presso un pubblico più ampio. Paolo Conticini, visto anche nel musical di Vacanze Romanese la cava abbastanza bene nel ruolo di Sam, antico innamorato di Donna, con voce, recitazione e presenza scenica e anche nei duetti con Sabrina Marciano, come in S.O.S, di cui abbiamo già visto un’anteprima.

Sergio Muniz è aiutato dalla caratterizzazione spagnola del suo Enrique, musicista sognatore, e gli riesce a conferire la giusta “dolcezza” che lo porterà ad una rivelazione sul suo personaggio. Luca Ward, che interpreta Romolo, un esploratore e scrittore romano, non ha molto spazio nelle parti cantate e comunque si può dire che è stato migliore in quelle recitate.

Eleonora Facchini e Jacopo Sarno sono esteticamente carini e in parte nei ruoli dei promessi sposi Sofia (Sophie) e Sky. Lei dolce ma determinata è alquanto a suo agio in pezzi come Honey, Honey. Insieme sono piacevoli in Lay All Your love on Me, eseguita con una elaborata coreografia di artisti che ballano con pinne da subacquei. Nella visibile preparazione di entrambi, considerando ad esempio la precisione tecnica di Sarno nel pronunciare le sue battute, si avverte comunque la possibilità di poter maturare,  che potrebbe portare a una maggiore spontaneità in futuro.

Elisabetta Tulli e Laura Di Mauro, ammirate anche rispettivamente nei musical di Billy Elliot e Vacanze Romanerendono molto bene i ruoli delle amiche di Donna. Elisabetta Tulli è Rosie, l’intellettuale in campo per i diritti delle donne che spesso ironizza alcuni eccessi ideologici di movimenti militanti. Laura Di MauroTanya, invece è la mangia uomini, reduce da tre matrimoni, e amante del lusso. Elisabetta Tulli ha, tra i vari momenti felici della sua presenza, “l’assalto” seduttivo a Luca Word in Take a chance on me. Laura Di Mauro  in particolare è protagonista di Does your mother know in cui uno molto più giovane di lei cade ai suoi piedi di milf con tutto il suo fascino. La scena è una delle eccellenze delle coreografie dello spettacolo, curate da Roberto Croce, con tutti ballerini coinvolti sui vari palchi.

Le tre amiche, che un tempo formavano un trio canoro, hanno insieme vari numeri tra i più coinvolgenti dello show, quali: Money, Money, Money; Dancing Queen e Souper Trouper.

Le scene di Teresa Caruso sono curatissime. La scenografia fatta pedane girevoli e ponti sospesi su vera acqua, come già rivelato in anteprima, è anche più ricca di quella del musical originale. Si serve di vari cambi di scena, che comprendono edifici e una piazza rotante decorata a mosaico. Tutto comporta maggiore dinamicità all’allestimento, poiché i personaggi possono cercarsi camminando attraverso vari ambienti e le coreografie di ballo possono disporsi su più livelli.

Il disegno luci, i costumi e altri accorgimenti scenici contribuiscono a un musical gioioso, divertente, colorato e anche ambizioso che vuole anche andare oltre la messa in scena italiana di uno spettacolo originale, che già funzionava benissimo.

Guarda il video dell’ arrivo del cast del musical Mamma Mia! al Teatro Sistina, la sera della prima del 6 dicembre 2017:

 

Guarda il promo del musical Mamma Mia! al Teatro Sistina:

 

Mamma mia, here I go again My my, how can I resist you? Mamma mia, does it show again My My, just how much I’ve missed you? (Mamma Mia – Abba) Dopo la presentazione (qui articolo e video) cui sono seguite un po’ di date d’apertura in Italia, arriva al Teatro Sistina il musical basato sulle canzoni …

Review Overview

AMAZING STARS

Da Vedere

Summary : Curata versione italiana del musical basato sulle canzoni degli Abba. Sabrina Marciano, Laura Di Mauro ed Elisabetta Tulli danno la loro professionalità di performer. Scenografie elaborate anche oltre la versione originale. Coreografie godibilissime.

User Rating: Be the first one !
80
 
Mamma Mia!

GenereTeatro
Interpreti e Personaggi: Sabrina Marciano (Donna),  Eleonora Facchini (Sofia),  Paolo Conticini (Sam), Luca Ward (Romolo), Sergio Muniz (Enrique), Laura Di Mauro (Tanya), Elisabetta Tulli (Rosie), Jacopo Sarno (Sky)
Regia e adattamento italiano: Massimo Romeo Piparo
Musiche e testi: Benny Andersson, Björn Ulvaeus e Stig Anderson
Libretto: Catherine Johnson
Direzione musicale: Emanuele Friello
Costumi: Cecilia Betona
Disegno luci: Daniele Ceprani
Coreografie: Roberto Croce
Scene: Teresa Caruso
Suono: Alfonso Barbiero e Stefano Gorini
Sede: Teatro Sistina

Dal 6 dicembre 2017 al 7 gennaio 2018

About Andrea Di Cosmo

Andrea è laureato in Teorie e tecniche del linguaggio cinematografico. Segue e scrive di cinema e teatro, dopo aver coltivato e amato quest'ultimo personalmente, studiando teatro e canto e partecipando a spettacoli e Festival, in Italia e non solo. Ha scritto per varie testate tra cui Best Movie e Saltinaria, Cinespresso e Amazing Cinema. Nel suo percorso si occupa anche della promozione e organizzazione di eventi culturali, teatrali, musicali e turistici. Tra questi ci sono stati Musicultura, MArtelive, e il Levante International Film Fest.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

Scroll To Top

Utilizziamo cookie tecnici e cookie profilanti per personalizzare i contenuti e gli annunci del sito internet, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più, clicca qui.

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close