Home / Azione / Lucy

Lucy

“L’ignoranza crea il caos, non la conoscenza.”
(Lucy – Scarlett Johansson)

“Non si muore mai davvero.”
(Lucy – Scarlett Johansson)

“Io sono ovunque.”
(Lucy – Scarlett Johansson)

La giovane Lucy è una nullafacente che studia a Taipei e non sa ancora cosa farà nella sua vita da grande. Un giorno con uno stratagemma il suo fidanzato la costringe a consegnare una strana valigetta a dei membri della mafia cinese. Questi, dopo averlo ucciso, le inseriscono nello stomaco tramite un’operazione chirurgica improvvisata una busta che dovrà portare in un’altro paese ma, proprio poco prima di farlo, uno dei malviventi malmena Lucy e la sacca che ha nello stomaco si apre, liberando il suo contenuto nel corpo della ragazza.

I risultati di tutto questo saranno stupefacenti, difficili da credere anche per il maggior studioso della tematica al mondo, il Prof. Norman, che convoca un pool di scienziati esperti nel caso della ragazza al fine di trovare una spiegazione a quello che le sta succedendo. Sempre che davvero si sia interessati a farlo.

Capiamoci subito: da una pellicola d’azione e di fantascienza di questa estrazione, con un regista come Luc Besson che questo tipo di storie in genere le sa raccontare, e con protagonista una star del calibro di Scarlett Johansson mi aspettavo di più. Molto di più. Intendiamoci: il film non è brutto, anzi in dei momenti è estremamente interessante notare gli abbinamenti fatti da Besson tra il racconto del professor Professor Norman e le scene tratte dagli accadimenti naturali della vita del mondo. Ciò non toglie, però, che la storia è estremamente confusa, disseminando buchi un po’ ovunque e dando sempre e costantemente la sensazione che si sia trattato più che di un film che deve uscire al cinema, di una storia messa su alla bene e meglio da qualcuno che ha grandi competenze ma che non ha chiaro in testa dove vuole andare a parare. Perché il centro reale della storia e il vero messaggio contenuto nel film è quello di iniziare noi tutti, ognuno a modo nostro, a dare il giusto valore al tempo in quanto unico elemento imprescindibile e non ripetibile delle nostre vite. Governare il tempo e saperlo usare nel modo giusto vuole dire riuscire ad essere felici, questo è un fatto che però Besson non racconta nel modo giusto, perché non fa arrivare lo spettatore preparato nella modalità più opportuna a riuscire a sentire qualcosa di questa portata. Forse non gioca a suo favore la lunghezza del film davvero troppo breve, ma è un dato di fatto che la domanda che può sorgere al pubblico alla fine del film è qualcosa simile ad un “E quindi?!?!?!??” e, personalmente, mi sentirei di concordare proprio con questa. Brava Scarlett Johansson in un tipo di parte che le si adatta bene, quella dove recita da sola o quasi per la durata della storia, come successo anche ad esempio in Under The Skin. Invece spettacolari le scene d’azione e gli effetti speciali, e quasi da antologia il momento in cui Lucy guida la macchina insieme ad un commissario Del Rio a dir poco terrorizzato dalle doti in crescita continua della giovane.

“L’ignoranza crea il caos, non la conoscenza.” (Lucy – Scarlett Johansson) “Non si muore mai davvero.” (Lucy – Scarlett Johansson) “Io sono ovunque.” (Lucy – Scarlett Johansson) La giovane Lucy è una nullafacente che studia a Taipei e non sa ancora cosa farà nella sua vita da grande. Un giorno con uno stratagemma il suo …

Review Overview

AMAZING STARS

Sufficiente

Summary : Pellicola d'azione e di fantascienza da cui mi aspettavo di più. Il film non è brutto, anzi, ma storia è estremamente confusa e sembra in certi momenti che non sappia dove andare a parare. Il concetto principale, il valore del tempo, non è spiegato nel modo giusto.

User Rating: 2.95 ( 1 votes)
55

Lucy - Locandina

Lucy

Genere: Azione, Fantascienza

Cast: Scarlett Johansson, Morgan Freeman, Amr Waked, Min-sik Choi, Pilou Asbæk, Analeigh Tipton, Mason Lee, Claire Tran, Frédéric Chau, Jan Oliver Schroeder, Yvonne Gradelet, Renaud Cestre, Cedric Chevalme, Paul Chan

Un film di: Luc Besson

Durata: 90 minuti

Data di uscita: 25 Settembre 2014

About Daniele Buzzurro

Fin dalla tenera età Daniele cresce a pane, libri e film che divora al cinema e in televisione ogni volta che ha un momento libero dagli studi. E' in questo periodo che decide che da grande farà il critico cinematografico. Laureato in Scienze della Comunicazione e in Economia della Comunicazione, si occupa di Web a 360° tramite DreamyourMind ed è docente per Corsi, IFTS e Master Universitari. E' giurato di premi italiani ed esteri legati al web come PWI, Mediastars, W3 Awards, Communicator Awards, Davey Awards e partecipa a gestire Web Totale oltre scrivere per Linkiesta. Molto attivo nell’associazionismo, in particolare in quello legato al mondo della Comunicazione e in quello di Confindustria. E' ora attivo il suo progetto Connekt che punta a mettere in rete artisti, investitori, imprenditori, filmmaker, startup e venture capital. Infine, è online su Amazon il suo primo racconto breve intitolato Il Filo di Arianna.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

Scroll To Top

Utilizziamo cookie tecnici e cookie profilanti per personalizzare i contenuti e gli annunci del sito internet, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più, clicca qui.

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close