Home / Drammatici / Locke
Locke

Locke

Oggi ho imparato due nuove parole: fanculo Chicago
(Ivan Locke – Tom Hardy)

Ivan Locke guida da solo nella notte su di una trafficata autostrada inglese alle porte di Londra; dopo una giornata di lavoro nel cantiere dove ricopre il ruolo di responsabile dovrebbe tornare a casa, ma in realtà Locke guida verso un’altra destinazione: sta lasciando, forse per sempre, una vita perfetta e che ama, per aderire ad una responsabilità che sente di avere. Nell’abitacolo dell’auto, che lo estranea dai rumori esterni, egli parlerà al telefono con vari personaggi, a partire da Bethan, una donna misteriosa bisognosa di aiuto; si scontrerà con la moglie Katrina, con la quale dovrà affrontare spinose questioni personali, discuterà con il suo capo Gareth e forse perderà il lavoro, la cosa che gli è davvero cara. Ma quale mistero nasconde Ivan Locke, e verso cosa e lontano da chi sta viaggiando?

Questa è dunque l’ultima fatica di Steven Knight, con l’ottima interpretazione di Tom Hardy nel ruolo del protagonista, che affronta un viaggio verso una destinazione lontana perso in se stesso e nei propri demoni che gli sussurrano all’orecchio dall’abitacolo dell’auto. Tecnicamente un film interessante: la scelta di un’unica location e del film on the road rivisitato, dove il viaggio non è verso la crescita e il ritrovarsi ma verso il perdere e il perdersi, forse però per ritrovare dei valori profondi che nella nostra società si danno per abbandonati. Una sceneggiatura densa, come è d’obbligo per un lavoro che non offre distrazioni visive, che indaga nell’animo umano ma che non affonda il coltello fino in fondo; una fotografia anch’essa pesante, ricca di colori, che fa risaltare il volto del protagonista nell’auto e le luci forti e disturbanti di un’autostrada dove tutto scorre velocemente, in contrapposizione con la vita del nostro uomo al volante che sembra bloccarsi a tratti lungo il tragitto, chiudersi e fare presa come il cemento con il quale Locke lavora.

Un esperimento interessante questo lungometraggio, piuttosto originale ma che lascia intravedere una certa ricerca di  “particolarità” a tutti i costi, un voler cogliere lo spettatore impreparato facendogli desiderare un cambio di prospettiva o un giro di boa che in realtà non arriva mai e disilludendolo un poco con la promessa di un di-svelarsi che sfocia invece nella banalità. La sceneggiatura è si densa e non scontata, ma risente di un certo irrealismo; il desiderio del regista di condurci all’empatia con l’attore attraverso l’analisi delle sue emozioni e delle sue parole si scontra con una trama che non si riesce a considerare vera sino in fondo e si percepisce un pò troppo studiata a tavolino; forse il grande bluff del lavoro di Knight è quello di non essere “reale” e quindi, alla fine, di lasciarci con un certo amaro in bocca ed un certo fastidio, senza l’effetto catartico che ci si aspetterebbe ma anzi, con la sensazione sgradevole che il protagonista sia un uomo “finto” e che nasconda qualcosa che non siamo riusciti ad intravedere.

Insomma, un lungometraggio interessante da molti punti di vista e disturbante da molti altri, che offre buoni spunti di riflessione ma non centra il cuore dello spettatore, lasciandoci a bagnomaria, immersi in un’acqua tiepida e fastidiosa. Un film che dividerà, da vedere per parlarne.

Oggi ho imparato due nuove parole: fanculo Chicago (Ivan Locke – Tom Hardy) Ivan Locke guida da solo nella notte su di una trafficata autostrada inglese alle porte di Londra; dopo una giornata di lavoro nel cantiere dove ricopre il ruolo di responsabile dovrebbe tornare a casa, ma in realtà Locke guida verso un’altra destinazione: …

Review Overview

AMAZING STARS

Da vedere

Summary : Film interessante da molti punti di vista e disturbante da molti altri, che offre buoni spunti di riflessione ma non centra il cuore dello spettatore, lasciandoci a bagnomaria, immersi in un’acqua tiepida e fastidiosa. Da vedere per parlarne.

User Rating: 3.6 ( 1 votes)
71

Locke- locandina

Locke

Genere: Drammatici

Cast: Tom Hardy, Ruth Wilson, Olivia Colman, Andrew Scott, Ben Daniels, Tom Holland, Bill Milner, Danny Webb, Alice Lowe, Silas Carson, Lee Ross, Kirsty Dillon

Un film di: Steven Knight

Durata: 85 minuti

Data di uscita: 30 Aprile 2014

About Evra Chiarucci

Laureata al Dams in Critica e Letteratura cinematografica, mi occupo di tutto ciò che è arte, dalla danza al teatro...E molto altro!!!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

Scroll To Top

Utilizziamo cookie tecnici e cookie profilanti per personalizzare i contenuti e gli annunci del sito internet, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più, clicca qui.

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close