Home / Drammatici / La vendetta di un uomo tranquillo
La vendetta di un uomo tranquillo

La vendetta di un uomo tranquillo

E Ana ti piace? Non abbiamo più 15 anni. Occhio non vede …
(Pili – Pilar Gómez)

Da dove sei uscito tu?
(Ana – Ruth Díaz)

Spagna. José è una persona silenziosa e attenta ai particolari che passa le sue giornate in un bar della periferia spagnola insieme a Juanjo e il loro gruppo di amici. L`uomo sembra essere interessato ad Ana, cognata di Juanjo che lavora nel bar. I due prima parlano su internet e poi si incontrano di persona, andando oltre una semplice amicizia.

Ma Ana è sposata con Curro, che sta per uscire di prigione dopo essere stato 8 anni in galera per un furto in una gioielleria finito nel peggiore dei modi. Ana va a prendere Curro all`uscita e l`uomo subito capisce che c`è qualcosa che non va. Ma nè lui ne la donna potranno lontanamente immaginare quale sarà l`evolversi della situazione.

Thriller drammatico spagnolo che va diviso in due parti: la prima confusa e poco chiara, la seconda che colpisce al cuore ed entra dentro come poche altre storie prima di questa. La confusione a cui facevo riferimento prima sembra essere stata cercata appositamente da parte del regista Raúl Arévalo per lasciare lo spettatore come perso nel vuoto alla ricerca di dove sta andando la trama, riallacciando poi tutti i fili della storia nello stesso momento così da fornire (quasi) tutte le risposte alle domande che viene naturale porsi nella prima fase. Film asciutto e asettico, questo nell`ottica di evitare di dare interpretazioni personali a quel che succede nella storia, lasciando così che ogni persona possa dare la sua senza influenze esterne; questa sembra in una pellicola del genere la scelta migliore, perchè sarebbe facile in questo caso cadere in personalismi e luoghi comuni che sono stavolta evitati. Molto coinvolgente l`inizio, girato con una camera a mano o comunque con qualcosa di simile, in grado di farci sentire in pieno cosa si prova nel momento in cui si sta facendo una rapina. Anche la scelta della location sembra azzeccata, una Spagna di provincia brulla e abbandonata che ricorda da tanti punti di vista il Sud Italia. Bravi un pò tutti gli attori, anche se tra questi spiccano sicuramente il protagonista Antonio de la Torre alias José, capace di comunicare un distacco forte costruito da tante fasi della propria vita, e Ruth Díaz alias Ana che, seppure 40enne, mantiene fascino e sex appeal pazzeschi sia per ogni personaggi della trama che per qualsiasi spettatore di sesso maschile sopra i 30 anni. Nel complesso, una storia intrigante e interessante che potrebbe lasciare leggermente interdette diverse persone, ma che merita di essere vista presentandosi come il film spagnolo dell`anno.

E Ana ti piace? Non abbiamo più 15 anni. Occhio non vede … (Pili – Pilar Gómez) Da dove sei uscito tu? (Ana – Ruth Díaz) Spagna. José è una persona silenziosa e attenta ai particolari che passa le sue giornate in un bar della periferia spagnola insieme a Juanjo e il loro gruppo di …

Review Overview

AMAZING STARS

Da Vedere

Summary : Thriller drammatico spagnolo che nella seconda parte colpisce al cuore come pochi altri prima di lui. Asciutto e asettico, lascia giudicare lo spettatore su ciò che succede senza influenzarlo. Interessante fotografia della Spagna di provincia, molto coinvolgente l`inizio.

User Rating: 3.5 ( 1 votes)
71
La vendetta di un uomo tranquillo - Locandina

 La vendetta di un uomo tranquillo

GenereDrammatici, Thriller

Interpreti: Antonio de la Torre, Luis Callejo, Ruth Díaz, Alicia Rubio, Manolo Solo, Raúl Jiménez, Font García

Durata: 92 Minuti

Un film di: Raúl Arévalo

Data di uscita: 30 marzo 2017

About Daniele Buzzurro

Fin dalla tenera età Daniele cresce a pane, libri e film che divora al cinema e in televisione ogni volta che ha un momento libero dagli studi. E' in questo periodo che decide che da grande farà il critico cinematografico. Laureato in Scienze della Comunicazione e in Economia della Comunicazione, si occupa di Web a 360° tramite DreamyourMind ed è docente per Corsi, IFTS e Master Universitari. E' giurato di premi italiani ed esteri legati al web come PWI, Mediastars, W3 Awards, Communicator Awards, Davey Awards e partecipa a gestire Web Totale oltre scrivere per Linkiesta. Molto attivo nell’associazionismo, in particolare in quello legato al mondo della Comunicazione e in quello di Confindustria. E' ora attivo il suo progetto Connekt che punta a mettere in rete artisti, investitori, imprenditori, filmmaker, startup e venture capital. Infine, è online su Amazon il suo primo racconto breve intitolato Il Filo di Arianna.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

Scroll To Top

Utilizziamo cookie tecnici e cookie profilanti per personalizzare i contenuti e gli annunci del sito internet, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più, clicca qui.

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close