Home / Animazione / La tartaruga rossa
La tartaruga rossa

La tartaruga rossa

Un tempesta tropicale fa arrivare un giovane su un`isola deserta, dove questi deve organizzarsi in prima cosa per la propria sopravvivenza quotidiana. Il ragazzo cerca continuamente di lasciare l`isola, ma qualcosa glielo impedisce sempre, distruggendo la zattera che questi crea.

Questo qualcuno è una enorme tartaruga rossa, verso la quale l`uomo in primis reagisce molto male, mettendola in condizioni limite, ma verso cui dopo si riorienta, permettendo alla tartaruga di diventare una splendida donna che lo prenderà sottobraccio, portandolo verso un futuro insperato.

Lo Studio Ghibli torna alla ribalta con una storia di animazione fantasy che vince la sua categoria al Festival di Cannes e si presenta agli Oscar con la candidatura come miglior film d`animazione. La direzione è questa volta affidata all`olandese Michael Dudok de Wit, nato non a caso a Utrecht, Paesi Bassi, e patria del famosissimo personaggio chiamato Miffy del quale ospita addirittura un museo. L`aspetto estetico della pellicola si presenta da subito in maniera differente ai modelli a cui ci ha abituato lo Studio Ghibli, e questa è di per se già una notizia, anche per come ci eravamo abituati. De Wit usa infatti uno stile tutto suo, che abbiamo conosciuto nei filmati brevi Padre e Figlia (2000) e Il Monaco e il Pesce (1994), e che riprende come modalità quelli dei maestri del suo Paese. Possiamo definire lo stesso stile meraviglioso, per la bellezza estetica di cui di forgia e della quale è pieno. I dialoghi sono assenti nella trama, o meglio non si svolgono a parole, ma attraverso il linguaggio dei segni e lo scambio di azioni e operazioni che i protagonisti vari svolgono, a volte in modo singolo ed altre in interazione gli uni con gli altri. Altro elemento molto interessante è l`uso che viene fatto degli animali, vero e proprio motore della storia a 360 gradi: non a caso uno dei protagonisti si genera proprio da una tartaruga, stando proprio a significare lo strettissimo rapporto prima indicato. Oltre a questo non va dimenticato come nel film viene trattato il tema dell`amore, in primis quello tra uomo e donna, e poi quello di 2 genitori verso il loro piccolino. In questa storia l`amore e i sentimenti tra gli esseri umani e interni a loro stessi sono qualcosa di semplice e diretto, proprio come ce li comunicano gli animali; tutto è chiaro e trasparente, e viene notato dal nostro animo, entrandoci dentro in maniera seria e importante. Da vedere.

Un tempesta tropicale fa arrivare un giovane su un`isola deserta, dove questi deve organizzarsi in prima cosa per la propria sopravvivenza quotidiana. Il ragazzo cerca continuamente di lasciare l`isola, ma qualcosa glielo impedisce sempre, distruggendo la zattera che questi crea. Questo qualcuno è una enorme tartaruga rossa, verso la quale l`uomo in primis reagisce molto …

Review Overview

AMAZING STARS

Da Vedere

Summary : Stile grafico meraviglioso, come pure la bellezza estetica dell`animazione. Dialoghi assenti nella trama a parole, ma presenti con il linguaggio dei segni. E ancora gli animali come motore della storia, e l`amore diretto e puro tra gli esseri umani.

User Rating: 3.58 ( 2 votes)
72
La tartaruga rossa - Locandina

 La tartaruga rossa

GenereAnimazione, Fantasy

Interpreti: ////////////////////////////////////

Durata: 80 Minuti

Un film di: Michael Dudok de Wit

Data di uscita: 27 Marzo 2017

About Daniele Buzzurro

Fin dalla tenera età Daniele cresce a pane, libri e film che divora al cinema e in televisione ogni volta che ha un momento libero dagli studi. E' in questo periodo che decide che da grande farà il critico cinematografico. Laureato in Scienze della Comunicazione e in Economia della Comunicazione, si occupa di Web a 360° tramite DreamyourMind ed è docente per Corsi, IFTS e Master Universitari. E' giurato di premi italiani ed esteri legati al web come PWI, Mediastars, W3 Awards, Communicator Awards, Davey Awards e partecipa a gestire Web Totale oltre scrivere per Linkiesta. Molto attivo nell’associazionismo, in particolare in quello legato al mondo della Comunicazione e in quello di Confindustria. Membro del Board of Director di Arpico, è ora attivo il suo progetto Connekt che punta a mettere in rete artisti, investitori, imprenditori, filmmaker, startup e venture capital. Infine, è online su Amazon il suo primo racconto breve intitolato Il Filo di Arianna.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

Scroll To Top

Utilizziamo cookie tecnici e cookie profilanti per personalizzare i contenuti e gli annunci del sito internet, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più, clicca qui.

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close