Home / Azione / La Notte del Giudizio – Election Year
La Notte del Giudizio – Election Year

La Notte del Giudizio – Election Year

Charlie Roan: Perché le interessa questo incarico?
Leo Barnes: Anni fa stavo per commettere un crimine. Voglio che lo Sfogo finisca.
(Charlie Roan e Leo Barnes – Elizabeth Mitchell e Frank Grillo)

The Purge è la serie di film un po’ disturbanti ma sicuramente interessanti iniziata con La Notte del Giudizio – The Purge (2013) e proseguita con Anarchia – La Notte del Giudizio (2014). In un futuro tra realistico ed inquietante, la società americana considera legali tutti i crimini per una notte all’anno, anzi li vede addirittura favoriti dal governo.

Guidato dai Nuovi Padri Fondatori d’America (NFFA), il governo ha infatti autorizzato l’annuale Notte del Giudizio per garantire che il tasso di criminalità rimanga sotto l’uno per cento per il resto dell’anno. Ma una rivoluzione sta serpeggiando fra i contestatori che sono convinti che la Notte del Giudizio sia una strategia delle istituzioni per eliminare i poveri e i deboli per permettere alle elites di prosperare. Alle elezioni presidenziali degli Stati Uniti si fronteggiano, da un lato un uomo sostenuto da chi vuole mantenere la truculenta tradizione, dall’altro la senatrice Charlie Roan, interpretata da Elizabeth Mitchell, a suo tempo vittima del trauma dello sterminio della sua famiglia, vissuto proprio durante una di quelle notti annuali da cui lei ha dedicato la sua vita ad abolire il rituale che colpisce i poveri e gli innocenti. Nel corso dell’ultima Notte del Giudizio prima delle elezioni, fra caos e disordini, un’improbabile gruppo di persone si muove fino ad essere sul punto di rivelare l’incredibile cospirazione ordita dai Nuovi Padri Fondatori d’America.

Dietro l`horror splatter ci sono sottotesti etici affatto fantascientifici, se pensiamo che l‘America dell’auto giustizia a mano armata e della pena di morte è tuttora attualissima. Questo è il capitolo più esplicitamente politico con un’agguerrita battaglia elettorale, che vede l’intera nazione profondamente divisa fra chi sostiene e chi rifiuta La Notte del Giudizio.

Molto interessante  il personaggio di Leo Barnes, interpretato da Frank Grillo, riuscito a fermarsi in tempo da una deplorevole vendetta nell’avvincente conclusione del film precedente. Ora Leo è impegnato a guidare la sicurezza della senatrice Charlie Roan. Bel ruolo di cavaliere oscuro moderno e tormentato tra un passato pesante e la voglia di redenzione.

Molto bello anche il personaggio di Joe, interpretato da Mykelti Williamson. Il proprietario di un negozio, il quale scopre che il costo dell’assicurazione che lo protegge dai danni è schizzato alle stelle, a ridosso della fatidica notte, e non è più in grado di pagare per proteggere le proprie proprietà. Senza soldi e mezzi, Joe si trova obbligato a rischiare la vita per difendere i propri beni e i propri compagni di vita, insieme a Marcos Laney, due giovani dal passato burrascoso che lui ha salvato prendendoli a lavorare con sé. Avviene un confronto interessante tra il lavoratore e alcune ragazzine ricche e viziate che lo minacciano a causa dei loro capricci.

La svolta adrenalinica del film avviene quando  la senatrice in quella notte è costretta a scappare per le strade di Washington a causa di un tradimento e il suo destino si unisce a quello degli altri personaggi, poiché lei diventa il simbolo della speranza di una società migliore. L’ambientazione nella notte delle strade di Washington, ma anche nei tunnel sotterranei, è molto efficace, portando a volte la ripresa sui tetti o negli angoli dove gli aggrediti aspettano gli aggressori tra paura e voglia di reagire per sopravvivere. Reso ancora bene l’aspetto inquietante della perdita di civiltà per una notte dove la gente diventa bersaglio di caccia e carne da macello per il divertimento mascherato dalla convinzione di purificazione sociale da parte di cittadini e turisti venuti apposta per passare la notte ad ammazzare persone, cioè poveri e indifesi.

Tra il rappresentante della tradizione e l’esponente dell’innovazione, prima donna candidata Presidente degli USA, è impossibile non vedere, nonostante le forti differenze, echi della reale competizione presidenziale tra Donald Trump e Hillary Clinton. Altrettanto ricorre l’idea fondamentalista, quasi mistica, portata agli alti livelli della politica, di un’America che deve rimanere grande con il sacrificio di sangue.

Questa saga si conferma con alto dosaggio di contenuto e stile di tensione finalizzato a fornire una presunta fantascienza molto realistica, rendendo più interessante l’immedesimazione del pubblico, per quanto inquietante. La carneficina, reale e metaforica, portata in politica, in modo ancora più vicino alla realtà, non dovrebbe lasciare indifferenti per una serie di film da vedere.

Charlie Roan: Perché le interessa questo incarico? Leo Barnes: Anni fa stavo per commettere un crimine. Voglio che lo Sfogo finisca. (Charlie Roan e Leo Barnes – Elizabeth Mitchell e Frank Grillo) The Purge è la serie di film un po’ disturbanti ma sicuramente interessanti iniziata con La Notte del Giudizio – The Purge (2013) e proseguita …

Review Overview

AMAZING STARS

Da Vedere

Summary : La saga si conferma ad alto dosaggio di contenuto e stile di tensione finalizzato a fornire una presunta fantascienza molto realistica, rendendo più interessante l'immedesimazione del pubblico, per quanto inquietante. La carneficina, reale e metaforica, portata in politica, in modo ancora più vicino alla realtà, non dovrebbe lasciare indifferenti

User Rating: 3.45 ( 1 votes)
72

La Notte del Giudizio – Election Year

Genere:  Azione, HorrorFantascienza

Cast: Frank Grillo, Elizabeth Mitchell, Mykelti Williamson, Joseph Julian Soria, Betty Gabriel, Terry Serpico, Edwin Hodge, Kyle Secor

Un film di: James DeMonaco

Durata: 105 minuti

Data di uscita: 28 luglio 2016

About Andrea Di Cosmo

Andrea è laureato in Teorie e tecniche del linguaggio cinematografico. Segue e scrive di cinema e teatro, dopo aver coltivato e amato quest'ultimo personalmente, studiando teatro e canto, dopo aver partecipato a rappresentazioni e Festival, in Italia e non solo. Si occupa di eventi culturali e teatrali anche nell'organizzazione ed uffici stampa.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

Scroll To Top

Utilizziamo cookie tecnici e cookie profilanti per personalizzare i contenuti e gli annunci del sito internet, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più, clicca qui.

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close