Home / Commedia / La nostra terra
La nostra terra

La nostra terra

Avocà, e lei sente alle cose che si dicono in paese? Che razza di avvocato é? Devi credere alle parole che NON si dicono.
(Cosimo – Sergio Rubini)

Filippo lavora per un’azienda che si occupa di terreni confiscati alla mafia ma non ha mai varcato le soglia del suo ufficio per sporcarsi le mani e trascorre la sua esistenza tra ansiolitici e conferenze; l’occasione di cambiare arriva quando un terreno confiscato ad un boss della malavita che si trova in carcere viene assegnato ad una squinternata ed improbabile compagnia pugliese. Filippo viene catapultato in una realtà che non si aspetta, dove il concetto di legalità è del tutto personale e relativo e dove poco peso hanno le belle parole che si pronunciano al “Nord”: anche chi non è direttamente colluso con la Mafia mostra poco rispetto per le regole e la preoccupante tendenza ad infrangerle. Il sogno è di creare un centro agricolo con coltivazioni biologiche e Filippo, per aiutare la bella Rossana, sceglie di restare, ma quando il boss Nicola Sansone esce di galera e cominciano le intimidazioni un dubbio assale il simpatico gruppo di sognatori: chi è la talpa del boss, che segnala ogni iniziativa e boicotta dall’interno il progetto di rinascita e legalità?

Giulio Manfredonia firma la regia e la sceneggiatura di questa simpatica commedia all’italiana, che si avvale di un cast di buon livello dove ogni attore fa la sua parte per assicurare qualche risata: buona l‘interpretazione di Stefano Accorsi nel ruolo di Filippo, classica ma sempre impeccabile la figura di Sergio Rubini che è Cosimo, l’ex bracciante del boss; ben caratterizzati anche gli altri personaggi, le cui maschere non brillano per originalità ma svolgono con simpatia il ruolo che gli spetta. Una regia pulita ma senza grande genialità, una sceneggiatura leggera ma non ricercata, che non regala colpi di scena entusiasmanti, accade esattamente quello che ci si aspetterebbe. La commedia affronta con semplicità e disincanto una tematica forte e di grande attualità come quella della riqualificazione di terreni e beni confiscati alla criminalità organizzata, rinascita che, per i soliti vari motivi, qui in Italia non risulta mai essere facile; alcune scene mostrano senza pietà (ma quasi come fosse normale) una sorta di atavica connivenza tra ciò che dovrebbe essere e ciò che invece è (perché, si sa, le regole valgono altrove). Se il lungometraggio offre spunti di riflessione e qualche risata si perde però in alcune scelte scontate che, unite ad un finale fin troppo buonista, regalano un “happy end” irreale e fuori luogo. Una commediola all’italiana come piace a noi, dove “tutto è bene quel che finisce bene”, anche quando sappiamo che la realtà è di tutt’altro spessore. Consigliata a chi vuole pensare, ma non troppo; a chi vuole ridere ma non deprimersi.

Avocà, e lei sente alle cose che si dicono in paese? Che razza di avvocato é? Devi credere alle parole che NON si dicono. (Cosimo – Sergio Rubini) Filippo lavora per un’azienda che si occupa di terreni confiscati alla mafia ma non ha mai varcato le soglia del suo ufficio per sporcarsi le mani e …

Review Overview

AMAZING STARS

Sufficiente

Summary : Una commediola all'italiana come piace a noi, dove "tutto è bene quel che finisce bene", anche quando sappiamo che la realtà è di tutt'altro spessore. Consigliata a chi vuole pensare, ma non troppo; a chi vuole ridere ma non deprimersi.

User Rating: 2.95 ( 1 votes)
57

la nostra terra-locandina

La nostra terra

Genere: Commedia

Cast: Stefano Accorsi, Sergio Rubini, Maria Rosaria Russo, Iaia Forte, Nicola Rignanese, Massimo Cagnina, Giovanni Calcagno, Giovanni Esposito, Silvio Laviano, Michel Leroy, Bebo Storti, Paolo De Vita, Debora Caprioglio, Tommaso Ragno

Un film di: Giulio Manfredonia

Durata: 100 minuti

Data di uscita: 18 Settembre 2014

About Evra Chiarucci

Laureata al Dams in Critica e Letteratura cinematografica, mi occupo di tutto ciò che è arte, dalla danza al teatro...E molto altro!!!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

Scroll To Top

Utilizziamo cookie tecnici e cookie profilanti per personalizzare i contenuti e gli annunci del sito internet, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più, clicca qui.

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close