Home / Drammatici / Julieta
Julieta

Julieta

Ti parlerò di tuo padre. Quando mi chiedesti come l’avevo conosciuto, io ti risposi: “in treno” ma non ti raccontai tutto.
(Julieta in una lettera alla figlia Antía – Emma Suárez)

Julieta vive a Madrid con la figlia Antía. Entrambe soffrono per la perdita di Xoan, padre di Antía e marito di Julieta. Il giorno in cui Antía compie diciotto anni abbandona la madre, senza darle una spiegazione.

Lo stile di Pedro Almodóvar si avverte, sia pure in modo più blando, nell’introduzione dei personaggi, nei loro primi piani, nei loro sguardi comunicativi, nella seduzione improvvisa e simile a una vampata di fuoco, dove il regista in alcune scene ci ricorda la sua attenzione per la carnalità e la passione. Nella costruzione della storia è tipica abilità di Almodóvar tratteggiare nei personaggi il torbido affacciarsi dei ricordi e poi il delineare i loro destini drammatici, spesso tragici, dell’individuo e della famiglia. Non si raggiungono punte surreali sulla caratterizzazione dei personaggi o scelte di fotografia anche se rimangono iconici i dettagli di un drappo rosso o una scultura che raffigura un uomo nudo seduto.

Interessante, comunque, lo stacco delle fasi della vita di Julieta riflesso nell’aspetto di ragazza degli anni Ottanta o donna più matura, nell’interpretazione di due attrici diverse: Adriana Ugarte ed Emma Suárez, che va di pari passo con le case e i luoghi che cambia, insieme ai cambi di vita. Un treno la porta a conoscere un amore, la cui storia è suggellata da una casa al mare dai toni azzurri e bianchi fuori dal tempo e poi ancora la fine di un sogno e la maturità forzata di Madrid, vissuta in due case, prima senza marito e poi anche senza la figlia; case sempre più fredde e austere fino ad arrivare a un bianco e vetro più simile a una lapide che a una casa.

Anche se meno ispirato, il tocco del regista si nota abbastanza nella prima parte; sebbene nel complesso si prepara un film che appare troncato, più che una vicenda aperta, che lascia scoperti alcuni nodi, come il ruolo di una donna aiutante in casa del marito di Julieta nella interpretazione e fisicità riuscita di Rossy de Palma, a tratti simile alle figure grottesche del regista iberico, a tratti dotata di una cupa austerità che sembra omaggiare figure classiche del cinema noir come la governante di Rebecca, la prima moglie (1940). 

Una pellicola promettente e interessante nello stile comunque riconoscibile del regista la cui incompiutezza a volte, purtroppo, lascia incerti sul senso di alcuni sacrifici e incidenti, accennati e non sempre influenti per la storia o la crescita dei personaggi se non per la sceneggiatura che sembra voler gratuitamente attribuire a Julieta un destino infausto quasi sempre, finché la ciclicità delle disgrazie sembra avere un senso nella composizione dei drammi, nella possibilità di ricucire legami tra persone ma questo aspetto resta nella fantasia degli spettatori del film che appare quasi come antitesi della salvificazione anche più incredibile dei legami familiari di Volver (2006), altra opera del regista orientata all’universo femminile e familiare, di dieci anni fa, di cui questa storia sembra citare dettagli, quali un affettuoso lavaggio di capelli della figlia alla madre.

Ti parlerò di tuo padre. Quando mi chiedesti come l’avevo conosciuto, io ti risposi: “in treno” ma non ti raccontai tutto. (Julieta in una lettera alla figlia Antía – Emma Suárez) Julieta vive a Madrid con la figlia Antía. Entrambe soffrono per la perdita di Xoan, padre di Antía e marito di Julieta. Il giorno in cui …

Review Overview

AMAZING STARS

Buono

Summary : Lo stile di Pedro Almodóvar si avverte nei personaggi, i primi piani, la seduzione improvvisa, il delineare dei loro destini drammatici, spesso tragici, dell’individuo e della famiglia; sebbene nel complesso il film appaia troncato, più che una vicenda aperta, che lascia scoperti alcuni nodi

User Rating: 2.85 ( 1 votes)
64

 Julieta

GenereDrammatici

Interpreti: Emma Suarèz, Adriana Ugarte, Daniel Grao, Inma Cuesta, Darío Grandinetti, Michelle Jenner, Rossy De Palma, Nathalie Poza, Pilar Castro, Susi Sánchez,Priscilla Delgado, Joaquín Notario, Blanca Parés, María Mera, Agustin Almodóvar, Mariam Bachir, Jorge Pobes

Durata: 98 minuti

Un film di: Pedro Almodóvar

Data di uscita: 26 maggio 2016

About Andrea Di Cosmo

Andrea è laureato in Teorie e tecniche del linguaggio cinematografico. Segue e scrive di cinema e teatro, dopo aver coltivato e amato quest'ultimo personalmente, studiando teatro e canto e partecipando a spettacoli e Festival, in Italia e non solo. Ha scritto per varie testate tra cui Best Movie e Saltinaria, Cinespresso e Amazing Cinema. Nel suo percorso si occupa anche della promozione e organizzazione di eventi culturali, teatrali, musicali e turistici. Tra questi ci sono stati Musicultura, MArtelive, e il Levante International Film Fest.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

Scroll To Top

Utilizziamo cookie tecnici e cookie profilanti per personalizzare i contenuti e gli annunci del sito internet, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più, clicca qui.

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close