It

Pennywise: Ciao Georgie! Ma che bella barca. La vuoi indietro?
Georgie Denbrough: Uhm… Sì, per favore.
Pennywise: Tu sembri un bravo ragazzo Georgie, scommetto che hai un sacco di amici.
Georgie Denbrough: Tre… ma il migliore è mio fratello.
Pennywise: E dov`è ora?
Georgie Denbrough: A letto. Malato.
Pennywise: Scommetto che lo posso tirare su! Gli darò un palloncino. Tu lo vuoi un palloncino, Georgie?
Georgie Denbrough: Non dovrei prendere cose offerte da sconosciuti.
Pennywise: Oh! Bene, io sono Pennywise, il clown che danza. “Pennywise?”. “Sì?”, “Ti presento Georgie”. “Georgie, ti presento Pennywise”. [Georgie ride] Ora non siamo più degli sconosciuti. Non è vero?
Georgie Denbrough: Che ci fai nelle fogne?
Pennywise: Una tempesta mi ha spazzato via. Ha spazzato via l`intero circo. [ridendo] Non lo senti l`odore del circo, Georgie? Ci sono le noccioline… lo zucchero filato… gli hot dog… e…
Georgie Denbrough: I popcorn?
Pennywise: POPCORN! Sono quelli i tuoi preferiti?
Georgie Denbrough: Aha.
Pennywise: Sono anche i miei preferiti! [ridendo] Perchè loro scoppiano! Scoppiano, scoppiano! Scoppiano, scoppiano! Scoppiano, scoppiano, scoppiano!
[entrambi ridono] Georgie Denbrough: Hum… Dovrei andare, ora.
Pennywise: Oh! Senza la tua barca? Non la vuoi perdere, Georgie. Bill ti ucciderà! Vieni qui. Prendila. Prendila, Georgie.
(Pennywise e Georgie Denbrough – Bill Skarsgård e Jackson Robert Scott)

Derry, 1988. Georgie, fratello minore di Billy, va via di casa per far andare la sua nuova barchetta di carta, creata proprio da Billy, sotto la pioggia. Avendola persa in uno scolo, entra in contatto con uno strano clown, Pennywise, che in qualche modo si appropria del ragazzo e lo fa sparire. Inutili le ricerche di Georgie ovunque, con Billy che si sente in parte responsabile della sua sparizione.

Derry, 1989. Ormai sono molti i bambini a scomparire ma sembra qualcosa di quasi inevitabile. Billy e il suo gruppo di amici Ben, Beverly, Richie, Mike, Eddie e Stanley, attaccato anche dai bulletti della scuola, ha avuto ognuno a suo modo a che fare con Pennywise, e non è stata mai una bella esperienza per loro. I ragazzi decidono così di fare i conti con il clown assassino andandolo a cercare a casa. Pronti alla battaglia?

Direttamente dall`omonimo romanzo del maestro del terrore Stephen King, arriva nelle sale cinematografiche questo nuovo tentativo, dopo quello omonimo del 1980, di far conoscere una storia come questa anche al grande pubblico che non è solito leggere libri, men che meno se provenienti dal genere horror. E in effetti la presente lavorazione, diretta da Andy Muschietti, è sì un dramma, ed è un thriller, ma come detto è la fase horror quella più cara sia a suo tempo allo scrittore che la ha creata che allo spettatore davanti al quale si troverà di fronte. Iniziamo subito con il dire che questa pellicola è molto fedele al libro, con la piccola grande eccezione della logica temporale; in questo caso, infatti, viene affrontata la fase dell`adolescenza dei piccoli protagonisti, fase che nel libro è fondamentale anche se comunque resta miscelata al meglio con il momento storico delle stesse persone 27 anni dopo. Gli effetti speciali horror sono mirabolanti, colpisce in maniera particolare la scelta di rappresentare un evento che accade alla giovane Beverly – non dico troppo ma si tratta di una delle migliori fasi del genere vista nell`ultimo periodo, mi ha ricordato Shining (1980). Altro tema importante, oltre quello della grafica, è quello dei forti legami di amicizia tra i giovani, tramite i quali ci si aiuta a vicenda e si è in grado di raggiungere risultati di alto livello in quello che si vuole fare. A questi rapporti forti tra ragazzi fanno da contraltare la forte lontananza dei grandi, che vivono nella totale indifferenza verso quello che potrebbe capitare ai piccoli, arrivando persino a dare per scontato che parecchi possano sparire senza lasciare traccia. Questo confronto tra la vita dei piccoli e la non-vita dei grandi fa pensare molto, e porta grande valore alla trama. Le battute che il gruppo di amici si scambia di continuo, poi, sono esileranti, anche perchè i ragazzi sono simpaticissimi (e in questo ringraziamo un casting di alto livello nella sua semplicità di base), anche se la scelta di parlare dei piccoli e non dei grandi è limitante in questo senso (se conoscete il romanzo sapete di cosa parlo). Tra gli attori emergono Sophia Lillis alias Beverly Marsh, una giovane dal futuro certo nel mondo di Hollywood per quel che abbiamo appena visto, e Bill Skarsgård, un Pennywise molto credibile e convincente. Nel complesso, è un po` un peccato che questa prima parte sia ambientata temporalmente negli anni `80 invece che negli anni `50 come nel libro: è vero che qui abbiamo i New Kids on the Block e addirittura riferimenti diretti a proiezioni cinematografiche di Nightmare – Dal profondo della notte (1984), ma nulla a che vedere purtroppo con epoche piene di musiche e ambientazioni differenti. Ma a parte questo, il film è da vedere, e non solo da parte degli appassionati.

 

Pennywise: Ciao Georgie! Ma che bella barca. La vuoi indietro? Georgie Denbrough: Uhm… Sì, per favore. Pennywise: Tu sembri un bravo ragazzo Georgie, scommetto che hai un sacco di amici. Georgie Denbrough: Tre… ma il migliore è mio fratello. Pennywise: E dov`è ora? Georgie Denbrough: A letto. Malato. Pennywise: Scommetto che lo posso tirare su! …

Review Overview

AMAZING STARS

Da Vedere

Summary : Dramma, thriller, ma soprattutto horror per una pellicola molto fedele al libro, con eccezione della logica temporale; qu viene affrontata la fase dell`adolescenza dei protagonisti. Tema dei rapporti umani di amicizia tra giovani che ci si porta dietro anche da adulti. Effetti speciali horror mirabolanti.

User Rating: 3.7 ( 1 votes)
77
It

Genere: Drammatici, Horror, Thriller

Interpreti: Bill Skarsgård, Owen Teague, Jaeden Lieberher, Finn Wolfhard, Wyatt Oleff, Jeremy Ray Taylor, Jack Grazer, Chosen Jacobs, Javier Botet, Nicholas Hamilton, Megan Charpentier, Sophia Lillis, Steven Williams

Un film di: Andy Muschietti

Durata: 135 minuti

Data di uscita: 19 ottobre 2017

About Daniele Buzzurro

Fin dalla tenera età Daniele cresce a pane, libri e film che divora al cinema e in televisione ogni volta che ha un momento libero dagli studi. E' in questo periodo che decide che da grande farà il critico cinematografico. Laureato in Scienze della Comunicazione e in Economia della Comunicazione, si occupa di Web a 360° tramite DreamyourMind ed è docente per Corsi, IFTS e Master Universitari. E' giurato di premi italiani ed esteri legati al web come PWI, Mediastars, W3 Awards, Communicator Awards, Davey Awards e partecipa a gestire Web Totale oltre scrivere per Linkiesta. Molto attivo nell’associazionismo, in particolare in quello legato al mondo della Comunicazione e in quello di Confindustria. Membro del Board of Director di Arpico, è ora attivo il suo progetto Connekt che punta a mettere in rete artisti, investitori, imprenditori, filmmaker, startup e venture capital. Tra i progetti Gourmicious, startup nel settore enogastronomico. Infine, è online su Amazon il suo primo racconto breve intitolato Il Filo di Arianna.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

Scroll To Top

Utilizziamo cookie tecnici e cookie profilanti per personalizzare i contenuti e gli annunci del sito internet, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più, clicca qui.

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close