Home / Azione / Dunkirk
Dunkirk

Dunkirk

Quanto è difficile trovare un uomo inglese morto sulla spiaggia di Dunkerque, per l’amor di Dio?
(Tommy – Fionn Whitehead)

Questa pellicola mostra l’avventura disperata, durante la Seconda Guerra Mondiale, del salvataggio di centinaia di migliaia di truppe britanniche ed alleate, bloccate sulla costa di Dunkerque e circondate dalle forze nemiche. Mentre i soldati sono atterriti, perché hanno da una parte il mare del Canale della Manica e dall’altra il nemico che si stringe loro intorno, gli Spitfire della RAF sfidano il fronte nemico, sul cielo della Manica, in difesa degli uomini intrappolati a terra. Sul mare, invece, tantissime imbarcazioni militari e civili tentano disperatamente di salvare quanti più uomini possibile.
La scena si divide donando suspense tra aria, mare e terra incontrando con un efficace montaggio i vari personaggi. Le inquadrature sottomarine, aeree o quelle che catturano i soldati che vogliono salvarsi e restano sorpresi dall’ennesimo attacco, rendono l’idea della guerra intesa come quotidianità drammatica di chi è ormai saturo di orrori.

Non c’è tanto la presenza del nemico che assale, piuttosto l’apprensione interiore e la spossatezza visibile dei tanti soldati che si sentono costantemente in pericolo e una generale e disperata azione di ognuno che cerca di salvarsi. C’è un’ansiogena apprensione nei rifugiati in un sottomarino, col latente pericolo di essere silurati; oppure quando enormi truppe attraversano un fatiscente ponte di legno a rischio di bombardamenti.

Un film che, anziché i dialoghi, privilegia le scene di massa e corali, le immagini e le espressioni ma sceglie con cura alcuni personaggi e situazioni più piccole su cui porre l’attenzione. Fra tutti un battello con due ragazzi  ed un padre, interpretato da un intenso Mark Rylance, partito per cercare sopravvissuti e feriti da salvare. A bordo c’è quella piccola oasi in mezzo agli orrori di cui gli sbandati militari hanno bisogno. Vediamo lo spaurito e disorientato giovane soldato, interpretato da Fionn Whitehead, che si muove dalla spiaggia piena di caduti fino al traballante ponte che potrebbe caricarlo su una nave, verso la salvezza. Ancora l’aviatore provato dalla fatica, impersonato da Tom Hardy, che regala il suo tormentato vissuto soprattutto attraverso gli sguardi e nonostante la maschera per l’ossigeno che porta quasi sempre sul volto. Tratteggiato ma incisivo anche il ritratto di un soldato, interpretato da Cillian Murphy, recuperato su un battello di salvataggio e ossessionato da personali fantasmi e traumi vissuti durante l’azione militare. Tra i dialoghi rimane di impatto un litigio tra soldati britannici che cercano l’elemento più sacrificabile tra loro da esporre a una situazione rischiosa. È la relatività del bene e del male che rende dolorose le priorità in situazioni di emergenza.

L’ottima fotografia esalta i momenti del film che non si serve di esplicite visioni di ferite e sangue ma ugualmente mostra la tensione e il dolore, come sottolinea il sonoro e la colonna sonora, abili nell’anticipare le sequenze più adrenaliniche, quelle di imminente pericolo e le più drammatiche ed emozionanti. Hans Zimmer ha composto una colonna sonora dove è costante l’estrema scansione temporale mentre i bassi preparano l’apprensione per il pericolo, negli istanti in cui i soldati si aspettano che accada e in quelli rapidi in cui il pericolo si manifesta davvero.

Si accenna la retorica patriottica che vorrebbe ricordare il ruolo dei “bravi soldati” che servono la loro patria ma il concetto più caro al film è il salvarsi e il ritorno alla vita. In questo la storia si inserisce dignitosamente nel cinema di guerra e dal quale assorbe vari elementi. Christopher Nolan, regista di Interstellar (2014), Inception (2010), la trilogia de Il cavaliere oscuro ed altro ancora, mostra un suo ritratto di quegli scenari con una pregiata confezione registica.

Quanto è difficile trovare un uomo inglese morto sulla spiaggia di Dunkerque, per l’amor di Dio? (Tommy – Fionn Whitehead) Questa pellicola mostra l’avventura disperata, durante la Seconda Guerra Mondiale, del salvataggio di centinaia di migliaia di truppe britanniche ed alleate, bloccate sulla costa di Dunkerque e circondate dalle forze nemiche. Mentre i soldati sono atterriti, perché …

Review Overview

AMAZING STARS

Da Vedere

Summary : Christopher Nolan ritrae con la sua raffinata confezione registica una corsa alla sopravvivenza di numerose truppe britanniche sul Canale della Manica. Fotografia curatissima, sonoro e colonna sonora scandiscono l'apprensione drammatica, insieme all'abile montaggio, in spettacolari scene tra aria, mare e terra. Un pregiato film di guerra e una nuova prova riuscita di un grande regista.

User Rating: 4 ( 1 votes)
79

Dunkirk

Genere:  AzioneDrammaticiGuerra, Storici

InterpretiTom Hardy, Fionn Whitehead, Tom Glynn-Carney, Jack Lowden, Harry Styles, Aneurin Barnard, James D’Arcy, Barry Keoghan, Kenneth Branagh, Cillian Murphy, Mark Rylance

Un film di: Christopher Nolan

Durata: 107 minuti

Data di uscita: 31 agosto 2017

About Andrea Di Cosmo

Andrea è laureato in Teorie e tecniche del linguaggio cinematografico. Segue e scrive di cinema e teatro, dopo aver coltivato e amato quest'ultimo personalmente, studiando teatro e canto e partecipando a spettacoli e Festival, in Italia e non solo. Ha scritto per varie testate tra cui Best Movie e Saltinaria, Cinespresso e Amazing Cinema. Nel suo percorso si occupa anche della promozione e organizzazione di eventi culturali, teatrali, musicali e turistici. Tra questi ci sono stati Musicultura, MArtelive, e il Levante International Film Fest.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

Scroll To Top

Utilizziamo cookie tecnici e cookie profilanti per personalizzare i contenuti e gli annunci del sito internet, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più, clicca qui.

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close