Home / Commedia / Boogie Nights – L’altra Hollywood

Boogie Nights – L’altra Hollywood

È la migliore.. è una madre stupenda, sai? Una madre per tutti quelli che hanno bisogno d’amore
(Jack Horner – Burt Reynolds)

1977. A Los Angeles il regista di film porno Jack Horner sta cercando un modo di emergere in un settore dove, in genere, l’attenzione del pubblico è esclusivamente rivolta alle scene di sesso e non va oltre quelle. Durante una serata in un locale incontra Eddie Adams, giovane cameriere che unisce a delle doti fisiche non indifferenti una naturalità nel girare le scene pornografiche fuori dal comune.

Dopo aver cambiato nome in Dick Diggler il ragazzo diventa molto famoso e vince premi fino a diventare una vera e propria star dell’ambiente. Ma siamo all’inizio degli anni ’80, e il pubblico da con le sue richieste un nuovo orientamento al settore grazie all’arrivo delle videocassette VHS: questa novità e l’inizio di alcuni forti dissapori sul set inizia a generare crepe che si allargano sempre di più giorno dopo giorno fino ad arrivare al punto di non ritorno per tutti, ed in particolare per Dick.

Guardare questa pellicola lascia quantomeno interdetti, ma questo nello specifico non è un brutto segno, anzi. Il mix tanto assurdo quanto azzeccato tra commedia, erotismo e dramma riescono in questo caso a restituirci una storia che è da un lato un’analisi sociale di un genere, di una generazione e dei suoi membri (e attenzione: non è un gioco di parole!) e dall’altro la perfetta fotografia di un gruppo di attori di grande successo che raramente abbiamo visto in tale gran numero recitare insieme. Ma di cosa stiamo parlando precisamente? Il mondo del cinema porno esiste da quando esiste la cinepresa, e mai qualcuno aveva provato a fare da questo delle storie con una trama reale, ritagliandole nei momenti morti tra una scena di sesso e l’altra. Ma questa era la richiesta di una generazione, e questo è quello che la stessa generazione ha avuto, aprendo un Mercato che da quel momento in poi sarebbe decollato in modo esponenziale in tutto il mondo. Questo non ci deve far dimenticare il dramma di un periodo che ha scoperto la solitudine, e quale sarebbe stato il vero pubblico di tali prodotti. All’alba del 1980 il regista con un grande sorriso sulle labbra perciò riesce a parlare dei primi passi della droga nella società americana, del sesso fine a se stesso, del lancio delle videocassette, della notorietà internazionale degli attori porno e della condizione dei gay in un ambiente difficile come questo, dove il suicidio è evento comune allo stesso modo della prostituzione. A fare da protagonisti a questo ottimo film quelli che, da lì a circa 10/15 anni, avrebbero rappresentato una buona fetta dei migliori attori del cinema statunitenseBurt Reynolds, famoso ormai da tanti anni, fa da chioccia nei panni di Jack Horner alle bellissime Julianne Moore, Nicole Ari ParkerHeather Graham e ad un gruppo di ragazzi guidati dal macho Mark Wahlberg alias Eddie Adams / Dirk Diggler insieme a John C. ReillyDon CheadleWilliam H. Macy. Discorso a parte va fatto Philip Seymour Hoffman, grande attore morto da pochi mesi che qui interpreta un gay che fatica a riconoscere la sua condizione: guardare la sua recitazione mi ha dato molto da pensare. Tutti bravi a recitare, tutti ben scelti e tutti perfettamente ritagliati nella parte: merito di una produzione e una regia di alto livello. Un film da non perdere per tutto quello che comunica, un film utile a tutti per confrontarsi con se stessi, davanti a quello splendido specchio chiamato vita.

È la migliore.. è una madre stupenda, sai? Una madre per tutti quelli che hanno bisogno d’amore (Jack Horner – Burt Reynolds) 1977. A Los Angeles il regista di film porno Jack Horner sta cercando un modo di emergere in un settore dove, in genere, l’attenzione del pubblico è esclusivamente rivolta alle scene di sesso …

Review Overview

AMAZING STARS

Da non perdere

Summary : Un film da non perdere per confrontarsi con se stessi davanti allo specchio della vita. Mix assurdo e azzeccato tra commedia, erotismo e dramma che una storia analisi sociale di un genere, di una generazione e la perfetta fotografia di un gruppo di attori di grande successo.

User Rating: 4.7 ( 1 votes)
90

Boogie Nights - L'altra Hollywood - Locandina

Boogie Nights – L’altra Hollywood

Genere: Commedia, Erotici, Drammatici

Cast: Burt Reynolds, Julianne Moore, Mark Wahlberg, Philip Seymour Hoffman, Heather Graham, John C. Reilly, Don Cheadle, William H. Macy, Alfred Molina, Philip Baker Hall, Luis Guzmán

Un film di: Paul Thomas Anderson

Durata: 152 minuti

Data di uscita: 1997

About Daniele Buzzurro

Fin dalla tenera età Daniele cresce a pane, libri e film che divora al cinema e in televisione ogni volta che ha un momento libero dagli studi. E' in questo periodo che decide che da grande farà il critico cinematografico. Laureato in Scienze della Comunicazione e in Economia della Comunicazione, si occupa di Web a 360° tramite DreamyourMind ed è docente per Corsi, IFTS e Master Universitari. E' giurato di premi italiani ed esteri legati al web come PWI, Mediastars, W3 Awards, Communicator Awards, Davey Awards e partecipa a gestire Web Totale oltre scrivere per Linkiesta. Molto attivo nell’associazionismo, in particolare in quello legato al mondo della Comunicazione e in quello di Confindustria. Membro del Board of Director di Arpico, è ora attivo il suo progetto Connekt che punta a mettere in rete artisti, investitori, imprenditori, filmmaker, startup e venture capital. Tra i progetti Gourmicious, startup nel settore enogastronomico. Infine, è online su Amazon il suo primo racconto breve intitolato Il Filo di Arianna.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

Scroll To Top

Utilizziamo cookie tecnici e cookie profilanti per personalizzare i contenuti e gli annunci del sito internet, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più, clicca qui.

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close