Home / Drammatici / Blue Valentine
Blue Valentine

Blue Valentine

“Non so, penso che gli uomini siano più romantici rispetto alle donne: quando ci sposiamo, lo facciamo con quella giusta; resistiamo per tutto il cammino, perché, quando conosciamo quella giusta, pensiamo che saremmo degli idioti, se non la sposassimo, è così meravigliosa! Invece, sembra che le ragazze debbano scegliere l’opzione migliore: conosco ragazze che si sposano un ragazzo solo perché ha un buon lavoro. Sprecano tutta la vita alla ricerca del principe azzurro, ma finiscono per sposare chi ha un buon lavoro e se ne resterà lì!”
(Dean – Ryan Gosling)

“Non lo so, mi sento come se dovessi smettere di pensarci, sai, ma non posso. Forse ho visto troppi film, sai, amore a prima vista. Cosa ne pensi dell’amore a prima vista? Pensi di poter amare qualcuno solo guardandolo? Ma la cosa è, amico, che mi sono sentito come se la conoscessi. Ti è mai capitato? Sì, probabilmente non ho fatto bene. Sembra solo diversa, sai? Non lo so, è solo una sensazione. Sai come quando inizia una canzone e devi solo ballare?”
(Dean – Ryan Gosling)

Dean e Cindy sono sposati e hanno una bellissima bambina insieme. Purtroppo, questa sembra essere rimasta l’ultima cosa che li tiene davvero insieme, visto che dopo aver creato una famiglia felice l’amore probabilmente li ha ormai lasciati per sempre.

Dean decide quindi che è giunta l’ora di trovare una soluzione e organizza una notte da passare insieme in un motel e la donna accetta. Il viaggio che i due fanno e la notte d’amore che vivranno in una stanza chiamata “la camera del futuro” sarà l’occasione per ricordare tutto quello che c’è stato tra loro, quello che hanno provato, quello che hanno vissuto e quello che è ora sparito. Per sempre.

Questo dramma romantico ha avuto una gestazione molto lunga. Pensato intorno al 1998, ha visto la luce ufficialmente negli States nel 2010 per arrivare in Italia solo nel 2013, quando il successo di Ryan Gosling e di Michelle Williams era arrivato ormai alla punta più alta della popolarità. Ho fatto questa premessa proprio per far capire quanto sia stato faticoso il parto di questo piccolo gioiello che … sì, si avvale di due grandi protagonisti, ma scorre via leggero come una piuma pur avendo il peso specifico di un macigno. Questo dipende da tanti fattori e motivi, e proverò a elencarli tutti. In primis, i sentimenti: la presente pellicola ne è infarcita come raramente ne ho viste precedentemente. Questo è qualcosa che non di rado indebolisce un film. In questo caso, invece, lo rafforza enormemente perché questi stessi vengono resi in una maniera che non si abbatte su chi sta guardando la storia, perdendosi invece nel nulla da soli. Amore, odio, piacere, rifiuto, sopportazione, accettazione e desiderio ci conquistano e ci divorano durante tutto lo svolgimento esattamente come succede ai protagonisti. Ma stranamente questo non ci crea alcun problema, facendoci anzi desiderare di più, di più, sempre e ancora di più. Poi, la donna che comanda: è chiaro fin dall’inizio del tutto che mentre per tutti i personaggi del film è Dean, che fa lavori umili e che non lo possono portare ad una grande carriera anche se è una persona dall’intelligenza rara, a guidare le danze, in realtà è proprio Cindy, che di lavoro fa l’infermiera, a dirigere tutto, con i suoi sbalzi d’umore e soprattutto la sua programmazione di vita, per lei e per chi gli sta accanto. Questo è qualcosa di molto diffuso nel mondo che ci circonda e di cui la donna sovente non vuole prendere coscienza, ed è una delle principali ragioni che portano alla fuga del maschio all’interno della coppia. E ancora, le aspettative di vita, che per molto tempo per i due coincidono e sono legate dal forte amore che provano l’un l’altro, ma che ad un certo punto smettono semplicemente di coincidere senza una vera e propria ragione, se non la tremenda quotidianità. E infine, i protagonisti, due grandissimi attori davvero: bravissima Michelle Williams a rendere la parte della donna sostenuta e in fondo sotto sotto anche un po’ cattiva dentro oltre che facile ad andare a letto, ma unico e inarrivabile Ryan Gosling che riesce sovente, anche senza dire una sola parola, a comunicare rabbia, voglia di esplodere e allo stesso tempo fascino e abilità di conquista, quella tipica dell’uomo dall’animo gentile e della persona buona. Impressionante come si sia potuto anche comunicare il passare del tempo in modo delicato e non fasullo ma totalmente reale e concreto. Grande la colonna sonora, belle le ambientazioni e il modo in cui il film è girato, compreso l’aspetto sessuale che ha una componente di un certo peso nel tutto. In fondo, tutti noi ci chiediamo: cosa serve per stare bene per sempre? Serve provare a rimanere il più possibile quelli dell’inizio, crescendo certo, ma facendolo insieme; cambiando cerco, ma non e mai da soli; vivendo, sì e davvero, vivendo come una coppia vera, senza scordarsi di amare, di divertirsi, di fare sesso insieme e di vivere la vita in pieno. Da non perdere, per nulla al mondo.

“Non so, penso che gli uomini siano più romantici rispetto alle donne: quando ci sposiamo, lo facciamo con quella giusta; resistiamo per tutto il cammino, perché, quando conosciamo quella giusta, pensiamo che saremmo degli idioti, se non la sposassimo, è così meravigliosa! Invece, sembra che le ragazze debbano scegliere l’opzione migliore: conosco ragazze che si …

Review Overview

AMAZING STARS

Da Non Perdere

Summary : Piccolo gioiello che si avvale di due grandi protagonisti e scorre via leggero come una piuma pur avendo il peso specifico di un macigno. Amore, odio, piacere, rifiuto, sopportazione, accettazione e desiderio vi conquisteranno come successo ai protagonisti.

User Rating: 4.9 ( 1 votes)
100
Blue Valentine - Locandina

Blue Valentine

Genere: Drammatici, Romantici

Cast: Michelle Williams, Ryan Gosling, Mike Vogel, John Doman, Ben Shenkman, Reila Aphrodite, Maryann Plunkett, Faith Wladyka, Dan Van Wert, Samii Ryan,Michelle Nagy, Ashley Gurnari, Carey Westbrook, Tamara Torres, Eileen Rosen

Un film di: Derek Cianfrance

Durata: 120 minuti

Data di uscita: 14 febbraio 2013

About Daniele Buzzurro

Fin dalla tenera età Daniele cresce a pane, libri e film che divora al cinema e in televisione ogni volta che ha un momento libero dagli studi. E' in questo periodo che decide che da grande farà il critico cinematografico. Laureato in Scienze della Comunicazione e in Economia della Comunicazione, si occupa di Web a 360° tramite DreamyourMind ed è docente per Corsi, IFTS e Master Universitari. E' giurato di premi italiani ed esteri legati al web come PWI, Mediastars, W3 Awards, Communicator Awards, Davey Awards e partecipa a gestire Web Totale oltre scrivere per Linkiesta. Molto attivo nell’associazionismo, in particolare in quello legato al mondo della Comunicazione e in quello di Confindustria. Membro del Board of Director di Arpico, è ora attivo il suo progetto Connekt che punta a mettere in rete artisti, investitori, imprenditori, filmmaker, startup e venture capital. Tra i progetti Gourmicious, startup nel settore enogastronomico. Infine, è online su Amazon il suo primo racconto breve intitolato Il Filo di Arianna.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

Scroll To Top

Utilizziamo cookie tecnici e cookie profilanti per personalizzare i contenuti e gli annunci del sito internet, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più, clicca qui.

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close