Home / Fantascienza / Blade Runner 2049

Blade Runner 2049

Ogni civiltà è stata fondata sulle spalle di una manodopera sacrificabile.
(Niander Wallace – Jared Leto)

C`è un ordine nelle cose. Questo facciamo qui, manteniamo l`ordine. Il mondo è fondato su un muro che separa le specie. Di ad entrambi i lati che non c`è il nulla, e la guerra è certa.
(Il luogotenente Joshi – Robin Wright)

La chiave per il futuro è finalmente rivelata. Portalo da me.
(Niander Wallace – Jared Leto)

Te l`ho sempre detto. Sei speciale. La tua storia non è finita, manca ancora una pagina.
(Joi – Ana de Armas)

Il giovane replicante K è un blade runner che da la caccia ai suoi simili della prima generazione che, difettosi, sentono di essere liberi come gli esseri umani. Durante una di queste ricerche si imbatte in una grossa scatola nascosta sotto le radici di un vecchio albero, merce ormai rara nel 2049.

Alla sua apertura il luogotenente Joshi, che dirige le attività di K, trova le ossa di una donna morta nel dare alla luce un bambino. La sorpresa diventa enorme quando tutti si rendono conto che chi ha dato alla luce il bimbo non è un`umana, ma una replicanteJoshi decide di bruciare le ossa e mettere a tacere tutto ma K vuole, aiutato dall`amata Joiproseguire la ricerca: tutti gli indizi portano da Rick Deckard, blade runner scomparso 30 anni prima.

Thriller di fantascienza che si colloca circa 30 anni dopo Blade Runner (1982), sia come tempistica reale che all`interno della storia. Il regista canadese Denis Villeneuve, ammirato per La donna che canta (2011), Sicario (2015) e soprattutto Arrival (2017), decide di costruire una storia che stupisce e conquista su diversi aspetti, anche se rimane meno empatica dell`originale del maestro Ridley Scott. I punti di forza di questa pellicola sono diversi, a cominciare da un`uso degli effetti speciali forte ma mai irreale, facendo credere allo spettatore che tutto quello che vede nella sala cinematografica sia sì molto tecnologico, ma comunque vicino ad essere realizzato dalla razza umana. Questo risulta essere l`aspetto chiave del film, che avrebbe rischiato altrimenti di risultare finto e irreale in un senso, o povero di energia nell`altro. A questo Villeneuve arriva anche riprendendo scene e situazioni usate da capolavori degli ultimi anni, quale ad esempio la pioggia sul tetto di V per Vendetta (2006) oppure il dialogo di matrice sentimentale con strumenti informatici di Lei (2014) ma non c`è nulla di sbagliato in questo, perchè sviluppa poi ogni cosa in modo diverso, personale ed estremamente attraente. Le sorprese non mancano, compresa la lunga durata del film che non si sente quasi per niente, e sono portate avanti da un gruppo di interpreti bravo e di primo livello, tra i quali spiccano la bellissima ed extra espressiva cubana Ana de Armas nel ruolo di Joi, la quasi-sosia di Kate Perry Mackenzie Davis nella parte di Mariette, un rinato Harrison Ford alias Rick Deckard e Ryan Gosling, un K non troppo espressivo come da copione ma comunque in grado di trasmettere sensazioni e sentimenti grazie al suo stile e modo di essere. La ragione di una non enorme empatia viene probabilmente dal fatto che questo non è un primo film, ma è il seguito di un`altra lavorazione che è entrata ormai nel mito di ogni generazione che ama il cinema. Scontrarsi quindi in un paragone interiore con l`altro lavoro farà risultare questo comunque perdente, anche per le musiche che, lì perfette, qui non sono di altissimo livello, a parte quelle che riferiscono chiaramente al primo film. Inoltre, questo tipo di pellicola va sempre vista più di una volta, perchè solo in seconda o terza visione si sarà in grado di notare tante cose che in prima istanza erano sfuggite. Di meglio, comunque, sarebbe stato probabilmente difficile fare. Da vedere.

Ogni civiltà è stata fondata sulle spalle di una manodopera sacrificabile. (Niander Wallace – Jared Leto) C`è un ordine nelle cose. Questo facciamo qui, manteniamo l`ordine. Il mondo è fondato su un muro che separa le specie. Di ad entrambi i lati che non c`è il nulla, e la guerra è certa. (Il luogotenente Joshi …

Review Overview

AMAZING STARS

Da Vedere

Summary : Thriller di fantascienza che si colloca in ogni senso circa 30 anni dopo Blade Runner. Storia che stupisce e conquista su diversi aspetti, anche se resta meno empatica dell`originale del vecchio film. Uso degli effetti speciali forte ma mai irreale, bravi gli attori, in particolare Ana de Armas.

User Rating: 4.1 ( 1 votes)
71
 Blade Runner 2049

Genere: Fantascienza, Thriller

Interpreti: Harrison Ford, Ryan Gosling, Jared Leto, Ana de Armas, Robin Wright, Mackenzie Davis, Dave Bautista, Barkhad Abdi, Lennie James, David Dastmalchian, Edward James Olmos, Elarica Johnson, Sylvia Hoeks

Un film di: Denis Villeneuve

Durata: 163 minuti

Data di uscita: 5 ottobre 2017

About Daniele Buzzurro

Fin dalla tenera età Daniele cresce a pane, libri e film che divora al cinema e in televisione ogni volta che ha un momento libero dagli studi. E' in questo periodo che decide che da grande farà il critico cinematografico. Laureato in Scienze della Comunicazione e in Economia della Comunicazione, si occupa di Web a 360° tramite DreamyourMind ed è docente per Corsi, IFTS e Master Universitari. E' giurato di premi italiani ed esteri legati al web come PWI, Mediastars, W3 Awards, Communicator Awards, Davey Awards e partecipa a gestire Web Totale oltre scrivere per Linkiesta. Molto attivo nell’associazionismo, in particolare in quello legato al mondo della Comunicazione e in quello di Confindustria. Membro del Board of Director di Arpico, è ora attivo il suo progetto Connekt che punta a mettere in rete artisti, investitori, imprenditori, filmmaker, startup e venture capital. Tra i progetti Gourmicious, startup nel settore enogastronomico. Infine, è online su Amazon il suo primo racconto breve intitolato Il Filo di Arianna.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

Scroll To Top

Utilizziamo cookie tecnici e cookie profilanti per personalizzare i contenuti e gli annunci del sito internet, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più, clicca qui.

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close