Home / Drammatici / I segreti di Osage County
I segreti di Osage County

I segreti di Osage County

Grazie a Dio non possiamo prevedere il futuro, altrimenti non ci allzeremmo dal letto!
(Barbara Weston – Julia Roberts)

Una storia al femminile, cinque donne legate da stretti legami di sangue si ritrovano nella loro vecchia casa di famiglia in Oklahoma per la morte del capostipite della famiglia Weston. Le cinque donne negli anni hanno avuto vite diverse e ritornano alle origini per incontrate Violet, la madre, una meravigliosa Meryl Streep malata di cancro. Il film è tratto dal libro di Tracy Letts, scrittore vincitore del premio Pulitzer nel 2007. Il titolo italiano è stato scelto in modo furbesco per lasciare intendere molte cose e sembra quasi un inno alla saga familiare per una serie tv. Molte grandi star al servizio del regista tra cui oltre a Meryl anche Julia RobertsJuliette Lewis, Ewan McGregor ed altre per quello che, spacciato anche come possibile vincitore dell’Oscar, in realtà è altro che un dramma molto ben costruito dai toni melodrammatici. Una fotografia eccellente fatta in un’ambiente rurale, dove la natura, brulla e desolata  rimanda toni cupi, una storia costruita in un solo ambiente intorno a un tavolo dove i protagonisti si incontrano ma allo stesso tempo si scontrano. Siamo di fronte ad un film più proteso al teatro che al cinema, gli attori hanno un acting poco fisico e il loro stare in scena è tutto portato sul linguaggio e sulla loro bravura. Intorno al tavolo familiare emergono i lati più oscuri dei personaggi e tutto il veleno che hanno nascosto per anni. Tossico e oscuro, in questa realtà della provincia americana emergono le bugie e i segreti più nascosti della famiglia Weston. Il regista John Wells riesce a dirigere magistralmente un cast di altissimo livello e a dare ritmo a una storia complessa dove le sorprese non finiscono mai. Una famiglia totalmente disfunzionale dominata dalla potente despota matriarca Violet a cui le figlie sono sfuggite per trovare una loro dimensione. La matriarca è una donna dura, che sputa sentenze al vetriolo e qui la grande bravura dell’attrice che miscela con sapienza l’orrore alla pietà dando carisma al suo personaggio. Ivy, l’unica che è rimasta a casa, etichettata come lesbica dalla madre,  trasandata nelle sue mise, al contrario del pensiero materno ha un amante segreto con cui sogna di costruirsi un’altra vita. Karen, la svampita di famiglia, bella e libera ha un fidanzato ricco e carino, il classico yuppie. Barbara, sfuggita al dominio materno, ha sposato un uomo colto da cui si è separata per via della relazione che lui ha con una donna giovane. Solo lei con la sua forte personalità riesce a fronteggiare Violet, ed è lei che sembra rassomigliarle di più. Due ore di pellicola che lascia agghiacciati, molta carne al fuoco: la vecchiaia viene vista come fonte di imbruttimento, i figli da adulti spesso deludono i genitori e il passato è un macigno destinato ad accompagnarci e a darci poca libertà per il futuro. In questo dramma ogni tanto i dialoghi hanno un che di comico e strappano una risata, in particolare i bisticci tra Barbara e il marito. Meryl Streep in forma smagliante è una Violet dalle tinte forti al limite della teatralità, una  donna  forte ma allo stesso tempo fragile, che vuole urlare tutte le verità che per anni sono state celate, ironica e a volte crudele, un personaggio che non riusciremo a dimenticare. Anche lei a modo suo è stata vittima di una madre crudele che in parte ha cambiato il suo essere donna. Il ricordo di questa madre è interrotto dall’immagine tenera di Violet che balla da sola. Il regista non vuole dare messaggi e si limita al racconto, forse l’unica riflessione è su come si diventa un mostro, forse mostri non si nasce ma si diventa per il corso della vita. Un film di cui si parlerà per l’eleganza della fotografia, una trama complessa, dura ma allo stesso tempo magica per un grande cinema, da vedere.

Grazie a Dio non possiamo prevedere il futuro, altrimenti non ci allzeremmo dal letto! (Barbara Weston – Julia Roberts) Una storia al femminile, cinque donne legate da stretti legami di sangue si ritrovano nella loro vecchia casa di famiglia in Oklahoma per la morte del capostipite della famiglia Weston. Le cinque donne negli anni hanno …

Review Overview

AMAZING STARS

Da Vedere

Summary : Una storia al femminile, cinque donne legate da stretti legami di sangue, un film di cui si parlerà per l’eleganza della fotografia, una trama complessa, dura ma allo stesso tempo magica per un grande cinema, da vedere.

User Rating: 2.7 ( 1 votes)
79

I Segreti di Osage County - Locandina

I segreti di Osage County

Genere: Drammatici

Cast: Meryl Streep, Julia Roberts, Ewan McGregor, Chris Cooper, Abigail Breslin, Benedict Cumberbatch, Juliette Lewis, Margo Martindale, Dermot Mulroney, Julianne Nicholson, Sam Shepard, Misty Upham, Will Coffey

Un film di: John Wells

Durata: 119 minuti

Uscita: Giovedì 30 gennaio 2014

About Adele De Blasi

Adele, di origine napoletana, frequenta la Facoltà di Scienze Politiche all’Università La Sapienza di Roma. Giovanissima inizia un percorso artistico nella moda e in particolare nella fotografia di moda. Per tre anni è l’assistente fotografica di Elisabetta Catalano con cui fa un libro di fotografia dedicato al cinema intitolato Retrò. Collabora per cataloghi d’arte con molti body artist con cui fa cataloghi tra cui l’artista Fabio Mauri. Si occupa di eventi e intraprende un percorso da personal shopper. Inviata speciale al Festival Internazionale del Film di Roma 2012 per AmazingCinema. Attualmente freelance collabora per diversi siti internet di cinema. Ottima conoscenza della lingua francese.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

Scroll To Top

Utilizziamo cookie tecnici e cookie profilanti per personalizzare i contenuti e gli annunci del sito internet, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più, clicca qui.

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close