Home / Film / Amityville: Il Risveglio
Amityville: Il Risveglio

Amityville: Il Risveglio

Non sei tu. E` la casa.
(Terrence – Thomas Mann)

La liceale Bella, sua madre, il fratello in coma James e la piccola sorella Juliet si trasferiscono a vivere in quella che è ritenuta una delle case più infestate degli Stati Uniti d`America, al 112 di Ocean Avenue, meglio nota al mondo come Amytiville. Solo la mamma in famiglia è a conoscenza di questo, che non ha detto a Bella proprio per non metterle preoccupazione.

Ma quando Terrence, nuovo compagno di classe di Bella, le rivela la tragica verità, la ragazza capisce perchè proprio appena arrivata a scuola tutti avevano iniziato a prenderla in giro. E proprio mentre il fratello inizia a guarire inspiegabilmente e la ragazza ha spaventosi incubi, Bella inizia a capire che le dicerie su quella casa non sono poi tanto campate in aria.

Un pò horror e un pò thriller, questo nuovo lavoro non riesce a raggiungere i risultati sperati, e per vari motivi. In primis la scelta dell`ambito e più nello specifico della tematica precisa: la storia di Amityville è stata usata in passati tante volte, e ci sono così tanti film sul tema, a cominciare da Amityville horror (1979) e proseguendo con Amityville II: The Possession (1982), Amityville 3-D (1983), The Amityville Horror (2005) e The Amityville Asylum (2013) e ancora con diversi video e film per la tv. Con storie di cui si è già raccontato molto, fisiologicamente la curiosità dello spettatore tipo tende a venire meno, e quindi si devono creare dei prodotti non solo buoni, ma meravigliosi e di altissimo livello per poterlo vedere finalmente soddisfatto. E non basta in questo senso citare all`interno del film i vecchi lavori su Amityville come fossero essi stessi dei film nel film, perchè l`operazione oltre che essere troppo rischiosa rischia di far cadere tutta la pellicola nel ridicolo. È vero che ad Amityville probabilmente sono successe molte cose, ma questa volta si è andati un pò troppo oltre probabilmente. Altro fattore che avrebbe potuto far decollare verso l`altro la trama sarebbe stato l`utilizzo di attori quotati, scelta che in questo caso non viene fatta, preferendo optare per attori di seconda fascia, ad eccezione a mio parere di Jennifer Morrison, star della serie televisiva Once Upon A Time (2011-2017), e Thomas Mann, che abbiamo imparato ad ammirare come protagonista del bellissimo Quel fantastico peggior anno della mia vita (2015). Essendo però le loro 2 parti minori nella trama, non riescono ad incidere quanto avrebbero dovuto. Effetti speciali buoni ma non di primissimo livello e un`empatia non pervenuta fanno da corollario ad un lavoro che sarebbe potuto essere migliore, anche in rispetto degli altri del passato, sicuramente migliori.

Non sei tu. E` la casa. (Terrence – Thomas Mann) La liceale Bella, sua madre, il fratello in coma James e la piccola sorella Juliet si trasferiscono a vivere in quella che è ritenuta una delle case più infestate degli Stati Uniti d`America, al 112 di Ocean Avenue, meglio nota al mondo come Amytiville. Solo …

Review Overview

AMAZING STARS

Sufficiente

Summary : Un pò horror e un pò thriller, questo nuovo lavoro non riesce a raggiungere i risultati sperati. Troppi i film precedenti sullo stesso argomento, e questo inficia la possibilità che sia facile fare nuove cose di alto livello. Buoni gli effetti speciali, migliori i comprimari dei protagonisti.

User Rating: 1.48 ( 2 votes)
51
 Amityville: Il Risveglio

Genere: Horror, Thriller

Interpreti: Jennifer Jason Leigh, Bella Thorne, Cameron Monaghan, Taylor Spreitler, Thomas Mann, Mckenna Grace, Dan Martino, Hunter Goligoski, Brian Breiter

Un film di: Franck Khalfoun

Durata: 85 minuti

Data di uscita: 23 agosto 2017

About Daniele Buzzurro

Fin dalla tenera età Daniele cresce a pane, libri e film che divora al cinema e in televisione ogni volta che ha un momento libero dagli studi. E' in questo periodo che decide che da grande farà il critico cinematografico. Laureato in Scienze della Comunicazione e in Economia della Comunicazione, si occupa di Web a 360° tramite DreamyourMind ed è docente per Corsi, IFTS e Master Universitari. E' giurato di premi italiani ed esteri legati al web come PWI, Mediastars, W3 Awards, Communicator Awards, Davey Awards e partecipa a gestire Web Totale oltre scrivere per Linkiesta. Molto attivo nell’associazionismo, in particolare in quello legato al mondo della Comunicazione e in quello di Confindustria. Membro del Board of Director di Arpico, è ora attivo il suo progetto Connekt che punta a mettere in rete artisti, investitori, imprenditori, filmmaker, startup e venture capital. Tra i progetti Gourmicious, startup nel settore enogastronomico. Infine, è online su Amazon il suo primo racconto breve intitolato Il Filo di Arianna.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

Scroll To Top

Utilizziamo cookie tecnici e cookie profilanti per personalizzare i contenuti e gli annunci del sito internet, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più, clicca qui.

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close