Home / Drammatici / American gigolò
American gigolò

American gigolò

Julian Kaye: Perché io? Perché hai scelto me?
Leon: Perché con te era facile. Hai pestato troppi piedi. A nessuno è mai importato nulla di te. Neppure a me sei mai piaciuto.
(Julian Kaye e Leon – Richard Gere e Bill Duke)

Michelle Stratton: Quanto?
(Michelle Stratton – Lauren Hutton)

Los Angeles.
Il lavoro di Julian Kaye è una di quelle professioni di cui non si dovrebbe mai parlare in pubblico. Gigolò dai gusti e dallo stile raffinato, il ragazzo è il più ricercato e stimato professionista del suo mestiere della città, parla 7 lingue e può accompagnare e dare soddisfazione ad ogni tipo di donna, in particolare quelle più mature.

Julian riceve offerte di lavoro dalla svedese Anne, da Leon e anche in autonomia, visto l’ampio giro di amici che lo circonda. Amici che, però, si dileguano tutti improvvisamente quando il giovane viene accusato dalla polizia di aver ucciso una donna con cui era stato a letto una sera per fare piacere ad un’amico.

Dramma a sfondo erotico con punte di thriller che fotografa in modo schietto e trasparente il ruolo che questo tipo di personaggi avevano nell’alta società americana degli anni ’80, ruolo che invece di andare attenuandosi si è sempre più ampliato sia come numero che come peso specifico con il passare degli anni. Da un certo punto di vista possiamo dire che il regista Paul Schrader sia stato un precursore dei tempi nella sua analisi che forse risulta molto più interessante oggi di ieri. A dare forza e realismo al narcisismo acceso e prorompente dedito al piacere femminile del protagonista è però un meraviglioso Richard Gere che interpreta la parte con stile, grazia e delicatezza unica nel suo genere. A contrapporsi nella trama sono da un lato l’orrore distruttivo del Dio denaro, che pretende di poter comprare tutto e tutti sempre, e il potere catartico dell’amore in grado di redimere e salvare ogni situazione. Belle le musiche di sottofondo in tutto il film e molto interessante la fotografia presente nel film, che inquadra manifesti di Andy Warhol nella casa di Leon come macchine di lusso dell’epoca oppure un vetro che divide i due innamorati mentre finalmente riescono a dichiararsi i rispettivi sentimenti. Se non lo avete visto ve lo consiglio, utile e interessante. Da vedere.

Julian Kaye: Perché io? Perché hai scelto me? Leon: Perché con te era facile. Hai pestato troppi piedi. A nessuno è mai importato nulla di te. Neppure a me sei mai piaciuto. (Julian Kaye e Leon – Richard Gere e Bill Duke) Michelle Stratton: Quanto? (Michelle Stratton – Lauren Hutton) Los Angeles. Il lavoro di …

Review Overview

AMAZING STARS

Da Vedere

Summary : Dramma a sfondo erotico con punte di thriller che fotografa in modo schietto e trasparente il ruolo del gigolò nell'alta società americana degli anni '80. Meraviglioso Richard Gere che interpreta la parte con stile, grazia e delicatezza unici.

User Rating: 3.65 ( 1 votes)
76
American Gigolo - Locandina

American gigolò

Genere: Drammatici, Erotici, Thriller

Attori: Richard Gere, Nina Van Pallandt, Lauren Hutton, Hector Elizondo, Bill Duke, Frances Bergen, Brian Davies, K Callan, Tom Stewart, Patricia Carr, Carole Cook, Carol Bruce, MacDonald Carey, William Dozier, Peter Turgeon, Robert Wightman, Richard Derr, Jessica Potter, Gordon Haight,Carlo Alonso, Michael Goyak, Frank Pesce, Judith Ransdell, John Hammerton, Michele Drake, Linda Horn, Faye Michael Nuell, Eugene Jackson, Roma Alvarez, Dawn Adams, Bob Jardine, Harry Davis, Nanette Tarpey, Maggie Jean Smith, Pamela Fong, Randy Stokey, Harris Weingart, James Currie, Norman Stevans, Betty Canter,Laura Gile, Brent Dunsford, Barry Satterfield, Sam L. Nickens, William Valdez, Mary Helen Barro, John H. Lowe, Kopi Sotiropulos, Gordon W. Grant, Ron Cummins

Un film di: Paul Schrader

Durata: 117 minuti

Data di uscita: 1 febbraio 1980

About Daniele Buzzurro

Fin dalla tenera età Daniele cresce a pane, libri e film che divora al cinema e in televisione ogni volta che ha un momento libero dagli studi. E' in questo periodo che decide che da grande farà il critico cinematografico. Laureato in Scienze della Comunicazione e in Economia della Comunicazione, si occupa di Web a 360° tramite DreamyourMind ed è docente per Corsi, IFTS e Master Universitari. E' giurato di premi italiani ed esteri legati al web come PWI, Mediastars, W3 Awards, Communicator Awards, Davey Awards e partecipa a gestire Web Totale oltre scrivere per Linkiesta. Molto attivo nell’associazionismo, in particolare in quello legato al mondo della Comunicazione e in quello di Confindustria. Membro del Board of Director di Arpico, è ora attivo il suo progetto Connekt che punta a mettere in rete artisti, investitori, imprenditori, filmmaker, startup e venture capital. Infine, è online su Amazon il suo primo racconto breve intitolato Il Filo di Arianna.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

Scroll To Top

Utilizziamo cookie tecnici e cookie profilanti per personalizzare i contenuti e gli annunci del sito internet, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più, clicca qui.

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close