Home / Teatro / Aggiungi un Posto a Tavola

Aggiungi un Posto a Tavola

Su coraggio, coraggio, passatevi il messaggio, al nostro lavoro unite il vostro coro, un’altra s’aggrega, un’altra si fa sotto e già siamo un gruppo, insieme siamo otto formiche. L’esempio è trascinante per altre formiche che chiamano altrettante formiche che vengono in aiuto di altre formiche crescendo ogni minuto…
(Una formica è solo una formica, da Aggiungi un posto a Tavola)

Tre anni dopo l’ultima edizione diretta da Fabrizio Angelini e 43 anni dopo il debutto del 1974, un classico tra i più amati della commedia musicale di Pietro Garinei e Sandro Giovannini torna con Gianluca Guidi, già protagonista dell’edizione del 2009/2010 nel ruolo di Don Silvestro, che qui cura anche la regia avvalendosi di storiche e nuove maestranze che rendono unico questo spettacolo, ora in scena al Teatro Brancaccio.

La storia parla della singolare scelta, da parte di Dio, di salvare San Crispino, un paese di montagna, dal secondo Diluvio Universale che vuole mandare sulla Terra e affida al parroco Don Silvestro il compito di coordinare la costruzione di un’Arca, come quella di Noè, dove gli abitanti del paese possano rifugiarsi. Intanto il curato deve affrontare l’attrazione, ricambiata, verso la giovane Clementina e l’ostilità del padre di lei, il sindaco Crispino ad ottenere il legname necessario a costruire l’Arca. Intanto in paese arriva pure Consolazione, una donna di piacere, pronta a sconvolgere gli equilibri e l’innocenza dell’ingenuo Toto.

Un racconto che parte come una bella fiaba musicale e un messaggio di convivenza comunitaria ma affronta anche una più profonda critica alla società e alle sue ipocrisie, toccando temi come quelli dei rapporti con i poteri forti, la differenza tra l’apparato della Chiesa Cattolica e l’origine del messaggio cristiano e la questione del celibato ecclesiastico.

La Voce di Lassù, quella di Dio, è di Enzo Garinei storico attore che è stato anche il Sindaco in edizioni precedenti della commedia e regala ancora la sua voce matura nei panni di un Padreterno che si diverte con le sue creature, a partire da quando Egli telefona a un atterrito Don Silvestro.

Gianluca Guidi, visto recentemente anche in Taxi a due Piazze, è il figlio di Johnny Dorelli, il primo interprete di Don Silvestro. Egli vive la commedia e questo ruolo sin da piccolo e prosegue quella che è diventata una tradizione familiare in una caratterizzazione che curiosamente ricorda a volte il genitore dagli atteggiamenti fino alla voce. Rimane sicuramente a suo agio nel ruolo che ormai conosce benissimo e probabilmente un maggiore rilassamento, dopo la prima ufficiale a teatro del 17 ottobre, potrà consentirgli di affrontare alcune sue battute in modo più lento e scandito. Alcune scene acquisiranno sfumature ancora più belle nel passaggio dall’ ironia e comicità,  con cui Guidi si diverte e intrattiene con consumato mestiere, fino ai momenti più introspettivi e sentimentali, come nella canzone Notte per non dormire, dove, grazie all’aiuto del Signore, Don Silvestro induce i paesani a una notte d’amore.

Clementina è interpretata dalla ventiduenne Beatrice Arnera. Superate alcune incertezze d’intonazione iniziali, ella dimostra presto potenza vocale ed energia fisica nelle svariate coreografie oltre all’estro frizzante della ragazza ricca di fantasie sentimentali ed erotiche giovanili che è pronta a confessare al parroco di cui è perdutamente innamorata.

Toto è un giovane sempliciotto che non conosce ancora le gioie del sesso ma aspetta una sorpresa. Il personaggio verace ha una felice interpretazione da parte di Piero Di Blasio, artista che ha sposato progetti meno magniloquenti come Appuntamento al Buio – Il Musical ma anche conquistato la ribalta del musical di The BodyGuard, un attore che qui raggiunge meritatamente ancora un pubblico più vasto.

Emy Bergamo, già protagonista femminile di Se il tempo fosse un gambero, è Consolazione. In modo intelligente regia e interpretazione cuciono su di lei un’interpretazione fresca e diversa da quelle importanti che l’hanno preceduta, come tutti i ruoli dell’opera che sono stati ricoperti da leggende dello spettacolo italiano. L’artista dimostra ancora la sua bravura e non usa tanto particolari caratterizzazioni per rendere il personaggio, mantiene invece una recitazione puntuale e pulita, anche se magari qualche coloritura potrebbe rendere ancora più appetibile l’estro di una prostituta sensuale ma tentata dalla prospettiva di una vita matrimoniale e l’abbandono degli eccessi.

Marco Simeoli, che è stato già Toto nell’edizione 2009, è un artista versatile come visto, ad esempio, ne Il caso Majorana Show. Egli dona la sua verve al personaggio del sindaco Crispino, un burbero guastafeste che ha la sua forza nei momenti in cui contrasta gli eventi e si trova artefice e vittima di questi in modo infine irresistibilmente comico e grottesco. Francesca Nunzi è sua moglie Ortensia e si impone in una vigorosa presenza scenica e vocale.

Un  bel cast, insieme alle pregevoli maestranze, propone scene ancora memorabili al pubblico vecchio e nuovo. L’impianto generale dell’opera riprende quello classico, a partire dalle splendide scenografie su pedane girevoli, dal progetto originale di Giulio Coltellacci, con i bei motivi in legno degli edifici del paese e dell’Arca. La musica di Armando Trovajoli è diretta da Maurizio Abeni con la magia che solo l’orchestra dal vivo sa dare, in un’esecuzione che riprende le partiture originali insieme a delle piacevoli variazioni.

In Concerto per Prete e Campane la direzione musicale crea una sinfonia di suoni e le coreografie, che si avvalgono ancora del contributo magistrale di Gino Landi, arrivano a far danzare i ballerini come fossero essi stessi campane. Le armonie sono un punto di forza di quest’opera, dai quartetti di L’amore secondo me, fra Consolazione, Clementina, Toto e Don Silvestro, alle meravigliose scene corali, come Una formica è solo una formica, manifesto della forza della collaborazione.

La messa in scena conferma gli elementi migliori di un classico che si rinnova rimanendo attuale grazie al testo sfaccettato, scritto da Garinei e Giovannini con Jaja Fiastri, personaggi amabili, musiche e canzoni ormai leggendarie.

Su coraggio, coraggio, passatevi il messaggio, al nostro lavoro unite il vostro coro, un’altra s’aggrega, un’altra si fa sotto e già siamo un gruppo, insieme siamo otto formiche. L’esempio è trascinante per altre formiche che chiamano altrettante formiche che vengono in aiuto di altre formiche crescendo ogni minuto… (Una formica è solo una formica, da …

Review Overview

AMAZING STARS

Da non perdere

Summary : Ritorno degli elementi migliori di un classico della commedia musicale che si rinnova rimanendo attuale grazie al testo sfaccettato, personaggi amabili, interpretati dall'ottimo cast, musiche e canzoni ormai leggendarie.

User Rating: 3.85 ( 1 votes)
90

 

 Aggiungi un Posto a Tavola

Genere:  Teatro

Personaggi e Interpreti: Gianluca Guidi (Don Silvestro), Beatrice Arnera (Clementina), Piero Di Blasio (Toto), Emy Bergamo (Consolazione), Marco Simeoli (Sindaco Crispino), Francesca Nunzi (Ortensia),  Enzo Garinei (Voce di Lassù)

Regia originale di Pietro Garinei e Sandro Giovannini ripresa da Gianluca Guidi

Commedia musicale di Garinei e Giovannini scritta con Jaja Fiastri

Sede: Teatro Brancaccio

Dal 12 ottobre al 26 novembre 2017

 

About Andrea Di Cosmo

Andrea è laureato in Teorie e tecniche del linguaggio cinematografico. Segue e scrive di cinema e teatro, dopo aver coltivato e amato quest'ultimo personalmente, studiando teatro e canto e partecipando a spettacoli e Festival, in Italia e non solo. Ha scritto per varie testate tra cui Best Movie e Saltinaria, Cinespresso e Amazing Cinema. Nel suo percorso si occupa anche della promozione e organizzazione di eventi culturali, teatrali, musicali e turistici. Tra questi ci sono stati Musicultura, MArtelive, e il Levante International Film Fest.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

Scroll To Top

Utilizziamo cookie tecnici e cookie profilanti per personalizzare i contenuti e gli annunci del sito internet, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più, clicca qui.

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close