Home / Commedia / Addio Fottuti Musi Verdi

Addio Fottuti Musi Verdi

Questo è il contest del secolo! Tu ti iscrivi al sito, posti un messaggio e loro te lo mandano nello spazio.
(Fabio – Fabio Balsamo)

Dopo il successo di Gay Ingenui, Lost in Google e Gli effetti di Gomorra sulla gente, anche i The Jackal approdano sul grande schermo, ultimi nella serie di YouTubers e WebStars che hanno tentato le sorti nel cinema. E le aspettative, nel caso di Francesco Ebbasta e dell’ormai consolidato team di The Jackal, erano veramente alte.

Il protagonista di questa pellicola è Ciro (Ciro Priello), super qualificato quanto precario grafico pubblicitario napoletano: dopo l’ennesima delusione professionale e in un momento di scarsa lucidità, invia per errore il proprio curriculum come ‘messaggio nello spazio‘. Viene così rapito dagli alieni nel cuore della notte, esaminato e assunto quale grafico spaziale. Il suo colloquio in pigiama è al contempo esilarante e paradossale: quante volte ci siamo sentiti a disagio per l’abbigliamento scelto per occasioni analoghe? E l’emozione del primo stipendio accreditato sul conto corrente: un passaggio all’età adulta, un momento di emancipazione dalla famiglia, l’acquisizione dell’indipendenza.

Accanto a Ciro troviamo l’amico di sempre, Fabio (Fabio Balsamo), che lavora nell’agenzia di servizi matrimoniali di famiglia, e la ragazza di cui da sempre Ciro è innamorato, Matilda – la Beatrice Arnera fra i protagonisti di Non c’è campo (2017). L’intera storia si snoda tra dialoghi surreali, ascensori galattici, e l’immancabile destino della Terra da salvare dagli alieni cattivi.

Questo lavoro è tecnicamente ben fatto: luci, ambientazioni, colonna sonora, effetti speciali, davvero ogni dettaglio è studiato e realizzato con estrema professionalità. Tuttavia, chi si aspettava un debutto col botto resterà deluso. I The Jackal, fra i migliori nei cortometraggi social e web, non riescono a smarcarsi dai luoghi comuni e il film è un susseguirsi di cliché scontati e stantii: i cinesi sono tutti uguali, i giovani d’oggi non riescono a svincolarsi dalla famiglia, Gigi D’Alessio è un emissario alieno, per lavorare in Italia bisogna essere figli di papà, e via discorrendo. Un registro che può catalizzare l’attenzione per pochi minuti, cosa che in genere accade nei ‘corti’ per il web dei The Jackal, perché alla lunga diventa davvero stancante.

Questo è il contest del secolo! Tu ti iscrivi al sito, posti un messaggio e loro te lo mandano nello spazio. (Fabio – Fabio Balsamo) Dopo il successo di Gay Ingenui, Lost in Google e Gli effetti di Gomorra sulla gente, anche i The Jackal approdano sul grande schermo, ultimi nella serie di YouTubers e WebStars che …

Review Overview

AMAZING STARS

Mediocre

Summary : Addio Fottuti Musi Verdi è la commedia fantascientifica dei The Jackal, al debutto sul grande schermo. Narra le vicende di Ciro, grafico pubblicitario disoccupato, e della sua assunzione da parte degli alieni.

User Rating: 1.9 ( 1 votes)
45

 Addio Fottuti Musi Verdi

GenereCommediaFantascienza

Attori: Ciro Priello, Beatrice Arnera, Simone Ruzzo, Fabio Balsamo, Alfredo Felaco, Roberto Zibetti, Fortunato Cerlino, Salvatore Esposito

Durata: 116 minuti

Un film di: Francesco Ebbasta / Francesco Capaldo

Data di uscita: 9 novembre 2017

About Stefania Rivetti

Laureata in lingue e letterature straniere con un master in marketing e uno in comunicazione d'impresa, appassionata di filologia, arte, archeologia, divoratrice compulsiva di libri. Fotografa per passione, curiosa per natura, ama il teatro, in particolare l'opera, e il cinema.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

Scroll To Top

Utilizziamo cookie tecnici e cookie profilanti per personalizzare i contenuti e gli annunci del sito internet, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più, clicca qui.

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close