Home / Drammatici / A Single Man

A Single Man

Ci si sveglia, si comincia con il dire solo ed ora.
(George Falconer – Colin Firth)

A me piacciono le donne, ma mi innamoro degli uomini.
(George Falconer – Colin Firth)

Gli amori sono come gli autobus: basta che aspetti un po’ e ne arriva un’altro.
(Carlos – Jon Kortajarena)

1962. Los Angeles, California. Il docente universitario di letteratura George Falconer è una persona sola, troppo troppo sola. L’uomo, dopo che il compagno è morto anni prima a causa di un’incidente, sembra totalmente incapace di generare una reazione concreta al dramma che da allora lo ha colpito.

Con il passare dei giorni l’uomo riordina tutti gli elementi della sua vita, arrivando alla conclusione che togliersi la vita è la soluzione migliore nel suo caso. A cercare di fermarlo sarà la triste amica Charlotte e il giovane allievo Kenny.

Prima volta del grande stilista Tom Ford alla regia, risultato? Andiamo con ordine. La storia di George Falconer è di quelle che mettono i brividi: omosessuale di prima classe, durante la pellicola l’uomo vive l’ultimo giorno della sua vita dopo aver deciso di porvi fine. Durante questo complicato processo emerge una fotografia meravigliosa, amara e reale dell’America agli inizi degli anni ’60. Falconer è il diverso e non fa nulla per nasconderlo: magistrale la scena iniziale dove, essendo il diverso, cammina contro la corrente umana che va nel senso opposto al suo, oppure quella dove in classe descrive ai suoi studenti cosa sono le minoranze e cosa è la paura, in particolare la paura di essere inutili e di non avere niente da dire. Oltre a fotografare la vita di un uomo proprio attraverso il timore di restare da solo, il regista  attraverso la citazione dei rifugi antiatomici e dei rischi connessi alla guerra ci parla della paura del nucleare, all’epoca un terrore estremamente concreto per molti americani. Tom Ford, quindi, vuole utilizzare Falconer come un’icona in grado di rappresentare e interagire con tutti gli esseri umani e le possibili situazioni del mondo: non a caso sceglie come figura quella del docente, in questo senso vero e proprio personaggio potenzialmente al di sopra di ogni regola. Tanto è a rischio la vita di ogni essere umano del Pianeta Terra quanto è vestito con stile il personaggio interpretato da un magistrale Colin Firth: anche questo è uno degli elementi cardine della trama, rappresentare come la diversità tra il professore e il resto del mondo si proietti in tutto quello che all’uomo succede durante la giornata, compreso ciò che indossa, il profumo che sente, il modo in cui cammina, gli interessi che ha e via dicendo. A tutta questa distanza fanno eccezione solamente tre figure: l’amica Charlotte, una brava Julianne Moore, il suo allievo Kenny, un Nicholas Hoult agli albori della sua carriera ma un ragazzo di sicuro avvenire e i ricordi abbinati al suo defunto ex Jim, un Matthew Goode fenomenale nel suo stile di recitazione. Colori e luci meravigliose fanno da supporto ad una storia al limite del reale, ma proprio per questo portatrice di un senso di umana verità come poche altre al mondo. Falconer vive la vita nel modo più vero possibile, cioè quello del seguire il flusso della corrente, in attesa di prendere quello che questa gli porta senza però mai dimenticare la scelta fatta in origine, quella di lasciare un mondo di cui ormai non si sente più parte in alcun modo. Un film che va visto, per ricordare qualcosa che tutti noi abbiamo spesso scordato, cioè l’amore per la vita fine a se stessa.

Ci si sveglia, si comincia con il dire solo ed ora. (George Falconer – Colin Firth) A me piacciono le donne, ma mi innamoro degli uomini. (George Falconer – Colin Firth) Gli amori sono come gli autobus: basta che aspetti un po’ e ne arriva un’altro. (Carlos – Jon Kortajarena) 1962. Los Angeles, California. Il …

Review Overview

AMAZING STARS

Da non perdere

Summary : La vita vissuta nel modo più vero possibile, quello di seguire il flusso della corrente, in attesa di quello che porta senza dimenticare la scelta fatta, quella di lasciare un mondo di cui non ci si sente più parte. Film che va visto, per ricordare l'amore per la vita fine a se stessa.

User Rating: 4.5 ( 1 votes)
90

A Single Man - Locandina

A Single Man

GenereDrammatici

Cast: Colin Firth, Julianne Moore, Nicholas Hoult, Matthew Goode, Jon Kortajarena, Paulette Lamori, Ryan Simpkins, Ginnifer Goodwin, Teddy Sears,Paul Butler [II], Aaron Sanders, Keri Lynn Pratt, Nicole Steinwedell, Ridge Canipe, Nicholas Beard, Brad Benedict, Jenna Gavigan, Brent Gorski, Adam Gray-Hayward, Marlene Martinez, Paul Butler, Alicia Carr, Lee Pace

Un film di: Tom Ford

Durata: 95 minuti

Data di uscita: 10 Gennaio 2010

About Daniele Buzzurro

Fin dalla tenera età Daniele cresce a pane, libri e film che divora al cinema e in televisione ogni volta che ha un momento libero dagli studi. E' in questo periodo che decide che da grande farà il critico cinematografico. Laureato in Scienze della Comunicazione e in Economia della Comunicazione, si occupa di Web a 360° tramite DreamyourMind ed è docente per Corsi, IFTS e Master Universitari. E' giurato di premi italiani ed esteri legati al web come PWI, Mediastars, W3 Awards, Communicator Awards, Davey Awards e partecipa a gestire Web Totale oltre scrivere per Linkiesta. Molto attivo nell’associazionismo, in particolare in quello legato al mondo della Comunicazione e in quello di Confindustria. Membro del Board of Director di Arpico, è ora attivo il suo progetto Connekt che punta a mettere in rete artisti, investitori, imprenditori, filmmaker, startup e venture capital. Infine, è online su Amazon il suo primo racconto breve intitolato Il Filo di Arianna.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

Scroll To Top

Utilizziamo cookie tecnici e cookie profilanti per personalizzare i contenuti e gli annunci del sito internet, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più, clicca qui.

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close